lunedì 8 Agosto 2022 Fai Cisl,confermato Bonus Braccianti. Bonus agricolo inserito nel Decreto Sostegni bis: “Vittoria del sindacato” | infosannionews.it lunedì 8 Agosto 2022
Smooth Slider
Elezioni 2022: pubblicato provvedimento per indirizzo generale e vigilanza dei servizi radiotelevisivi

Elezioni 2022: pubblicato provvedimento per indirizzo generale e vigilanza dei servizi radiotelevisivi

Si informa che nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – ...

Spopolamento aree interne: Telese Terme in controtendenza

Spopolamento aree interne: Telese Terme in controtendenza

In 2 anni oltre 100 residenti in più. In controtendenza ...

Valle Caudina, il 10 agosto una serata dedicata a Gigi Proietti

Nell’ambito della rassegna “Opulentia” Carlotta, figlia dell’attore romano, presenterà "Ndo ...

Forza Italia Montesarchio. Domani 9 Agosto vertice organizzativo della dirigenza

Si terrà domani sera a Montesarchio, alle ore 20.00, presso ...

Il festival “Riverberi” chiude i battenti stasera nella panoramica frazione Montorsi di Sant’Angelo a Cupolo

Il festival “Riverberi” chiude i battenti stasera nella panoramica frazione ...

Stampa articolo Stampa articolo

Fai Cisl,confermato Bonus Braccianti. Bonus agricolo inserito nel Decreto Sostegni bis: “Vittoria del sindacato”

20/05/2021
By

“Il bonus per gli operai agricoli a tempo determinato, contenuto nel Decreto Sostegni bis, approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, elimina una evidente discriminazione ai danni di una delle categorie più fragili del mercato del lavoro”.

Lo dichiarano i segretari generali di Fai Cisl Onofrio Rota, Flai Cgil Giovanni Mininni e Uila Uil Stefano Mantegazza, a conclusione dell’incontro di questa mattina con il Ministro per le Politiche Agricole Stefano Patuanelli.

“Fai, Flai e Uila ringraziano i Ministri Patuanelli e Orlando per la sensibilità dimostrata verso le loro richieste e l’attenzione profusa per raggiungere questo risultato”.

“L’impegno di Fai, Flai e Uila prosegue per definire con il governo un ammortizzatore sociale per la pesca e per i lavoratori a tempo indeterminato inquadrati con la Legge 240. Inoltre, deve trovare soluzione, attraverso una profonda revisione, l’annosa questione del mancato riconoscimento di ogni tipo di tutela verso i lavoratori che prestano la loro attività nelle aziende e nelle zone colpite da calamità ed eventi epidemici”.

Tags: