mercoledì 21 Ottobre 2020 Il Benevento senza timore reverenziale fa paura alla Roma poi però subisce una sconfitta immeritata | infosannionews.it mercoledì 21 Ottobre 2020
Smooth Slider
Covid-19:al”San Pio”quattro nuovi positivi

Covid-19:alSan Pioquattro nuovi positivi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data ...

La Gesesa fa sapere che non si può ripristinare il servizio idrico a località Ferrarisi di Ponte

La Gesesa fa sapere che non si può ripristinare il servizio idrico a località Ferrarisi di Ponte

Per causa di forza maggiore non dipendenti dalla nostra volontà ...

Uil. La Giunta di Benevento autorizza la sottoscrizione del Contratto Collettivo Integrativo anno 2020

Uil. La Giunta di Benevento autorizza la sottoscrizione del Contratto Collettivo Integrativo anno 2020

La segreteria territoriale della Uil Federazione Poteri Locali di Benevento ...

CCNL Alimentare. Rota (Fai Cisl) : ” Federalimentare riprenda il coordinamento2

CCNL Alimentare. Rota (Fai Cisl) : Federalimentare riprenda il coordinamento2

“Che anche le associazioni di imprese non firmatarie del contratto ...

A causa del Covid 19 le sedute di Giunta Comunali si terranno da remoto

A causa del Covid 19 le sedute di Giunta Comunali si terranno da remoto

A seguito del peggioramento della situazione sanitaria, è stato deciso ...

Il sindaco Mastella ha incontrato oggi l’amministratore delegato di Anas

Il sindaco Mastella ha incontrato oggi l'amministratore delegato di Anas

Il primo cittadino a evidenziato i problemi di viabilità che ...

Il Benevento senza timore reverenziale fa paura alla Roma poi però subisce una sconfitta immeritata

18/10/2020
By

Dubbi sull’azione del primo pareggio della Roma non rilevato dall’arbitro nè dal Var e su alcuni interventi che dovevano essere sanzionati con la manata di Mancini sul volto di Lapadula.

Queste le formazioni in campo :

Roma (3-4-2-1): Mirante; Mancini, Cristante, Ibanez; Santon, Pellegrini, Veretout, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko. A disp.: Pau Lopez, Boer, Juan Jesus, Fazio, Peres, Kumbulla, Villar, Darboe, Zalewski, Mayoral, Carles Perez. All.: Fonseca.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon; Ionita, Schiattarella, Hetemaj; Iago Falque, Caprari; Lapadula. A disp.: Gori, Manfredini, Maggio, Pastina, Tuia, Basit, Dabo, Improta, Insigne, Tello, Di Serio, Sau. All.: F. Inzaghi.

Arbitro: Ayroldi della sezione di Molfetta.

Assistenti: Del Giovane della sezione di Albano Laziale e Galetto della sezione di Rovigo.

Quarto ufficiale: Piccinini della sezione di Forlì.

VAR: Mazzoleni della sezione di Bergamo.

AVAR: Fiorito della sezione di Salerno.

Il Benevento scende in campo a Roma schierando dal primo minuto Lapadula quale punta centrale con alle spalle Caprari e Iago Falque. In difesa Foulon e Letizia sulle fasce e Glik e Caldirola al centro. Le chiavi del centrocampo affidate a Schiattarella con Dabo e Ionita a fare gli interni. Nei primi minuti la Roma prova a schiacciare il Benevento nella propria area ma sono i giallorossi ospiti a passare in vantaggio al 5′ minuto. Caprari si accentra dalla fascia sinistra sulla linea dell’area e fa partire un tiro che, deviato da Ibanez, si impenna e scavalca Mirante portando in vantaggio il Benevento. Prova subito a rispondere Mkhitaryan ma viene chiuso in corner mentre un cross di Schiattarella al 10′ trova Caprari in fuorigioco. La Roma preme sull’acceleratore e prima Pellegrini di testa non da forza al pallone su cross di Spinazzola al 12′ e poi Cristante prova ad allungare la palla preda di Montipo’ su lancio di Spinazzola al 18′, cercano di creare problemi alla difesa ospite che si disimpegna bene. Risponde il Benevento al 21′ con Ionita che mette in area un cross sul quale nessuno può arrivare ma ancor più con Lapadula al 23′ che perde l’attimo giusto per battere a rete dal centro dell’area, battuta che sarebbe potuta essere letale per i capitolini, e l’occasione sfuma. Risponde subito la Roma con Pedro che mette al centro e Mkhitaryan cerca il colpo di testa ma la palla viene smorzata da Foulon e Montipò può parare facilmente. Dopo due tentativi vani di Pedro al 28′ il cui tiro è impreciso ed una punizione di Pellegrini che pesca Mancini in off side, al 30′ la Roma pareggia. Azione viziata da un netto fallo a centrocampo su Caprari non rilevato dall’arbitro con i padroni di casa che vengono avanti ed in area Pellegrini da a Pedro al libero centro  il cui tiro viene sfiorato da Montipò e si infila in rete. Viene anche ammonito Caprari per proteste per il fallo subito con i calciatori del Benevento che chiedevano l’intervento del Var che non c’è stato. E’ Ibanez poi al 33′ ad essere ammonito per un fallo su Dabo. Raddoppia la Roma al 35′. Mirante rilancia, Mkhitaryan fa un assist per Dzeko che infila il portiere del Benevento con freddezza. Provano le due squadre a superarsi ma non riescono a creare azioni veramente pericolose e si giunge al 45′ con l’arbitro che concede 3 minuti di recupero. Al 47′ va in gol Mkhitaryan ma la rete viene annullata per un fuorigioco di Spinazzola che ha dato il via all’azione ed il risultato non cambia. Termina così la prima frazione con le squadre che rientrano negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio per 2 reti a 1.

Si ritorna in campo con il Benevento che manda sul rettangolo di gioco Insigne al posto di Iago Falque. Al 47′ è Spinazzola che entra in area e prova il tiro ma Glik respinge. Il Benevento risponde con Caprari ma il suo tiro è fiacco. Al 53′ il Benevento pareggia. Ionita quasi ruba palla a Veretout che gli da un pestone e l’arbitro assegna il rigore ed ammonisce Veretout. Sulla palla Lapadula con Mirante che respinge ma la punta ospite riprende la sfera ed insacca. Al 57′ prova Caprari con un traversone a servire Insigne ma Spinazzola libera. Al 61′ è Lapadula ad andare vicino al gol con Mirante che gli respinge la battuta ravvicinata ma era in fuorigioco. Al 64′ Spinazzola mette al centro ma Glik libera. Un minuto dopo viene ammonito Santon per una entrata da dietro su Caprari. Al 67′ rigore per la Roma. Montipò in uscita tocca la palla ma stende Pedro e per l’arbitro è penalty. Batte Veretout e spiazza il portiere ospite. Fonseca sostituisce due calciatori al 73′ : entra Villar ed esce Veretout, entra Bruno Peres ed esce Santon. Al 75′ Dzeko sottoporta devia una sponda di Ibanez ma Montipò di piede devia. Altra sostituzione negli ospiti con Improta che prende il posto di Dabo. Al 77′ passa di nuovo la Roma. Contropiede dei padroni di casa con Villar che da a Mkhitaryan che dà a Dzeko che segna quasi a porta vuota. Altro cambio per Fonseca che mette in campo Perez e tira fuori Pedro, inserisce Kumbulla e toglie Ibanez. Siamo al 78′. Quattro minuti dopo Inzaghi manda in campo Sau e Hetemaj e toglie Lapadula e Schiattarella. Cartellino giallo anche per Foulon all’83’ per fallo su Perez mentre Mkhitaryan sbaglia una facile occasione servito da Bruno Peres. Ancora sostituzioni all’85’ : esce Dzeko ed entra Borja Mayoral nella Roma, esce Foulon ed entra Maggio nel Benevento. All’86’ corner di Sau e Improta sul primo palo gira di testa ma la palla è alta. All’89’ quinto gol dei padroni di casa. Azione personale di Carlo Perez che parte dalla sua metà campo e va a realizzare con un tiro dal limite. Al 90′ l’arbitro concede 3 minuti di recupero e poi manda tutti negli spogliatoi. Vince la Roma 5 a 2 ma il Benevento non ha sfigurato.

Tags: