lunedì 1 Marzo 2021 Benevento. Nuova ordinanza di Mastella per evitare assembramenti nel Centro Storico. Misure anche per cimitero, panchine e mercato | infosannionews.it lunedì 1 Marzo 2021
Smooth Slider
Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Presso l'azienda ospedaliera San Pio come riportato dal bollettino aggiornato ...

Riprendono le attività del Centro Studi “Aldo Moro” di Castelvenere: sarà voce critica del paese

Il coordinamento affidato  provvisoriamente a Mimmo Ragozzino.“Dov’eravamo rimasti …” Non ...

Mortaruolo : “Ho chiesto chiarimenti a De Luca su ordinanza chiusura scuole”

Mortaruolo : Ho chiesto chiarimenti a De Luca su ordinanza chiusura scuole

"Questa mattina ho inviato una lettera al Presidente Vincenzo De ...

Verdicchio non ha diffamato la Cooperativa La Solidarietà. Lo sancisce l’archiviazione del procedimento nei suoi confronti

Verdicchio non ha diffamato la Cooperativa La Solidarietà. Lo sancisce l'archiviazione del procedimento nei suoi confronti

Il dirigente Alessandro Verdicchio dà notizia dell'avvenuta archiviazione del procedimento ...

Benevento. Nuova ordinanza di Mastella per evitare assembramenti nel Centro Storico. Misure anche per cimitero, panchine e mercato

05/12/2020
By

ORDINANZA SINDACALE prot. 119605 del 05/12/2020

IL SINDACO VISTO il DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2020 “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, recante: «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19» e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 luglio 2020, n. 74, recante: «Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19», nonche’ del decreto-legge 2 dicembre 2020, n. 158, recante: «Disposizioni urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19». (20A06767) (GU Serie Generale n.301 del 03-12-2020);

VISTA la copiosa normativa a riguardo emanata con disposizioni legislative, con i decreti del Presidente del C.M., con ordinanze ministeriali e del Presidente della G.R.C.;

CONSIDERATO che tra le misure dirette a prevenire o mitigare la diffusione dell’epidemia, già sancite dalla normativa sopra richiamata, particolare rilievo assumono l’osservanza della distanza di sicurezza interpersonale di almeno lmt e il connesso divieto di assembramento;

RITENUTO che il rischio di propagazione del contagio, può essere scongiurato o quanto meno mitigato con l’interdizione al pubblico di strade e piazze e luoghi aperti al pubblico con particolare affluenza;

VISTE le proprie precedenti Ordinanze prot. 108619/2020 e 110869/2020 con la quale, su indicazione del Comandante della Polizia Municipale è stata disposta fino al 03/12/2020 l’interdizione al pubblico in tutti i venerdì i sabati e le domeniche, nonché nei giorni festivi e prefestivi dalle ore 18 alle ore 22 di alcune strade e piazze cittadine fatta salva la possibilità di accesso e di deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private;

CONSIDERATO: • che in base al quotidiano monitoraggio dei casi COVID-19 e dei relativi ricoveri, non è dato rilevare una flessione del numero dei contagi; • che il pregiudizio per la salute dei cittadini è destinato ad aggravarsi in vista della consueta epidemia influenzale che ordinariamente colpisce vasti strati della popolazione nei mesi invernali, cui consegue talaltro un sensibile aumento di afflusso nei nosocomi; • che, anche per l’attuale andamento climatico oltre che per la conformazione orografica, il territorio cittadino è particolarmente esposto alla concentrazione delle polveri sottili, che – come evidenziatosi nelle aree più colpite dalla cd “prima ondata” incidono negativamente sulle sindromi respiratorie, costituenti gravissima manifestazione del Covid 19;

RITENUTO, pertanto, di dover disporre ulteriori misure dirette a limitare la presenza di pubblico nelle strade e piazze cittadine, nei giorni e nelle fasce orarie in cui, per n comportamenti consuetudinari, è particolarmente elevato il rischio di assembramento, con conseguente inosservanza anche involontaria del prescritto obbligo di distanziamento;

CONSTATATO che nei giorni di venerdì sabato e domenica e nei giorni festivi e prefestivi, specie dalle ore 18, lungo il C.so Garibaldi e relative piazze e traverse, segnatamente Via Traiano comprese le aree circostanti l’Arco, nonché in P.za Roma e in Via Annunziata (spazio antistante l’ingresso di Pal. Mosti) si registra una considerevole circolazione pedonale con conseguente inosservanza delle misure di distanziamento;

VISTI gli articoli 50 e 54 del TUEL 267/2000;

ORDINA

1) fermo restando quanto disposto dalle richiamate precedente Ordinanza prot. prot. 108619/2020 e 110869/2020, a decorrere dal 05/11/2020 e fino al 06/01/2021 la chiusura al pubblico in tutti i venerdì, i sabati e le domeniche, nonché nei giorni festivi e prefestivi, dalle ore 18,00 alle ore 22,00, delle sotto indicate strade e piazze cittadine, fatta salva la possibilità di accesso, e di deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private: c.so Garibaldi e relative piazze e traverse, segnatamente Via Traiano comprese le aree circostanti I ‘Arco, nonché P.za Roma e Via Annunziata (spazio antistante ingresso di Pal. Mosti);

2) dalle ore 22 alle ore 5 dei suddetti giorni vige, anche negli spazi urbani sopra elencati, il generale divieto di spostamento — assorbente rispetto alla disposizione di cui al precedente punto 1 – sancito dal DPCM del 03/11/2020 e dal DPCM 3/12/2020 salvo le eccezioni ivi previste;

3) nei luoghi nei giorni nella fasce orarie indicati nella precedente Ordinanza prot. prot. 108619 e 110869/2020 nonché al punto 1 della presente è fatto divieto di ritrovo e stazionamento dei minori;

CONFIDA In una più intensa e rigorosa attività di controllo e vigilanza da parte delle FF.OO. sui comportamenti dei minori;

RITENUTO inoltre di dover prevenire ulteriori comportamenti e occasioni che comportano la inosservanza della distanza di sicurezza interpersonale e del divieto di assembramento

ORDINA

A. sulle panchine dell’intero territorio cittadino potranno prendere posto due persone per volta oppure un minore o una persona non autosufficiente con il rispettivo accompagnatore, sempre nel rispetto del prescritto distanziamento interpersonale;

B. nelle domeniche e giorni festivi è interdetto l’accesso dei visitatori al Cimitero Comunale;

C. è sospeso lo svolgimento del mercato regionale del sabato nell’area Santa Colomba;

FA APPELLO al senso di responsabilità di tutti i cittadini perché assumano spontaneamente comportamenti improntati alla massima prudenza evitando occasioni di contatti interpersonali quando non strettamente necessari, significando che la diffusione dell’epidemia non è altrimenti gestibile e controllabile;

DISPONE che il Comandante della Polizia Municipale si raccordi, nelle previste sedi di coordinamento, con i responsabili delle altre Forse dell’Ordine per l’organizzazione dei relativi servizi di vigilanza e controllo; – che la presente ordinanza sia: – pubblicata all’Albo Pretorio on line del Comune di Benevento, nonché sul sito istituzionale www.comune.benevento.it ; notificata a mezzo flusso a tutti i Dirigenti Comunali; comunicata a mezzo PEC, al Prefetto di Benevento, al Presidente della Giunta Regionale, alla Questura, al Comando dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza e alla Polizia Municipale.

AVVERTE l’inosservanza delle disposizioni di cui alla presente Ordinanza, è punita con le sanzioni previste dal D.L. n 19/2020; avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, entro 60 giorni dalla pubblicazione o, in ulteriore alternativa, entro 120 giorni dalla pubblicazione, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

Tags: