martedì 24 Novembre 2020 Benevento 1 Napoli 2, ma che Benevento! | infosannionews.it martedì 24 Novembre 2020
Smooth Slider

Dal 25 Novembre scuole dell'infanzia e prime classi elementari saranno in presenza

Le attività in presenza per la scuola dell’infanzia e per ...

Sant’Agata de’ Goti. Valentino: “L’Ordinanza sindacale non contempla quanto previsto dalla Regione”

Sant'Agata de' Goti. Valentino: L'Ordinanza sindacale non contempla quanto previsto dalla Regione

In riferimento  alla ordinanza Sindacale n. 209/2020 del 19.11.2020 ad ...

Bonea. Il Piano di Protezione civile arriva in Consiglio comunale

Bonea. Il Piano di Protezione civile arriva in Consiglio comunale

Bonea ha un suo Piano di Protezione civile. Lo rende ...

Pago Veiano. Scuola dell’Infanzia: tutti d’accordo per la riapertura

Pago Veiano. Scuola dell’Infanzia: tutti d’accordo per la riapertura

Le lezioni dal lunedì al venerdì: dalle 9,15 alle 14,15. ...

Pietrelcina. Potenziamento del turismo religioso: pronti 1.389.914,23 per tre interventi

Pietrelcina. Potenziamento del turismo religioso: pronti 1.389.914,23 per tre interventi

Una fiumana di euro dalla regione campania ai frati cappuccini ...

Rione ferrovia,fiamme in un appartamento ferito un 24enne

Un giovane è rimasto ferito  in seguito ad un'incendio divampato ...

Benevento 1 Napoli 2, ma che Benevento!

25/10/2020
By

Un ottimo Benevento anche contro il Napoli con i giallorossi che hanno ancora una volta fatto vedere di che pasta sono fatti. Sicuramente contro i giallorossi non sarà facile per nessuno quest’anno ma è chiaro che il tasso tecnico di taluni avversari poi fa si che il risultato finale sia a sfavore del Benevento. Ma, come si dice, non è contro questi avversari che si devono fare i punti, anche se, se ci si riuscisse non sarebbe male. Comunque da oggi inizia un nuovo campionato con 6 punti già nel carniere dopo 5 giornate tenendo conto di aver incontrato Inter, Roma e Napoli.

Caprari – Foto Mario Pietronigro

In campo oggi al Ciro Vigorito scendono le seguenti formazioni :

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon; Dabo, Schiattarella, Ionita; R. Insigne, Caprari; Lapadula. A disp.: Manfredini, Lucatelli, Basit, Tello, Viola, Maggio, Tuia, Improta, Di Serio, Sau, Hetemaj, Pastina. All.: Inzaghi

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo; Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Bakayoko; Lozano, Mertens, L. Insigne; Osimhen. A disp.: Contini, Ospina, Malcuit, Demme, Maksimovic, Politano, Hysaj, Ghoulam, Rrhamani, Petagna, Lobotka. All.: Gattuso

Arbitro: Doveri di Roma 1. Assistenti: Rocca di Catanzaro e Affatato di Vco. Quarto ufficiale: Pezzuto di Lecce. VAR: Valeri di Roma 2. AVAR: Passeri di Gubbio

Subito in avanti il Napoli al 2′ con Lozano ma Foulon chiude bene ed è solo angolo. Primi minuti ad appannaggio azzurro con Mario Rui che al 7′ serve Lozano ma la sua sponda per Osimhen è imprecisa. Al 9′ Foulon trattiene Lozano ma Doveri non lo ammonisce. E’ poi Roberto Insigne all’11’ che va via ma sbaglia il passaggio per Lapadula. Al 13′ è proprio la punta giallorossa a conquistare una punizione per un fallo subito da Bakayoko ma la battuta di Caprari è oltre la trasversale. Al 17′ va in gol Osimhen ma è in netta posizione di fuorigioco ed il risultato non cambia. Si propone Foulon al 19′ con una improvvisa accelerazione ma Insigne manda alto di testa. Lorenzo Insigne al 22′ sventaglia da sinistra a destra per Lozano che ha un contatto dubbio in area con Foulon dopo un tocco di palla con la sfera che arriva a Montipo’ e Doveri che dice di proseguire. Risponde il Benevento al 24′ con Caprari per Lapadula in area ma la palla scodellata dall’esterno è lunga. Al 26′ è Lozano a provare lo sfondamento sulla fascia ma Caldirola mette in corner mentre al 28′ punizione di Mertens ma Lapadula allontana di testa. Al 30′ il Benevento passa in vantaggio. Lancio di Caprari per Lapadula in area che mette subito al centro. La difesa partenopea respinge verso il fondo ma Lapadula riesce a tornare sulla palla ed a servire Roberto Insigne che davanti a Meret lo fulmina senza scampo.Tra il 34′ ed il 37′ Lozano prova a fare da rifinitore ma sul primo cross, libera Caldirola, sul secondo è Foulon a mettere in angolo. Al 38′ si sveglia Lorenzo Insigne che da una palla in area a Fabian Ruiz che la manda alle stelle. Ancora Lorenzo Insigne al 41′ che riceve da Mertens e prova un destro a giro dai venti metri ma vola Montipo’ e toglie la sfera dallo specchio della porta. Ci prova ancora il Napoli in  forcing nel  finale : al 43′ Caldirola devia in angolo un cross basso di Lozano ed al 44′  Manolas  svetta su una battuta d’angolo e colpisce la traversa con la palla che torna in campo ma viene mandata in angolo da Schiattarella. Un minuto dopo Caprari viene ammonito per proteste da Doveri che non vede un fallo di mano di un giocatore del Napoli in area sannita. L’arbitro concede un minuto di extra time nel quale Fabian Ruiz mette una palla al centro per Lorenzo Insigne ma il suo piattone e deviato da Glik. Finisce così la prima frazione con il Benevento in vantaggio per 1 rete a 0.

Tornano le squadre sul rettangolo di gioco con i medesimi uomini della prima frazione. Napoli parte subito a spron battuto con Lozano che mette in area per Mertens ma Dabo lo anticipa. Ci prova Lorenzo Insigne al 46′ ma Caldirola devia in angolo sulla cui battuta gira di testa Mertens ma Montipo devia. Al 48′ Schiattarella perde palla sulla propria tre quarti con Fabian Ruiz che da a Lorenzo Insigne in area che pur marcato da Glik riesce ad infilare la rete giallorossa ma l’avanti azzurro era in netto fuorigioco al momento del passaggio del compagno. Commette un errore nella propria meta campo al 51′ proprio Lorenzo Insigne ma Lapadula dai 30 metri fa partire un sinistro che risulta sbilenco e finisce lontano dalla porta azzurra. Al 53′ Inzaghi manda in campo Tuia sostituendo Caprari e schiera la difesa a 3. Ancora Lorenzo Insigne ci prova al 55′ su centro basso di Di Lorenzo ma il suo rasoterra non inquadra lo specchio della porta. Foulon si fa ammonire per un fallo su Lozano al 58′ proprio quando Gattuso aveva deciso di sostituirlo, come fa, mandando in campo al suo posto Politano ed inserendo anche Petagna per Mertens. Corner Napoli al 60′ battuto su Insigne al limite sulla cui battuta vola Montipo e mette in angolo. Ancora gli azzurri dalla bandierina, ancora al limite per Insigne che si accentra e con il piede sinistro disegna una parabola che scavalca Montipo, batte sulla traversa interna ed entra in rete. Benevento 1 Napoli 1. Al 64′ tre cambi nel Benevento,  dentro:  Improta per Dabo; Sau per Lapadula; Maggio per Foulon. Ancora Napoli al 66′ con Bakayoko che mette in area e Lorenzo Insigne colpisce di testa con la palla che sorvola di poco la traversa. Un minuto dopo gli azzurri vanno in vantaggio. Politano va via sulla destra, arriva sulla linea di fondo e mette all’indietro dove Petagna, lasciato solo, batte a rete di destro e Montipo sulla traiettoria riesce solo a deviare un tiro non irresistibile. Benevento 1 Napoli 2. Ci prova ancora Petagna al 69′ ma viene fermato con il fisico da Caldirola. A questo punto il Benevento alza il baricentro del gioco ed inizia a riproporsi in avanti alla ricerca del gol del pari. Al 70′ Letizia ci prova da fuori e Manolas manda in corner. Due minuti dopo accelera Improta sulla fascia sinistra e deve intervenire di forza Bakayoko per fermarlo e spedire in angolo. Nell’azione il giocatore del Napoli si infortuna e viene sostituito da Demme. Altro brutto fallo al 76′ di un Koulibaly che troppe volte, al pari di Osimhen, gioca al limite del regolamento con Doveri che glielo permette. Entrata con piede a martello su Ionita che resta a terra per l’arbitro tutto regolare. Al 77′ ultimo cambio nei giallorossi; esce l’autore del gol Roberto Insigne ed entra Di Serio. Prova il contropiede Politano al 79′ ma non si intende con Osimhen mentre all’81’ dopo un’azione in percussione  prova il sinistro ma Glik glielo devia in angolo. All’84’ lungo cross in area del Napoli quasi dalla tre quarti di Letizia da sinistra a destra e sul secondo palo entra di testa Maggio ma Mario Ruiz salva con il corpo deviando in angolo. Prova il Napoli a venire avanti e Doveri non usa lo stesso metro di giudizio che ha usato per Osimhen per tutto l’incontro andando ad ammonire Glik mentre il nigeriano è stato graziato in numerose occasioni. Contropiede giallorosso all’87’ con la difesa del Napoli in inferiorità numerica ma Sau mette al centro alzando la palla e Manolas ha la meglio su Di Serio. Forse, avesse messo la palla rasoterra, sarebbe stato più complicato per il difensore, alle spalle dell’attaccante, riuscire ad intervenire. Il Napoli all’88’ manda in campo gli ultimi due giocatori possibili: entra Lobotka per Fabian Ruiz e Ghoulam per Lorenzo Insigne. Al 90′ Doveri concede 6 minuti di recupero. Al 92′ una punizione di Tuia si infrange sulla barriera. Al 94′ Osimhen si porta la palla avanti con il braccio nettamente, ancora una volta Doveri non vede (?) con la punta che da a Politano la cui battuta scheggia la traversa dalla parte esterna. Al 96′ Politano stende Letizia al limite dell’area tra il vertice sinistro ed il fondo campo e viene ammonito. Sulla palla va Sau e Meret deve intervenire per togliere il pallone dall’incrocio dei pali della sua porta e spedire in corner. Ma non c’è più tempo e finisce così con il Napoli che espugna il Ciro Vigorito vincendo per 2 reti a 1. Un ottimo Benevento esce sconfitto ma a testa alta. Avesse pareggiato non avrebbe rubato nulla.

Foto Mario Pietronigro