martedì 13 Aprile 2021 Altrabenevento:Avvisi IMU e Tasi 2015 e 2016, l’assessore Serluca conferma che continuano ad arrivare ricorsi. | infosannionews.it martedì 13 Aprile 2021
Smooth Slider
Al “San Pio” 65 nuovi positivi al Covid

Al San Pio 65 nuovi positivi al Covid

L'Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento come da aggiornamento sui ...

Albertini consegna la panchina d'Argento ad Inzaghi. Presenti anche il Presidente Vigorito ed il Direttore Pasquale Foggia. Foto Mario Pietronigro

Al Benevento non basta il forcing finale, il Sassuolo espugna il Vigorito.

 Non riesce alla squadra di Inzaghi l'aggancio alle squadre che ...

Il sannita Achille Mottola è il nuovo Presidente del Conservatorio Cimarosa

"Formazione, Produzione Artistica e Ricerca,la tripla Mission"Achille Mottola, già commissario ...

Vaccini, Lonardo: iniquo trattamento regioni. Ema decida presto su Sputnik

Vaccini, Lonardo: iniquo trattamento regioni. Ema decida presto su Sputnik

“In occasione della graditissima e costruttiva visita nella città di ...

Altrabenevento:Avvisi IMU e Tasi 2015 e 2016, l’assessore Serluca conferma che continuano ad arrivare ricorsi.

08/03/2021
By

Scrive Gabriele Corona per Altrabenevento –

“Il Sannio Quotidiano del 5 marzo ha dato notizia di circa 250 ricorsi presentati dai contribuenti contro gli avvisi recentemente notificati dal Comune di Benevento relativi alle tasse IMU e Tasi degli anni 2014, 2015 e 2016. Gran parte di tali ricorsi si riferisce alla mancata indicazione nell’avviso del nome del funzionario incaricato della mediazione. L’assessore alle Finanze Serluca con un comunicato al Sannio Quotidiano difende l’operato dell’amministrazione sostenendo che gli avvisi sono legittimi ma conferma che i ricorsi finora arrivati sono 300, cioè il 10% degli avvisi inviati. Serluca ritiene che gli avvisi sono stati emessi nel rispetto delle norme ma la legge n.296 del 2006 impone precisi oneri a tutela del contribuente tra i quali l’indicazione sull’avviso del funzionario responsabile del procedimento di mediazione.

L’assessore Serluca non riconosce l’errore e per questo sicuramente il numero dei ricorsi è destinato ad aumentare, considerato che i termini non sono ancora scaduti. Il conseguente contenzioso comporterà per l’Organo Straordinario di Liquidazione mancati introiti di somme, che avrebbero dovuto essere utilizzate per pagare i creditori finiti nel dissesto”.

Tags: