lunedì 1 Marzo 2021 Airola. Carabinieri arrestano pregiudicati napoletani per furto di gasolio. | infosannionews.it lunedì 1 Marzo 2021
Smooth Slider
Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Presso l'azienda ospedaliera San Pio come riportato dal bollettino aggiornato ...

Riprendono le attività del Centro Studi “Aldo Moro” di Castelvenere: sarà voce critica del paese

Il coordinamento affidato  provvisoriamente a Mimmo Ragozzino.“Dov’eravamo rimasti …” Non ...

Mortaruolo : “Ho chiesto chiarimenti a De Luca su ordinanza chiusura scuole”

Mortaruolo : Ho chiesto chiarimenti a De Luca su ordinanza chiusura scuole

"Questa mattina ho inviato una lettera al Presidente Vincenzo De ...

Verdicchio non ha diffamato la Cooperativa La Solidarietà. Lo sancisce l’archiviazione del procedimento nei suoi confronti

Verdicchio non ha diffamato la Cooperativa La Solidarietà. Lo sancisce l'archiviazione del procedimento nei suoi confronti

Il dirigente Alessandro Verdicchio dà notizia dell'avvenuta archiviazione del procedimento ...

Airola. Carabinieri arrestano pregiudicati napoletani per furto di gasolio.

22/12/2020
By

Nel primo pomeriggio, militari della Stazione CC di Airola (BN) e dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia CC di Montesarchio (BN), a seguito di richiesta telefonica pervenuta tramite “112” intervenivano in località Madonna della Neve di Airola (BN) in quanto era scattato l’allarme posto presso l’impianto di diffusione radiotelevisiva. Gli operanti, giunti prontamente sul posto, sorprendevano due soggetti che, dopo aver forzato il cancello d’ingresso, rimuovendo il lucchetto con una tronchese, si erano introdotti all’interno dell’area e si erano appropriati di 1500 litri di gasolio che erano custoditi all’interno di una cisterna interrata. Il gasolio asportato era stato poi riversato a mezzo di una pompa in due serbatoi posti all’interno di un furgone risultato essere stato noleggiato in provincia di Napoli. I due, di anni 52 e 28, entrambi censurati e della provincia di Napoli, venivano tratti in arresto per il reato di furto aggravato e, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, venivano trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo da celebrarsi presso il Tribunale di Benevento. L’automezzo, la refurtiva e l’attrezzatura utilizzata venivano sottoposti a sequestro. A carico dei due veniva altresì avanzata proposta per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

Tags: