lunedì 23 Novembre 2020 Biodigestore Ruggiero:”Ora la Regione Campania evidenzi tutte le criticità” | infosannionews.it lunedì 23 Novembre 2020
Smooth Slider

Dal 25 Novembre scuole dell'infanzia e prime classi elementari saranno in presenza

Le attività in presenza per la scuola dell’infanzia e per ...

Sant’Agata de’ Goti. Valentino: “L’Ordinanza sindacale non contempla quanto previsto dalla Regione”

Sant'Agata de' Goti. Valentino: L'Ordinanza sindacale non contempla quanto previsto dalla Regione

In riferimento  alla ordinanza Sindacale n. 209/2020 del 19.11.2020 ad ...

Bonea. Il Piano di Protezione civile arriva in Consiglio comunale

Bonea. Il Piano di Protezione civile arriva in Consiglio comunale

Bonea ha un suo Piano di Protezione civile. Lo rende ...

Pago Veiano. Scuola dell’Infanzia: tutti d’accordo per la riapertura

Pago Veiano. Scuola dell’Infanzia: tutti d’accordo per la riapertura

Le lezioni dal lunedì al venerdì: dalle 9,15 alle 14,15. ...

Pietrelcina. Potenziamento del turismo religioso: pronti 1.389.914,23 per tre interventi

Pietrelcina. Potenziamento del turismo religioso: pronti 1.389.914,23 per tre interventi

Una fiumana di euro dalla regione campania ai frati cappuccini ...

Rione ferrovia,fiamme in un appartamento ferito un 24enne

Un giovane è rimasto ferito  in seguito ad un'incendio divampato ...

Biodigestore Ruggiero:”Ora la Regione Campania evidenzi tutte le criticità”

21/10/2020
By


“E’ importante che l’ASI, dopo lo studio effettuato dall’Università del Sannio, abbia preso atto dell’impossibilità di realizzare a Ponte Valentino un impianto per il trattamento di 110.000 tonnellate di umido con annesso termovalorizzatore. Le enormi problematiche idrogeologiche dell’area e la totale assenza di una logistica legata all’impianto erano talmente evidenti che aver scomodato l’Università per un parere significava aver generato uno chiaro sperpero di denaro pubblico se non fosse stato che la spesa di tutto questo era a totale carico del proponente. Adesso l’attenzione va rivolta al procedimento amministrativo ancora in essere presso la Regione Campania, dove ci attendiamo di leggere le criticità che evidenzieranno le aziende del consorzio ASI, i pareri dell’autorità di Bacino certamente sopportati dall’ufficio ambiente della Provincia di Benevento, che da subito ha espresso una valutazione negativa verso l’impianto per gli enormi problemi idraulici legati ad un’area di confluenza fra due fiumi, Calore e Tammaro.  Se per l’impianto di San Nicola Manfredi abbiamo assistito all’espressione di un parere estremamente negativo da parte dell’Arpac, è evidente che un analogo parere dovrebbe giungere anche per l’impianto di Ponte Valentino. Mi lascia perplesso il fatto che l’iter stia andando avanti nonostante l’Energreen non abbia chiarito le modalità di connessione sia alla rete elettrica che per la consegna del biometano alla rete Snam. Ci auguriamo che l’ATO rifiuti, perennemente sprovvisto di piano, evidenzi almeno il cumulo di impianti in autorizzazione nel Sannio e che inoltre il Comune di Benevento faccia seguire ai proclami “silenziosi” una chiara dichiarazione di diniego per le competenze ambientali, paesaggistiche ed urbanistiche che le norme gli assegnano” .

Tags: