martedì 13 Aprile 2021 Pietrelcina, modifica dello statuto comunale. Per la cittadinanza onoraria in corsa anche l’ex senatore Davide Nava | infosannionews.it martedì 13 Aprile 2021
Smooth Slider
Fernando Errico: “Officina di via Valfortore, garantire i livelli occupazionali”

Fernando Errico: “Officina di via Valfortore, garantire i livelli occupazionali”

“Condivido le preoccupazioni dei sindacati ed è giusto richiedere - ...

Pepe : “A Benevento una mera e fredda gestione del potere”

Pepe : A Benevento una mera e fredda gestione del potere

"L’ANAC ha annullato la nomina del Direttore Generale della Provincia ...

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

“A seguito delle preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali del TPL, ...

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

"Nuovo parcheggio di 13.000 metri quadrati per ampliamento del Centro ...

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Proseguono le consultazioni del Presidente della Provincia di Benevento Antonio ...

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

“Ho presentato in Senato una interrogazione al Ministro dell’Economia, Daniele ...

Pietrelcina, modifica dello statuto comunale. Per la cittadinanza onoraria in corsa anche l’ex senatore Davide Nava

27/02/2021
By

Dal “cappello a cilindro” del sindaco Masone, sbuca un quarto personaggio Per ora, resta escluso Francesco Gentile, il “pittore di Padre Pio”.

di Lino Santillo

Il consiglio comunale nella seduta di venerdì 26 febbraio per quanto attiene la cittadinanza onoraria dopo la votazione a favore dei tre illustri personaggi nelle persone dell’arcivescovo di Benevento mons. Felice Accrocca, di mons. Orazio Piazza, vescovo di Sessa Aurunca e del frate cappuccino fr. Francesco Pazienza hanno approvato una modifica dello statuto comunale. Si tratta del’art.1 ultimo comma dello stesso statuto comunale. Ricordiamo che lo statuto comunale è stato approvato con deliberazione di consiglio comunale n. 16 del 17 dicembre 20215 ed entrato in vigore il 17 aprile 2016. Intanto tra la minoranza vi è stato qualche mugugno per quanto attiene la stessa scelta operata dal sindaco Domenico Masone per individuare le tre personalità alle quali è stata concessa la cittadinanza onoraria. Ovviamente, gli stessi consiglieri di opposizione avrebbero gradito presentare qualche altro nominativo di grande prestigio. Nel paese natale di Padre Pio, non si è per nulla affievolita la protesta e la contestazione di molti cittadini legata all’esclusione (si spera almeno per ora, n.d.r.) del grande artista Francesco Gentile, da più parti definito come il “pittore di Padre Pio”. Un umile artista che tanto si è prodigato per ritrarre non solo i volti di Padre Pio, ma anche i luoghi più reconditi e sconosciuti del paesaggio pietrelcinese, come del centro storico e borgo antico. Decine e decine di quadri donati a Pietrelcina e anche ai frati cappuccini dove si possono ammirare nei luoghi santi del Convento e Museo ubicato in viale cappuccini. Un artista conosciuto in tutto mondo, il quale risponde in pieno ai valori e ai dettami dello stesso statuto. Intanto, dal “cappello a cilindro” del sindaco Domenico Masone, dopo la modifica dello statuto all’articolo 1, ultimo comma, dovrebbe essere assegnata ad una quarta persona la cittadinanza onoraria. Si tratta dell’ex senatore Davide Nava. Ma perché proprio il senatore di Circello e non altri? Senza dubbio, l’unica motivazione potrebbe scaturire dal fatto che, lo stesso uomo politico si impegnò in maniera fattiva per la legge speciale a favore di Pietrelcina. Infatti, si tratta della legge 14 marzo del 2001 n. 80 (interventi a favore di Pietrelcina) con l’impegno del sen. Davide Nava e altri con inizio del primo aprile 1998. Ovviamente, tutti attendono la sensibilità dello stesso primo cittadino a favore dell’artista Francesco Gentile, per un atto dovuto di riconoscenza, gratitudine e anche di onestà intellettuale. Ritornando alla modifica dell’art. 1, ultimo comma dello statuto comunale, ecco cosa recita l’articolo 1: “Principi ispiratori e finalità Pietrelcina è conosciuta nel mondo per essere “Il paese natale di Padre Pio”. L’incontro con i “luoghi” di Pietrelcina testimonia al visitatore il contesto familiare e sociale che ha formato il piccolo Francesco Forgione durante gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza. In questi luoghi Padre Pio ha sperimentato il sentimento dell’estasi ed ha intrapreso il cammino di Santità. I “luoghi “, sempre vivi ed impressi nei ricordi di Padre Pio, rappresentano in Pietrelcina la “culla” della spiritualità e trasmettono al pellegrino momenti di intensa e profonda meditazione. Il comune, per la sua vocazione turistico-religiosa, privilegia iniziative per la salvaguardia del territorio e per diffondere la conoscenza del messaggio spirituale del suo illustre Santo. Il comune è garante dei diritti e dei valori fondamentali dei cittadini nel rispetto della democrazia, della libertà, dell’uguaglianza e della solidarietà. Il comune antepone il bene collettivo per perseguire nella concordia la cultura della pace e della non violenza, il rispetto della persona umana e delle differenti tradizioni culturali, storiche e religiose. Il comune promuove lo sviluppo civile, politico, sociale, economico e culturale della comunità salvaguardando la libertà dell’individuo, l’integrazione, il diritto al lavoro, il sostegno all’istruzione scolastica ed alla cultura, la tutela della salute e del benessere generale. Il comune favorisce iniziative per le pari opportunità, per le disabilità, per il sostegno della famiglia, per la valorizzazione ed il riconoscimento dei meriti della terza età, per la formazione dei giovani, per la prevenzione del disagio giovanile e per la tutela dei minori. Il comune incentiva e valorizza il turismo, le memorie storiche e le tradizioni culturali e popolari della comunità, anche attraverso iniziative promosse dalle associazioni e dai singoli cittadini. Il comune privilegia lo sviluppo eco-sostenibile a difesa delle risorse ambientali, del paesaggio, della flora e della fauna, preserva il patrimonio storico-artistico, archeologico e museale, custodisce l’archivio ed i testi antichi esistenti sul territorio. Il comune concede la cittadinanza onoraria a persone italiane ed estere che, per straordinari meriti e valori, abbiano dato lustro alla comunità e/o a San Pio da Pietrelcina. Tale riconoscimento è concesso con delibera consiliare con una maggioranza non inferiore ai ¾ dei consiglieri comunali eletti, computando a tal fine anche il sindaco”. E, proprio l’ultimo comma risponde in pieno alle aspettative di tantissimi cittadini a favore dell’artista Francesco Gentile. Nello specifico: “il comune concede la cittadinanza onoraria a persone italiane ed estere che, per straordinari meriti e valori, abbiano dato lustro alla comunità e/o a San Pio da Pietrelcina”. In queste poche parole, è racchiusa tutta la motivazione a favore del “pittore di Padre Pio” che tanto si è prodigato per Padre Pio e per l’intera collettività pietrelcinese.

Tags: