venerdì 1 Luglio 2022 Airola. Cerimonia in ricordo del Carabinieri Pasquale Ruggiero | infosannionews.it venerdì 1 Luglio 2022
Smooth Slider
Forestazione, Cisl: “In atto una nuova governance del settore foreste.

Forestazione, Cisl: In atto una nuova governance del settore foreste.

Svolta radicale o ancora incertezze?L’atavica e annosa questione del settore ...

Arpaia, questa sera interruzione idrica notturna.

Arpaia, questa sera interruzione idrica notturna.

A causa del forte assorbimento in distribuzione, GESESA sarà costretta ...

Volpe riconfermato direttore generale Asl Benevento. Mastella: “Felicitato per la sua riconferma”

Volpe riconfermato direttore generale Asl Benevento. Mastella: Felicitato per la sua riconferma

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, ha rilasciato la seguente ...

AIA Benevento: Due grandi notizie per gli arbitri beneventani. 

Il Comitato Nazionale dell’Associazione italiana arbitri, infatti, ha annunciato la ...

Pietrelcina. Grande festa per il matrimonio del sindaco Mazzone

Grande festa per il matrimonio del sindaco di Pietrelcina Salvatore ...

Benevento Calcio. Ancora un arrivo dall'Entella : il greco Ilias Koutsoupias

Insieme al già annunciato Karic, da Chiavari arriva in giallorosso ...

Stampa articolo Stampa articolo

Airola. Cerimonia in ricordo del Carabinieri Pasquale Ruggiero

25/03/2022
By

Questa mattina, presso il cimitero di Airola, si è svolta la cerimonia in ricordo del Carabiniere Pasquale RUGGIERO, decorato della Medaglia d’Oro al Merito Civile “alla memoria”.
Dopo la preghiera e la benedizione da parte del parroco della Chiesa dell’”Annunziata”, Don Liberato MAGLIONE, la nipote del carabiniere caduto, Carmela RUGGIERO, accompagnata dal Comandante della Compagnia di Montesarchio e dal Comandante della Stazione di Airola, ha deposto un mazzo di fiori sulla tomba del militare.
Per l’occasione sono intervenuti anche il vice sindaco, il personale della Polizia locale e della Protezione civile di Airola.
I presenti hanno ricordato il carabiniere, trucidato il 25 marzo di 70 anni or sono in una località sita nei pressi di Tarvisio in provincia di Udine.
Il carabiniere RUGGIERO ed altri 11 commilitoni vennero presi in ostaggio nella serata del 23 marzo 1944 mentre presidiavano la centrale idroelettrica di Bretto di Sotto (oggi Slovenia) da una banda partigiana titina. I partigiani, sopraffatta la vigilanza verosimilmente per una delazione di lavoratori non del posto, occuparono e distrussero l’obiettivo, trasferendo i 12 militari catturati presso la “Malga Bala”, una costruzione rurale di alta montagna, utilizzata per il ricovero e governo dei bovini durante l’alpeggio.
Dopo averli fatti digiunare, il giorno seguente gli servirono una pietanza con soda caustica e pepe nero, per poi torturarli e mutilarli sino alla morte. Il Comandante del distaccamento il Vicebrigadiere Dino PERPIGNANO, venne arpionato ad un calcagno con un uncino, appeso a testa in giù e costretto a vedere la fine dei propri dipendenti.
A un militare fu squarciato il petto e nella ferita vennero conficcate le foto dei figli.
I loro corpi furono rinvenuti il 2 aprile successivo, in una grotta alle pendici di monte Blesevizza e furono inumati, prima a Tarvisio nella parte militare del cimitero e dopo la guerra, il carabiniere Pasquale RUGGIERO venne traslato nella sua Airola, dove riposa nella tomba di famiglia, dal maggio del 1948.
La Procura militare di Padova nel 2002 ha riaperto le indagini iscrivendo un procedimento penale nell’ambito del quale si sono individuati i presunti responsabili della strage
Il Presidente della Repubblica, Giorgio NAPOLITANO, il 27 marzo 2009 ha conferito ai 12 caduti la Medaglia d’Oro al Merito Civile e il 15 giugno del 2012, con solenne cerimonia militare, a Pasquale Ruggiero è stata intitolata la Stazione Carabinieri di Airola, dove era nato l’11 febbraio del 1944.

Tags: