sabato 17 Aprile 2021 Intesa tra Provincia, ASI, Comune e industrie per la Strada San Giorgio la Molara Statale 90 bis | infosannionews.it sabato 17 Aprile 2021
Smooth Slider

Alta Velocità NA-BA: il Centro Studi “A. Moro” ricevuto dal Commissario prefettizio Boniello.

“Verificheremo in ogni sede istituzionale la fondatezza di quanto denunciato ...

Imprese e Ristori. Schipani (Medimpresa-Acai) : “Istituire un tavolo istituzionale con tutta la deputazione sannita”

Imprese e Ristori. Schipani (Medimpresa-Acai) : Istituire un tavolo istituzionale con tutta la deputazione sannita

La condizione che sta caratterizzando la vita imprenditoriale e quella ...

Errico: “Recovery, incontrerò i sindacati per un’azione sinergica “

Errico: “Recovery, incontrerò i sindacati per un’azione sinergica “

“Ho ricevuto il Documento Unitario di CGIL, CISL e UIL ...

Provincia. Altri 3 dipendenti positivi

Provincia. Altri 3 dipendenti positivi

Nel tardo pomeriggio di oggi si è appreso del tampone ...

Asl, oggi sono 106 i positivi

Asl, oggi sono 106 i positivi

Dai 1209 tamponi processati oggi sono emersi 106 positivi dei ...

Intesa tra Provincia, ASI, Comune e industrie per la Strada San Giorgio la Molara Statale 90 bis

18/02/2021
By

Pieno accordo per la revisione progettuale della costruenda strada provinciale n. 44 collegante San Giorgio la Molara alla Statale 90 bis nei pressi di Benevento in contrada Ponte Valentino.

Provincia, Comune di Paduli, Area di sviluppo industriale e Pastificio Rummo hanno raggiunto un’intesa di massima sulla rettifica del tracciato di questa arteria destinataa collegare il Comune fortorino con la periferia del capoluogo in corrispondenza dell’agglomerato industriale, consentendo di rompere l’isolamento dell’area montana e di offrire un asse importante a supporto delle Aziende dell’area.

La riunione, convocata dal Presidente della Provincia, Antonio Di Maria,  aveva per tema la ripresa della programmazione di uno dei progetti stradali più importanti per il territorio sannita, ma che, da troppo tempo, registrava purtroppo una fase di stallo. Il progetto originario, peraltro in parte già realizzato, prevedeva una interferenza con l’agglomerato industriale di Ponte Valentino che diventava capolinea dell’arteria. Questo costituiva una situazione di concreto pericolo e coimunque di intralcio per il traffico a causa della presenza contemporanea all’interno dell’agglomerato sia dei mezzi pesanti, adibiti allo scarico e carico merci delle industrie presenti in zona, che del traffico ordinario da e per l’area fortorina. Da qui l’impegno di Di Maria, considerata l’evidente importanza strategica di questa strada, di far rivivere il progetto e completare l’asse viario ma in un’ottica nuova e diversa grazie a soluzioni tecnico-ingegneristiche. Secondo Di Maria, era necessario un confronto per avviare una sinergia tra tutti i Soggetti interessati ed impegnati a riprogrammare gli interventi a farsi. L’esito della riunione alla Rocca dei Rettori è stato positivo, a giudizio di Di Maria, perché ha consentito di acquisire l’efficientamento della spesa pubblica per investimenti e l’acquisizione di nuove condizioni ambientali per la stessa arteria.

Alla riunione hanno preso parte, oltre a Di Maria:  il Presidente dell’Asi Luigi Barone, il Sindaco di Paduli Domenico Vessichelli, il Presidente del Pastificio Rummo Cosimo Rummo, e per la Provincia: il Direttore generale Nicola Boccalone, il Dirigente Tecnico Angelo Carmine Giordano, gli ingegneri Michelantonio Panarese e Zosimo Maoilo.

Al termine dei lavori si è appreso che saranno realizzate due importanti varianti al progetto originario consistenti: 1) nella realizzazione di una rotonda in prossimità dell’agglomerato industriale, che verrà dunque “shuntato” o tenuto fuori dai flussi dei veicoli da e per il Fortore: 2) nella rettifica del tracciato che si svilupperà in vicinanza dell’agglomerato industriale di Paduli (BN) e che verrà dunque servito da questo asse viario.

Il Presidente dell’Asi Barone, commentando la riunione, ha definito òa riunione molto proficuo, perché ha consentito di raggiungere due importanti risultati a favore delle aziende e delle imprese operanti nei due agglomerati.

Tags: