giovedì 26 Novembre 2020 Gruppo “DEI GOTI “ e PD di Sant’Agata de’ Goti: “Il Sindaco, tifoso di se stesso,  è decontestualizzato rispetto al ruolo” | infosannionews.it giovedì 26 Novembre 2020
Smooth Slider
Feleppa:”Pronti ad una alternativa per Benevento”  E sulle scuole “Valutare esigenze di tutti” 

Feleppa:Pronti ad una alternativa per Benevento E sulle scuole Valutare esigenze di tutti 

Nonostante tutto, nonostante l'emergenza del momento. “Alleanza di Centro” guarda ...

Lieto fine per un'escursionista sannita salvato sul Monte Mileto.Era con un'amico di San Severo

Benevento – La brutta avventura per due giovani escursionisti, uno ...

Edizione Presepe Vivente Faicchio “La Betlemme del Sannio”è stata annullata

Edizione 2020 annullataDi solito avremmo già iniziato a fare la ...

Ponte Ufita,Pepe sindaco di Apice: “Dopo cinque anni non è più il tempo delle passerelle”

Ponte Ufita,Pepe sindaco di Apice: Dopo cinque anni non è più il tempo delle passerelle

“Apprendo dalla stampa della visita effettuata sul cantiere del costruendo ...

Dialoghi a Distanza con DemOnLine su diversi temi legati alla politica locale e nazionale

DemOnLine, circolo politico e culturale campano, organizza "DaD - Dialoghi ...

Benevento. Giornata contro la violenza sulle donne, una panchina rossa in ricordo di Miriam e Raffaella

https://youtu.be/FClSMhIo-6UE' stata installata al Rione Libertà, dove ha vissuto Miriam ...

Gruppo “DEI GOTI “ e PD di Sant’Agata de’ Goti: “Il Sindaco, tifoso di se stesso,  è decontestualizzato rispetto al ruolo”

26/10/2020
By

“Nelle ultime ore, a seguito delle dichiarazioni rese a mezzo stampa del dott. Riccio, abbiamo ulteriormente avuto conferma, della sua ‘inappropriatezza’ ad affrontare un ruolo così importante e delicato come quello del Sindaco che normalmente dovrebbe basare le sue fondamenta su di un approccio e stile istituzionale di diverso profilo.
Questo Sindaco non è né distratto né distante, è semplicemente decontestualizzato rispetto al ruolo.
Ogni volta, siamo costretti a leggere dichiarazioni “da tifoso di se stesso”, e per chi lo conosce risulta anche fin troppo evidente che i contenuti di certe esternazioni sono “farina di altri sacchi”.
L’azione che si vuole condurre, che non è per niente una strategia comunicativa, ha il fine di distrarre l’attenzione generale dai problemi reali, di tentare di giustificare inadeguatezze ad affrontarli, di provare a smarcarsi o spesso a fuggire dalle responsabilità ricercandole in altri.
Vedi Sindaco Riccio, come te tutti noi abbiamo dignitose attività occupazionali, e non sono giustificate le tue esternazioni infelici del tutto gratuite e fuori luogo.
L’offesa verso gli avversari ti condurrà sempre più ad ingenerare divisioni e scontri ed è forse proprio questo quello che cerchi, almeno se non direttamente tu, i tuoi noti suggeritori.
Non cercare la fuga e lo smarcamento, non fa onore al ruolo di Primo Cittadino che sei chiamato a svolgere: per volontà popolare, si, quindi con dovere di impegno e concretezza nella azione, di risposta, sottoposto anche critica.
Voler postergare risposte ad impegni assunti, non ti fa onore. Non fa onore a nessuno.
La gratuità di certe esternazioni pubbliche rende pienamente evidente il tuo essere personaggio “voluto e costruito” come guida di questa maggioranza, variegata e multicolore, che per equilibri propri dovrà rinunciare sempre più di frequente a difendere le ragioni di una Comunità per “logiche e compromessi accettati”.
Leggere poi, ed ancora, altre continue offese verso la opposizione consiliare, questa si è un innegabile comportamento immaturo e certamente inadatto al ruolo.
Le affermazione rese e relative ad esempio ai temi della riduzione tributaria, della messa in campo immediata di nuove e meno onerose forme di governance su servizi comunali, il non affrontare contesti straordinariamente complessi, con comportamenti neanche ordinari, come la emergenza epidemiologica che viviamo, sono esempi di una non volontà a dar seguito ad impegni pubblici assunti, certamente nel momento in cui bisognerebbe dare prova di concretezza e presenza, predisponendo atti funzionali  a concretizzare tali obiettivi, in sostanza stai operando uno “smarcamento” continuo a riprova di poca attenzione  verso i cittadini.
Onorare il ruolo di rappresentanza popolare, per chi come Noi non lo ha mai tradito, rappresenta semplicemente assolvere ai propri uffici, che tu etichetti, banalmente, come “bulimia di apparizioni”.
Ebbene, il nervosismo che traspare nelle varie vostre scoordinate dichiarazioni fiume, non ci distrarrà dal tenere alta l’attenzione, in modo serio, sui temi di maggiore importanza per la Nostra Comunità.
Iniziate a dare risposte alle questioni e quesiti avanzati e per i quali non ancora avete dato riscontro, per esempio; parliamo di fatti, proposte e questioni concrete. Rammentate che non potrete nascondervi per SEMPRE…. Prima o poi i nodi, tutti, verranno al pettine.
Come per certe uscite stampa di alcuni personaggi che mortificano i luoghi delle Istituzioni, avendo prima utilizzato certe battaglie, con non poca  bramosia, per cercare visibilità popolare ed oggi, investiti di ruoli  istituzionali, rinunciano ad affrontarle ed anzi esprimono contrarietà, trincerandosi dietro al richiamo della “serietà”.
Non è assurdo, è semplicemente INCOERENTE, un rinnegare se stessi.
Ma oggi è un’altra Storia.
Intanto, Noi opposizione, vi chiediamo discutere ed impegnarvi su questioni serie, CONCRETE.
Gli inganni da voi perpetrati non saranno per  eterno, son come le bugie, hanno il naso lungo e vita breve.“