lunedì 1 Marzo 2021 Altrabenevento:”Covid e dati contraddittori sul contagio e Mastella si dedica ai divieti al Centro Storico” | infosannionews.it lunedì 1 Marzo 2021
Smooth Slider
Democratici Benevento:”due milioni e mezzo di euro andati in fumo per l’ITI G.B. Lucarelli

Democratici Benevento:due milioni e mezzo di euro andati in fumo per l’ITI G.B. Lucarelli

Sicurezza Scuole, Democratici Benevento:"Di Maria e Mastella fanno saltare il ...

Il Festival filosofico del Sannio continua la sua programmazione, ecco le date

Il Festival filosofico del Sannio continua la sua programmazione con ...

Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Covid,al San Pio un deceduto.Sono 50 i nuovi positivi

Presso l'azienda ospedaliera San Pio come riportato dal bollettino aggiornato ...

Riprendono le attività del Centro Studi “Aldo Moro” di Castelvenere: sarà voce critica del paese

Il coordinamento affidato  provvisoriamente a Mimmo Ragozzino.“Dov’eravamo rimasti …” Non ...

Altrabenevento:”Covid e dati contraddittori sul contagio e Mastella si dedica ai divieti al Centro Storico”

20/11/2020
By

Ad intervenire con una nota stampa è Sandra Sandrucci presidente di Altrabenevento che  torna sulla questione dei dati Covid nel Sannio e sulla gestione Mastella dell’emergenza nel capoluogo:

“Contraddittori i dati sul contagio da coronavirus dell’Ospedale San Pio e della ASL che sbaglia ancora il calcolo dei positivi totali da agosto. Altrabenevento segnala l’errore mentre il sindaco Mastella si dedica ancora ai divieti per il centro storico
L’Azienda Ospedaliera San Pio di Benevento il 18 novembre ha comunicato di aver accertato attraverso l’esame dei tamponi, 71 nuovi casi positivi Covid19 residenti in provincia di Benevento ma chiarisce che “Per una reportistica dettagliata relativa ai positivi covid 19 della provincia di Benevento bisogna far riferimento al bollettino dell’ASL di Benevento”.
L’Azienda Ospedaliera nel report del 19 novembre (dati aggiornati alle ore 23.59 del 18 novembre), indica solo 44 nuovi casi positivi nel Sannio che evidentemente non includono i 71 comunicati dal San Pio.
La ASL, nello stesso Report indica il Totale di 1.771 Positivi da agosto e chiarisce che sono “inclusi guariti e deceduti”. Questa precisazione rende ancor più chiaro l’errore commesso il 3 novembre quando l’Azienda Sanitaria ha modificato la tabella fino ad allora utilizzata per fornire i dati giornalieri. Errore che ancora determina la mancanza di 392 contagiati nella comunicazione della ASL.
Pertanto, Altrabenevento ha scritto per la terza volta al direttore della Azienda Sanitaria, Gennaro Volpe “Prendiamo atto che sono stati necessari 16 giorni per aggiungere questa nota di chiarimento, ma vogliamo sperare che adesso possiate finalmente comprendere, in poco tempo, che avete commesso un banale errore di aritmetica quando avete utilizzato il nuovo Report grafico. Infatti, in quello del 3 novembre avete erroneamente sommato i 98 nuovi positivi ai 762 “positivi attuali” indicati nella tabella del 2 novembre senza aggiungere anche i 379 guariti e i 13 deceduti. Quindi, il Totale Positivi “inclusi guariti e deceduti” alla data del 3 novembre non erano 980, erano 1.252. Quell’errore produce anche nel Report di ieri, la mancanza di 392 contagiati da agosto. Infatti, ne indicate 1.771 ed invece sono 2.163″.
“Dottore Volpe, questa è la terza volta che le segnaliamo lo stesso errore con una formale lettera via Pec – scrive la presidente di Altrabenevento- ma la ASL, Azienda pubblica, continua a fornire dati sbagliati alla stampa e alla intera comunità del Sannio sulla evoluzione del contagio da Cobvid19 che è materia delicata. Abbiamo capito che siete in difficoltà per la gestione dell’emergenza, ma proprio per questo dovreste apprezzare le segnalazioni dei cittadini che pretendono solo informazioni corrette, invece di chiudervi nell’ostinato silenzio”.
I cittadini del Sannio continuano a non ricevere informazioni chiare e corrette sulla evoluzione del contagio ma il sindaco Mastella non ne parla. Continua ad indicare ogni giorno un nemico da combattere: prima i locali della Movida, poi i giovani, quindi i minori che non camminano mentre parlano, poi i frequentatori del centro storico ed infine i fumatori. Non interviene, invece, per fare in modo che la individuazione dei positivi e la gestione della quarantena sia fatta tempestivamente per isolare i focolai.
Ieri ha chiuso la sua segreteria a palazzo Mosti per precauzione, considerato che il parente di un suo collaboratore risulta contagiato. Non fece però, la stessa cosa poco prima delle elezioni regionali, quando un altro suo collaboratore risultò positivo al coronavirus”.

Tags: