giovedì 30 Giugno 2022 Fernando Errico: “Napoli-Bari nel Piano nazionale di ripresa e resilienza. Ora accelerare” | infosannionews.it giovedì 30 Giugno 2022
Smooth Slider

Approvato il Programma di riqualificazione Paleolab e area del Geosito di Pietraroja

E’ stato approvato dal Vice Presidente della Provincia di Benevento, ...

Sasà Mendoza e Peppe Sannino ‘live’ sabato a Castelvenere per l’anteprima della Festa del Vino

Sasà Mendoza (piano), Domenico De Marco (batteria), Cristina Zeta (voce), ...

Covid, al San Pio salgono i ricoveri. Oggi due dimessi.

Dal bollettino diramato dall'azienda ospedaliera San Pio di Benevento, nelle ...

Acli Benevento, Mastella: auguri alla neo presidente Pagliarulo

Acli Benevento, Mastella: auguri alla neo presidente Pagliarulo

“I miei più sentiti complimenti alla neo presidente delle Acli ...

Chiusura Temporanea al Traffico della Strada Provinciale N° 79

Chiusura Temporanea al Traffico della Strada Provinciale N° 79

Al fine di consentire alla Società Gesesa lo spostamento delle ...

Stampa articolo Stampa articolo

Fernando Errico: “Napoli-Bari nel Piano nazionale di ripresa e resilienza. Ora accelerare”

19/03/2021
By

“Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Enrico Giovannini nel corso di un’audizione alla Camera ha rimarcato di fare presto e di rispettare i tempi di consegna della Napoli-Bari. Mi unisco anche io all’appello del Ministro al quale però chiedo di impegnarsi a semplificare norme e procedure. Un appello che sta lanciando da tempo anche il Presidente De Luca. I territori non possono più aspettare.
La prossima settimana incontrerò i vertici di Ferrovie dello Stato e saranno tre le parole chiavi dell’incontro: sviluppo, collaborazione e accelerazione.  La linea ferroviaria ad alta velocità Napoli–Bari, e’ l’elemento  di punta del potenziamento delle infrastrutture italiane inserita nel Piano nazionale di ripresa e resilienza con l’obiettivo non solo di velocizzare i tempi di percorrenza ma anche di aumentare l’accessibilità e la competitività delle aree interne, permettendo di distribuire i flussi turistici anche verso realtà più piccole ma ad alta attrattività culturale e paesaggistica. Dobbiamo ambire ad uno sviluppo locale e sostenibile, aperto alla competizione internazionale, ma fondato anche sulla valorizzazione di una comunità naturale. Il Sannio c’è! “

Tags: