lunedì 23 Maggio 2022 Guardia Sanframondi: coltivava marijuana in una mansarda alimentata con energia elettrica rubata.In manette un uomo del luogo. | infosannionews.it lunedì 23 Maggio 2022
Smooth Slider
Consiglio Territoriale per l’Immigrazione. Interventi in favore della popolazione Ucraina

Consiglio Territoriale per l’Immigrazione. Interventi in favore della popolazione Ucraina

Il Prefetto di Benevento, dr. Carlo Torlontano, nella giornata del ...

Covid, San Pio. Un dimesso e quattro nuovi ricoveri

Covid, San Pio. Un dimesso e quattro nuovi ricoveri

Sono diventati 25 i pazienti Covid al San Pio di ...

Ritorna la Festa della Ciliegia di Campoli del Monte Taburno

Dal 10 al 12 giugno, il borgo di Campoli del ...

Anniversario nascita San Pio, gran concerto dell'orchestra sinfonica del Conservatorio

In occasione del 135° Anniversario della nascita di Padre Pio, ...

Forum delle aree interne : Un ponte per le aree interne

Circa trecento amministratori, tecnici, operatori sociali e imprenditori, provenienti da ...

Stampa articolo Stampa articolo

Guardia Sanframondi: coltivava marijuana in una mansarda alimentata con energia elettrica rubata.In manette un uomo del luogo.

21/01/2022
By

I carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Cerreto Sannita (BN) e della locale Stazione, coadiuvati dal Nucleo Cinofili di Sarno (SA), al termine di capillare attivita’ informativa supportata da specifici servizi di osservazione e pedinamento tesa a riscontrare l’esistenza di una piantagione di “cannabis indica” all’interno di un’abitazione, hanno tratto in arresto, in Guardia Sanframondi (BN), un quarantenne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine, poiché nella mansarda, trasformata appositamente in serra per la coltivazione, sono state rinvenute due piante di “cannabis indica”, in  piena inflorescenza, alte circa un metro e mezzo, fogliame ed inflorescenze contenute in buste di plastica per un peso di circa due chilogrammi, oltre a fertilizzanti ed altro materiale atto allo scopo. I militari hanno rinvenuto, inoltre, sei trasformatori di energia elettrica, allacciati abusivamente alla rete pubblica mediante un cavo volante, utilizzati per fornire il riscaldamento e la necessaria illuminazione alla piantagione.

il tutto è stato sottoposto a sequestro e sono state immediatamente avviate le procedure per gli accertamenti di laboratorio volti a definire la quantità di principio attivo presente nello stupefacente.

Alla luce delle evidenze raccolte l’uomo al termine delle formalità di rito veniva tratto in arresto “detenzione e coltivazione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” e dopo le formalità di rito tradotto, come disposto dal Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Benevento, presso la propria abitazione. La misura precautelare disposta dalla polizia giudiziaria in sede di indagini preliminari, verrà sottoposta alla convalida dell’AA.GG:, avverso cui sono ammessi mezzi d’impugnazione. La persona coinvolta è da ritenersi sottoposta alle indagini e quindi innocenti fino a sentenza definitiva.

Precedenti operazioni già svolte di recente nell’area telesina evidenziano che il fenomeno della coltivazione interna di cannabis è apparentemente in crescita.

Tags: