giovedì 21 Gennaio 2021 Il Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio in merito alla riabilitazione della figura di Arturo Bocchini | infosannionews.it giovedì 21 Gennaio 2021
Smooth Slider
Aggiornamento Covid 19,al “San Pio” 34 nuovi positivi

Aggiornamento Covid 19,al San Pio 34 nuovi positivi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data ...

Asl, sono 38 i nuovi positivi al Covid 19.

Dall'aggiornamento sulla situazione dei contagi al Covid 19, nel Sannio, ...

Oggi al San Pio quattro deceduti per Covid 19 e un paziente dimesso

Quattro sono i pazienti Covid 19 deceduti nelle ultime 24 ...

Danneggiamento e furto negli ambulatori degli uffici dell'Asl in via Grimoaldo Re

Danneggiamento e furto negli ambulatori degli uffici dell'Asl in via Grimoaldo Re

Danneggiati gli uffici e saccheggiata la struttura.Nella notte alcuni malviventi ...

Il Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio in merito alla riabilitazione della figura di Arturo Bocchini

25/11/2020
By

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del “Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio” in merito alla riabilitazione della figura di Arturo Bocchini.

Di seguito ecco quanto scritto:

Arturo Bocchini

“Il Forum dei Giovani di San Giorgio del Sannio, relativamente alle ultime indiscrezioni di stampa e preso atto delle recenti dichiarazioni in merito alla riabilitazione della figura di Arturo Bocchini, si dissocia inequivocabilmente da qualsiasi forma di revisionismo storico e di celebrazione della sua figura nonché da ogni tipo di pubblico atto di rivalutazione del Ventennio fascista.

Dal 1926 al 1940, Arturo Bocchini ideò e perfezionò il sistema di polizia del regime, rendendosi indispensabile per il funzionamento della macchina di oppressione e controllo della dittatura. Nei quattordici anni nei quali ricoprì il ruolo di Capo della Polizia Fascista perseguitò l’opposizione politica reintroducendo la pena di morte e istituendo, tra l’altro, l’ufficio speciale di investigazione politica (OVRA) e il confino. Una serie di azioni che gli conferirono un potere secondo soltanto a quello di Mussolini, tanto da guadagnarsi l’appellativo di “Viceduce”, e che vanificano qualsiasi tipo di encomio per le elargizioni e le donazioni a favore della cittadinanza sangiorgese.

Conscia del contesto storico, politico e valoriale in cui opera, l’Associazione, nonostante la sua natura apartitica, avverte il dovere di ribadire i suoi principi costituzionali, quindi democratici e antifascisti, nonché di farsi portatrice dei valori del pluralismo e dell’inclusività, della libertà di espressione e di associazione.

Il Forum dei Giovani vuole cogliere questa occasione di dibattito per contribuire  all’immaginazione, presso Palazzo Bocchini, di uno spazio aperto a tutta la comunità sangiorgese: un luogo di cultura, di creatività, di sperimentazione, di mobilitazione cognitiva, di innovazione politica. Un luogo di Democrazia in cui nuove generazioni possano finalmente instaurare un rapporto più sano e costruttivo con la storia e il futuro del nostro Paese.

Su questi presupposti, l’Associazione non può che manifestare una ferma opposizione a qualsiasi tentativo di legare il Palazzo a recenti e futuri tentativi revisionisti; ma più in generale intende resistere a ogni forma di rivisitazione e revival di idee politiche dispotiche e repressive.

Ritiene, infine, essenziale che la collettività tutta possa manifestare il suo dissenso e, a tal proposito, si fa promotrice di una raccolta firme come atto di civiltà e tutela dei principi democratici su cui si fonda la Repubblica Italiana”.

San Giorgio del Sannio, lì 26 novembre 2020.