martedì 13 Aprile 2021 Rinviata la campagna di prevenzione e monitoraggio della diffusione del Covid-19 | infosannionews.it martedì 13 Aprile 2021
Smooth Slider
Dipartimento«Europa Affari Internazionali»:Marcello Barrasso segretario PD San Giorgio del Sannio nuovo responsabile sannita

Dipartimento«Europa Affari Internazionali»:Marcello Barrasso segretario PD San Giorgio del Sannio nuovo responsabile sannita

In riscontro alla specifica richiesta dell’on. Lia Quartapelle, Responsabile nazionale ...

Al “San Pio” 65 nuovi positivi al Covid

Al San Pio 65 nuovi positivi al Covid

L'Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento come da aggiornamento sui ...

Albertini consegna la panchina d'Argento ad Inzaghi. Presenti anche il Presidente Vigorito ed il Direttore Pasquale Foggia. Foto Mario Pietronigro

Al Benevento non basta il forcing finale, il Sassuolo espugna il Vigorito.

 Non riesce alla squadra di Inzaghi l'aggancio alle squadre che ...

Il sannita Achille Mottola è il nuovo Presidente del Conservatorio Cimarosa

"Formazione, Produzione Artistica e Ricerca,la tripla Mission"Achille Mottola, già commissario ...

Rinviata la campagna di prevenzione e monitoraggio della diffusione del Covid-19

08/03/2021
By

La somministrazione dei 6.000 test antigenici inizierà al termine della “zona rossa”

Benevento – L’inizio della nuova campagna di prevenzione e monitoraggio della diffusione del Covid-19 attraverso l’utilizzo di tamponi antigenici rapidi, prevista per lunedì 15 marzo, verrà posticipato al termine del periodo di vigenza in Campania della misura della “zona rossa”. A renderlo noto è il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, che spiega:

“E’ una decisione assunta d’intesa con l’Asl, l’Ordine dei Medici, l’Ordine delle Professioni Infermieristiche e la Provincia per salvaguardare la salute dei cittadini fragili per condizioni fisiche o età in un momento in cui la diffusione del virus ha fatto registrare una pericolosa impennata e conseguentemente è stata adottata la misura della “zona rossa”. Crediamo infatti che, nonostante la macchina organizzativa fosse già pronta a partire, sarebbe stato illogico costringere i cittadini più fragili (e i loro accompagnatori) a spostarsi dalle proprie abitazioni in un momento in cui, al contrario, occorre invece salvaguardarli evitando contatti a rischio o possibili assembramenti”.

Di qui, quindi, la decisione del rinvio assunta di comune accordo tra tutti gli attori che avrebbero dovuto partecipare all’importante azione di monitoraggio della curva epidemiologica mediante la somministrazione gratuita di circa 6.000 test antigenici.

Tags: ,