venerdì 3 Dicembre 2021 Sostituzione di persona, appropiazione indebita e uso di atto falso, nei guai un impiegato postale di San Salvatore Telesino | infosannionews.it venerdì 3 Dicembre 2021
Smooth Slider

Trotta Bus, Varricchio e Perifano chiedono audizione in Commissione di assessore e vertici dell’azienda

I consiglieri comunali Marialetizia Varricchio (Partito Democratico) e Luigi Diego ...

Piano PNRR, il sindaco Mastella incontra Arcuri amministratore delegato di Invitalia.

Piano PNRR, il sindaco Mastella incontra Arcuri amministratore delegato di Invitalia.

"Ho avuto, ieri, un incontro con l’amministratore delegato di Invitalia, ...

Operazione bosco sicuro. Sorpresi con un drone a tagliare alberi nel parco Regionale del Taburno Cinque persone nei guai.

Nell’ambito di una vasta operazione denominata “Bosco Sicuro”, tesa alla ...

A Sant'Agata dei Goti Natale al Borgo: i commercianti portano in scena spettacoli, musica e artigianato

I commercianti si rimboccano le maniche e propongono un inteso ...

Stampa articolo Stampa articolo

Sostituzione di persona, appropiazione indebita e uso di atto falso, nei guai un impiegato postale di San Salvatore Telesino

26/08/2021
By

 

Faicchio –  I militari della Stazione Carabinieri di San Salvatore Telesino, a conclusione di un’attività d’indagine scaturita a seguito di denuncia sporta da R.G., un novantacinquenne del luogo, deferivano in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Benevento, M.R. quarantenne di San Salvatore Telesino per “ sostituzione di persona, uso di atto falso, appropriazione indebita e violazione della pubblica custodia di cose ”.

Il predetto, impiegato presso l’Ufficio postale di Faicchio, approfittando della buona fede dell’anziana vittima, all’insaputa di quest’ultima, effettuava vari prelievi dal suo conto corrente postale.

L’indagato venuto a conoscenza della denuncia, al fine di eludere le indagini a suo carico, si appropriava, mediante artifizi e raggiri, di un documento d’identità del denunciante, che allegava ad una lettera nella quale “sostituendosi” a quest’ultimo dichiarava di volere ritrarre la denuncia in parola.

Tale escamotage non ha però tratto in inganno il personale dell’Arma di San Salvatore, che tramite l’acquisizione di alcuni filmati estrapolati dalle telecamere di sorveglianza dell’ufficio postale di Faicchio, consentivano di individuare l’impiegato quale autore della falsa missiva.

Tags: