martedì 24 Novembre 2020 Giustizia, Lonardo: “Riconoscere legittimo impedimento per ragioni sanitarie ad avvocati” | infosannionews.it martedì 24 Novembre 2020
Smooth Slider

La Consulta delle Donne. La panchina rossa è un simbolo contro la violenza di genere

La Consulta delle Donne plaude all’iniziativa intrapresa dal Comune di ...

Asl, 76 nuovi positivi di cui 3 sintomatici

L'asl comunica di aver effettuato oggi 24 Novembre 787 test ...

Decadenza ex Presidente Asea. Assolto Nardone perchè il fatto non sussiste

Decadenza ex Presidente Asea. Assolto Nardone perchè il fatto non sussiste

PD estraneo.Pur non avendo mai dubitato della totale correttezza dei ...

Puglianello,il Covid miete un’altra vittima.Sarà proclamato il lutto cittadino

Puglianello,il Covid miete un'altra vittima.Sarà proclamato il lutto cittadino

Stavolta a perdere la vita un uomo di San Salvatore ...

Covid 19, il bollettino ordinario dell'Unità di Crisi della Regione Campania

L’Unità di Crisi della Regione Campania ha reso noto il ...

A Telese Terme la casa rifugio dedicata a Nasrin Sotoudeh, per donne vittime di violenza. 

A Telese Terme la casa rifugio dedicata a Nasrin Sotoudeh, per donne vittime di violenza. 

Domani bandiera a mezz’asta al Comune“Partiamo da questa data simbolica ...

Giustizia, Lonardo: “Riconoscere legittimo impedimento per ragioni sanitarie ad avvocati”

31/10/2020
By

“Anche il Tribunale di Torino, con il crescere del numero di contagiati da Covid, si rende conto della necessità del ricorso al legittimo impedimento per ragioni sanitarie, e pertanto si dichiara disponibile ad accogliere le richieste formulate dai legali. Il Ministro Bonafede non può ignorare il dramma di migliaia di avvocati italiani che a causa dell’emergenza sanitaria hanno necessità ed urgenza di dichiarare il legittimo impedimento. È necessaria una norma che conceda tale prerogativa ai difensori”. Lo dichiara in una nota la senatrice, Sandra Lonardo, che nei giorni scorsi, raccogliendo le sollecitazioni del mondo forense, ha presentato una interrogazione al ministro della Giustizia per “conoscere quali iniziative intenda assumere per gli avvocati che, posti in quarantena o in isolamento fiduciario o, nella peggiore delle ipotesi, contagiati dal coronavirus, siano impossibilitati a presenziare alle udienze”. La senatrice ha chiesto al Guardasigilli “di attivarsi, per consentire di avere salve le legittime partecipazioni alle udienze, ma anche le scadenze processuali e i termini che debbono essere sospesi e rinviati, per poter così evitare ulteriori disagi all’avvocatura e ai loro clienti”.

Tags: