Arrestato un uomo mentre tagliava legna in un’area protetta | infosannionews.it
In evidenza

Torrecuso. Ristrutturazione del plesso scolastico Antonio Fusco: l'assessore Alessandra Limata, annuncia l'avvio dei lavori

Finalmente i lavori per l'ampliamento e l'ammodernamento dell' edificio scolastico ...

Ritorno all'agricoltura, Mortaruolo: “Noi ci crediamo e siamo vicini ai giovani”

“Tornare all'agricoltura rappresenta il modo migliore per dare a un ...

GESESA Per il Territorio: “Bimbi in Bici”, Terza Tappa della Prima edizione per Benevento

L'intento è quello di trasmettere tramite lo sport i valori eco ...

Santa Sofia in Santa Sofia: Mariano Rigillo affascina con la Divina Commedia

Pubblico delle grandi occasioni per il ritorno in città del ...

Convegno Anspi il 24 Novembre su: “Oratorio e Nuove Generazioni”

“Oratorio e Nuove Generazioni” è il titolo del convegno che ...

Una Volare Benevento a ranghi ridotti perde lo scontro diretto con l'Arzano Volley

POCCETTI: "ABBIAMO GIOCATO CONTRO UNA SQUADRA CHE HA SBAGLIATO PIÙ ...

Arrestato un uomo mentre tagliava legna in un’area protetta

03/10/2012

Il Corpo Forestale dello Stato ha arrestato un uomo  mentre tagliava legna da un faggio di elevato pregio in un’area protetta.

Il Corpo Forestale ha tratto in arresto un individuo (colto in flagranza di reato) intento a porre in essere condotte illecite (furto aggravato) in danno del patrimonio boschivo forestale, in località “Fragoleto” nel territorio del Comune di Cusano Mutri.

E’ stato possibile riconoscere  il trasgressore (già noto alla giustizia) : si è provveduto immediatamente a bloccare lo stesso a bordo dell’autovettura colma di legname, stimato in circa 7 quintali di specie pregiata (faggio).
Si è provveduto al sequestro dell’automezzo, una Nissan Patrol di proprietà dell’arrestato, nonché di tutta l’attrezzatura utilizzata per la commissione del reato (motosega, roncola, eccetera).
E’ stata formalizzata, inoltre, la contestazione di danneggiamento, furto aggravato di piante in ottimo stato vegetativo, nonché deturpamento di bellezze naturali.
Infatti, l’area oggetto di furto, ricade in una zona dall’elevato pregio ambientale, di proprietà comunale e gravata da vincoli Sic, Zps e Parco regionale del Matese.

Print This Post Print This Post

             

Notizie dall’Italia e dall’Estero

Previsioni del Tempo

archivio