martedì 24 Novembre 2020 Unifortunato,ritornano gli incontri del laboratorio interdisciplinare “Shoah” memoria didattica e diritti” | infosannionews.it martedì 24 Novembre 2020
Smooth Slider

Dal 25 Novembre scuole dell'infanzia e prime classi elementari saranno in presenza

Le attività in presenza per la scuola dell’infanzia e per ...

Sant’Agata de’ Goti. Valentino: “L’Ordinanza sindacale non contempla quanto previsto dalla Regione”

Sant'Agata de' Goti. Valentino: L'Ordinanza sindacale non contempla quanto previsto dalla Regione

In riferimento  alla ordinanza Sindacale n. 209/2020 del 19.11.2020 ad ...

Bonea. Il Piano di Protezione civile arriva in Consiglio comunale

Bonea. Il Piano di Protezione civile arriva in Consiglio comunale

Bonea ha un suo Piano di Protezione civile. Lo rende ...

Pago Veiano. Scuola dell’Infanzia: tutti d’accordo per la riapertura

Pago Veiano. Scuola dell’Infanzia: tutti d’accordo per la riapertura

Le lezioni dal lunedì al venerdì: dalle 9,15 alle 14,15. ...

Pietrelcina. Potenziamento del turismo religioso: pronti 1.389.914,23 per tre interventi

Pietrelcina. Potenziamento del turismo religioso: pronti 1.389.914,23 per tre interventi

Una fiumana di euro dalla regione campania ai frati cappuccini ...

Rione ferrovia,fiamme in un appartamento ferito un 24enne

Un giovane è rimasto ferito  in seguito ad un'incendio divampato ...

Unifortunato,ritornano gli incontri del laboratorio interdisciplinare “Shoah” memoria didattica e diritti”

26/10/2020
By

Giovedì 29 ottobre si terrà il primo degli incontri della seconda edizione del Laboratorio universitario interdisciplinare ‘Shoah: memoria, didattica e diritti’, organizzato dall’Università Giustino Fortunato, uno dei pochi atenei in Italia a proporre un corso specifico su questo argomento.

Otto gli incontri del laboratorio universitario, coordinato dal Prof. Paolo Palumbo, Straordinario di diritto ecclesiastico e canonico dell’Unifortunato, che si svolgeranno da ottobre a maggio, con la presenza di illustri relatori e testimoni, per fornire strumenti approfonditi per interpretare il genocidio ebraico e creare gli anticorpi contro la discriminazione, l’odio, l’ingiustizia e le disuguaglianze.

L’iniziativa ha molte particolarità, come ricorda il Rettore,Giuseppe Acocella: “è un vero e proprio insegnamento universitario erogato agli studenti dell’ateneo, aperto anche delle scuole superiori e alla cittadinanza, e si sviluppa attraverso la modalità laboratoriale, con un approccio interdisciplinare, con esperti di pedagogia, diritto, filosofia, sociologia, per vedere come diversi saperi scientifici hanno ragionato e ragionano su questo tema.

La partecipazione di tanti studenti che hanno aderito al laboratorio consente di mantenere viva una memoria che altrimenti corre il rischio di cominciare a scolorire e testimonia che il laboratorio tocca aspetti fondamentali per la convivenza civile, a partire da quello relativo alle giuste coordinate del principio di legalità”.

Collaborano al progetto del laboratorio, i docenti dell’Unifortunato delle cattedre di Diritto ecclesiastico, Didattica, Storia della pedagogia, Fondamenti del diritto europeo, Filosofia, Sociologia, Psicologia, nonché esperti e studiosi di altri atenei ed associazioni.

Alle attività didattiche si assoceranno anche testimonianze, presentazioni, e un percorso sulla “Benevento ebraica”.

Lo scopo, ha sottolineato il coordinatore del corso, Paolo Palumbo: “è permettere allo studente di avere gli strumenti interpretativi e le capacità critiche per una conoscenza approfondita della storia del genocidio ebraico, delle persecuzioni razziali e delle politiche pubbliche della memoria.

L’iniziativa mira anche a mostrare l’uso delle fonti documentarie, per rendere gli studenti consapevoli della complessità delle interpretazioni storiografiche sul tema e per sviluppare un linguaggio disciplinare appropriato; le tematiche che saranno affrontate, infine, testimoniano l’importanza di offrire spunti nuovi di lettura e riflessione a partire dalla Shoah”.

Al ciclo di incontri del laboratorio prenderanno parte anche studenti degli ultimi anni delle scuole superiori.

Gli incontri si terranno tutti in modalità online e sono aperti anche ad esterni interessati. Per partecipare e ricevere le credenziali di accesso alle aule virtuali è necessario inviare una mail di richiesta a p.palumbo@unifortunato.eu.

Il percorso è valevole anche per la formazione dei docenti (Piattaforma Sofia n. id 49977)

Tags: