mercoledì 20 Ottobre 2021 Amorosi: “Quattro lune piene” accende le emozioni a Palazzo Maturi | infosannionews.it mercoledì 20 Ottobre 2021
Smooth Slider

Amorosi: “Quattro lune piene” accende le emozioni a Palazzo Maturi

15/09/2021
By

Nella suggestiva cornice di Palazzo Maturi ad Amorosi si è tenuta la presentazione del libro “Quattro lune piene” di Giovanna Iannotti (Casa Editrice Edizioni 2000diciassette), evento curato dalla Biblioteca Comunale “Carmen Romano”e dai ragazzi del servizio civile (Giusy Limata, Angelica Carbonelli e Hanh Andreone con il Progetto “Biblioteca per tutti”).

Alla manifestazione sono intervenuti il sindaco Carmine Cacchillo che ha espresso la sua disponibilità ad ospitare i giovani dediti alla cultura e per questo ha apprezzato il coraggio di una giovane ventenne che, attraverso la sua raccolta di poesie, si è spogliata di tutte le difese per esprimere al mondo le proprie emozioni.

L’autrice, infatti, scrive: ”Ho bisogno di strapparmi questo nauseante senso di vergogna nel mostrarvi ciò che la mia anima prova”.

La raccolta custodisce quattro anni di poesie disposte in ordine cronologico dal 2016 al 2020, ogni luna simboleggia un anno trascorso.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Amorosi Annamaria Parente ha dichiarato di aver letto e riletto il libro: “E’ stato così coinvolgente da colpirmi profondamente e mi ha trasmesso emozioni risvegliando in me la voglia di leggere poesie”.

L’editrice Maria Pia Selvaggio ha presentato il libro orgogliosa della sua giovane autrice.

Dopo gli interventi istituzionali è iniziato un viaggio in un mondo in cui le parole e la musica hanno guidato i presenti.

La stessa autrice Giovanna Iannotti ha presentato e letto le poesie scelte dalla raccolta, affidandone l’interpretazione ad Agata Pietrovito e Arianna Di Meo, componenti della compagnia teatrale “LiberaMente”,diretta da Domenico Riccio.

Le note del violino e del pianoforte di Cesare Zaira, la chitarra e la voce di Domenico Riccio e le percussioni di Giovanni Pizzo hanno accompagnato in sottofondo le poesie.

Tags: