giovedì 7 Luglio 2022 Forum delle aree interne : “Un ponte per le aree interne” | infosannionews.it giovedì 7 Luglio 2022
Smooth Slider

Il “Telesia for Peoples” apre il 22 luglio con una serata dedicata ai giovani

Il “Telesia for Peoples” dedicata ai giovani nel segno della ...

Proroga a Gesesa. Comitato Sannita ABC: “Mastella dovrebbe garantire legalità, trasparenza e buon governo”

Proroga a Gesesa. Comitato Sannita ABC: Mastella dovrebbe garantire legalità, trasparenza e buon governo

Di seguito l'intervento di Marilina Mucci Comitato Sannita Acqua Bene ...

Pagati gli stipendi arretrati del 2021 ai lavoratori della Samte.

Pagati gli stipendi arretrati del 2021 ai lavoratori della Samte.

L’Avv,to Domenico Mauro, Presidente dell’Organo di liquidazione della Samte srl, ...

Stampa articolo Stampa articolo

Forum delle aree interne : “Un ponte per le aree interne”

23/05/2022
By

Circa trecento amministratori, tecnici, operatori sociali e imprenditori, provenienti da più regioni, parteciperanno al terzo Forum delle Aree Interne, promosso da UNIpace e dai “Vescovi per le aree interne”, che si terrà dal 26 al 28 maggio prossimi nel complesso “La Pace” sulla collina delle Guardie a Benevento. L’iniziativa ha come tema: “Mobilità veloce e suolo lento” e prosegue nel dialogo tra le realtà territoriali più deboli del Paese perché vengano superati i campanilismi e gli egoismi in una visione di bene comune e di riscatto delle comunità. Dopo il Forum introduttivo del 2019, e il riuscito percorso di tre webinar tematici (febbraio e marzo 2021), si lavora alla creazione di un organismo di coordinamento permanente per consentire a Comuni e alle istituzioni territoriali, oltre a rappresentanti del mondo delle imprese, ai soggetti sociali e ai settori tecnici e professionali, di confrontarsi sui disegni di sviluppo e formarsi a una cultura del bene comune rendendosi così attivamente partecipi di una pianificazione più profonda in uno scenario di interdipendenza e di reciprocità. Il tentativo sarà anche quello di agganciare la cosiddetta terza missione delle Università per un più efficace trasferimento scientifico, tecnologico e culturale, e soprattutto di trasformazione produttiva delle conoscenze con progetti di carattere educativo, culturale, sociale e di consapevolezza civile. In questa edizione del Forum, alla quale parteciperanno anche i ministri Giovannini e Carfagna, ci si confronterà sulla progettazione partecipata, PNRR e alcuni obiettivi comuni attraverso quattro villaggi tematici che punteranno sui temi della qualità, l’innovazione, le potenzialità dei borghi, la restanza giovanile, gli strumenti di coesione e la partecipazione civile. Del Forum e del significato dell’impegno di numerosi vescovi che guidano diocesi di svariate regioni italiane alle prese con le stesse problematiche umane, sociali e culturali, si parlerà nella sessione del Consiglio generale della CEI in corso di svolgimento a Roma. IL PROGRAMMA DEL FORUM Giovedì 26 maggio 15.00: Accoglienza e iscrizioni 15.30: Saluto introduttivo di mons. Felice Accrocca 16.00: Territori emarginati e fertilità delle differenze Sabrina Lucatelli, coordinatrice di “Riabitare l’Italia” e partner di progetto del Forum Disuguaglianze e Diversità 17.00: Dibattito 18.00: Presentazione villaggi tematici Ermete Realacci, presidente SYMBOLA; Fabrizio Antolini, presidente SISTUR; Francesco Monaco, Capo Dipartimento Supporto ai Comuni e Studi politiche europee – IFEL; Angela Marcarelli, coordinatrice CITTADINANZA ATTIVA – Regione Campania 20.15: Cena Venerdì 27 maggio 9.30: Introduzione lavori 10.00: PNRR, riduttore di distanze Enrico Giovannini, ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile 11.15: Coffee break 11.30: Aree interne, investimento per la crescita del Paese Mara Carfagna, ministro per il Sud e la coesione territoriale Intervista a cura di Andrea Covotta – Giornalista Rai 13.00: Pranzo 15.00: Progetto e competenza, motori per una velocità sostenibile Linee operative per attraversare responsabilmente la nuova fase sociale Villaggi tematici: Qualità, innovazione e transizione culturale; Borghi, aree interne e restanza dei giovani: attrattività possibili; Transizione e nuovi strumenti di coesione; Diritti, solidarietà e formazione alla partecipazione civile. 20.15: Cena 21.00: Visita alla città Sabato 28 maggio 9.00: Villaggi tematici, relazioni conclusive 11.00: Sviluppo e riequilibrio territoriale, buone prassi e progetti innovativi Maurizio Bianchi: “Power engineering” (Tecnologia e gestione dell’energia) Antonio Stasi: “Vazapp” (Scenari in agricoltura) Alfonso Santoriello: “Ancient Appia Landscapes” (Transizione archeologica) 12.00: Conclusioni

Tags: