giovedì 21 Gennaio 2021 Barone (Asi Benevento): “A quarant’anni dal Terremoto il Contratto Istituzionale di Sviluppo Sannio-Irpinia sarebbe un nuovo riscatto” | infosannionews.it giovedì 21 Gennaio 2021
Smooth Slider
Aggiornamento Covid 19,al “San Pio” 34 nuovi positivi

Aggiornamento Covid 19,al San Pio 34 nuovi positivi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data ...

Asl, sono 38 i nuovi positivi al Covid 19.

Dall'aggiornamento sulla situazione dei contagi al Covid 19, nel Sannio, ...

Oggi al San Pio quattro deceduti per Covid 19 e un paziente dimesso

Quattro sono i pazienti Covid 19 deceduti nelle ultime 24 ...

Danneggiamento e furto negli ambulatori degli uffici dell'Asl in via Grimoaldo Re

Danneggiamento e furto negli ambulatori degli uffici dell'Asl in via Grimoaldo Re

Danneggiati gli uffici e saccheggiata la struttura.Nella notte alcuni malviventi ...

Barone (Asi Benevento): “A quarant’anni dal Terremoto il Contratto Istituzionale di Sviluppo Sannio-Irpinia sarebbe un nuovo riscatto”

23/11/2020
By

Di seguito il commento di Luigi Barone – presidente del Consorzio Asi di Benevento e consigliere Ficei con delega a Sud e Zes – sul Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) per le aree interne della Campania:

Luigi Barone

Benevento  – “A quarant’anni dal terremoto l’avvio delle procedure per la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo per Sannio e Irpinia sarebbe un importante segnale di speranza per le aree interne della Campania che furono così duramente colpite dal sisma e che ancora oggi ne pagano le conseguenze”. 

Così Luigi Barone, presidente dell’Asi della provincia di Benevento e consigliere delegato della Ficei per il Mezzogiorno, commenta il quarantennale del sisma dell’80.

“Quel tragico evento, infatti, non solo portò morte e distruzione ma generò un gap che vive ancora oggi e che è determinante per le difficoltà di sviluppo dell’economia in Irpinia e nel Sannio. Nonostante siano trascorsi quarant’anni, si attende ancora un riscatto definitivo che ora potrebbe arrivare attraverso il Contratto Istituzionale di Sviluppo”, prosegue Barone, che aggiunge: “Da tempo il sindaco di Benevento Mastella e il presidente della Provincia Di Maria sostengono la necessità di un Contratto Istituzionale di Sviluppo che possa andare ad affiancarsi alle Zes e produrre slancio per la crescita e l’insediamento delle aziende nelle aree interne della Campania.

Servono azioni a supporto della competitività, ma anche piani di semplificazione e facilitazione per chi vuole investire”. A tal proposito il presidente dell’Asi sannita plaude alle parole del consigliere delegato per il Mezzogiorno del premier Conte: “L’annuncio del dottore Gerardo Capozza di un’accelerata per il Contratto Istituzionale di Sviluppo Sannio-Irpinia è una ottima notizia in un giorno che ricorda un tragico evento. 

Grazie al Cis non solo ci saranno risorse ma si avrà una maggiore collaborazione tra tutti gli attori pubblici e istituzionali con uno snellimento burocratico e la valorizzazione di territori che da sempre pagano un deficit sul versante della dotazione infrastrutturale e delle dinamiche dello sviluppo. Solo con un intervento simile l’area geografica così duramente colpita dal sisma del 1980 troverà il suo definitivo riscatto”, conclude il presidente Barone.