sabato 31 Ottobre 2020 Pietrelcina. Casa del Pellegrino: la manifestazione d’interesse per l’acquisto dell’immobile ancora in alto mare | infosannionews.it sabato 31 Ottobre 2020
Smooth Slider
Ospedali, Maglione: “Richiesta Mastella è solo propaganda, occorre atto amministrativo”

Ospedali, Maglione: “Richiesta Mastella è solo propaganda, occorre atto amministrativo”

Il Sindaco di Benevento chiede la riattivazione degli ospedali di ...

Covid, Noi Campani: attivare immediatamente strutture di Sant’Agata de’ Goti e Cerreto Sannita

Covid, Noi Campani: attivare immediatamente strutture di Sant’Agata de’ Goti e Cerreto Sannita

"Per l'emergenza Covid bisogna attivare immediatamente le strutture di Sant'Agata ...

L’A.O.R.N. “San Pio” oggi ha processato  nr. 248 tamponi, dei ...

Sant’Agata de’ Goti. Pd : ” In consiglio comunale omicidio della sensibilità verso le fasce più deboli”

Sant'Agata de' Goti. Pd : In consiglio comunale omicidio della sensibilità verso le fasce più deboli

Nel consiglio comunale di venerdì sera, scrivono dal Pd,  abbiamo ...

La Ministra Bellanova alla Summer School CIVES

“Sperimentare nuove economie, nuove relazioni sociali, nuove istituzioni civili” devono ...

Emergenza covid-19, divieto di stazionamento/ assembramento in alcune aree di Telese Terme

Emergenza covid-19, divieto di stazionamento/ assembramento in alcune aree di Telese Terme

Divieto di stazionamento/assembramento in piazze, vie e giardini pubblici della ...

Pietrelcina. Casa del Pellegrino: la manifestazione d’interesse per l’acquisto dell’immobile ancora in alto mare

27/09/2020
By

Di proprietà dell’Asl di Benevento ubicata in località Piana Romana, la cifra stabilita è di euro 2.036.000,00.  Una struttura abbandonata mai andata in funzione, il costo originario per costruirla dal comune sannita ben 7 miliardi di vecchie lire.

di Lino Santillo

Continua la telenovela del famoso “albergo trivulzio” ubicato nei pressi di Piana Romana come è stato battezzato da più parti dalla collettività pietrelcinese e non solamente. Una storia infinita che dura da anni e anni e che non trova nessuna via d’uscita. Oramai, a Pietrelcina si vende solamente, la parola “fittasi” è scomparsa dal vocabolario. Un edificio imponente che doveva essere destinato ad Albergo, mai andato in funzione, mai aperto. Un complesso mastodontico che fa bella mostra di sé, una struttura ieratica gigantesca. Costruito durante l’amministrazione guidata da Pio Iadanza, fortemente voluto dall’ente comune e mai aperto. Un costo esorbitante di ben 7 miliardi di vecchie lire. Appena terminato, l’unica cosa certa l’arrembaggio a depredare tutto di giorno e di notte. Una cosa è certa mai nessuno è stato preso con le mani nel sacco. E stato trafugato ogni cosa, dai mobili alle cucine, dalle suppellettili agli arredi. Non esiste più nulla. Anche gli infissi portati via, in particolare anche quelli di vetro. Intanto, all’interno si è formata una piscina con acqua putrida e tantissime erbacce. Una vera desolazione. Una curiosità, l’unica cosa che non è stata portata via è stata la ringhiera che delimita il grande complesso abbandonato all’incuria e ai predatori. Lo sapete perché? Ci siamo recati sul campo per verificare e toccare con mano: perché è di plastica. Ecco, svelato il mistero. Dopo tanti anni di abbandono mai nessuno ha inteso fittarla o acquistarla. Poi, il colpo si scena. Viene acquistata dall’Asl Bn1 di Benevento, malgrado un contenzioso con l’amministrazione Domenico Masone. Poi, altri anni di continuo abbandono e degrado. Altro colpo di scena. L’Asl di Benevento l’ha messa in vendita o meglio negli anni passati ha inteso acquisire manifestazioni di interesse per l’acquisto dell’immobile denominato “Casa del Pellegrino” sito in Pietrelcina– località Piana Romana. Tale situazione è riferita alla passata “gestione” del Direttore Generale Franklin Picker. “Il tutto, in attuazione dei principi comunitari di parità di trattamento, non discriminazione, proporzionalità e trasparenza è consentito a chiunque abbia interesse di presentare apposita istanza. I dati catastali e le caratteristiche dell’immobile sono di seguito riportati: catasto urbano foglio 8 particella 463; classificazione urbanistica e destinazione di zona: turistico – religiosa ed in particolare: per mq. 13.439 in zona Atsp (attrezzature speciali o di culto di interesse internazionale) e per mq. 2.650 in zona RTS (residenziale turistico-sociale); superficie complessiva dell’area: mq 16.089; superficie complessiva dell’immobile: mq 5.000 circa composti da n. 3 piani fuori terra di circa mq. 1.400 e di un piano parzialmente interrato di circa mq. 600; prezzo a base d’asta euro 2.036.000,00 come definito nella delibera della Giunta Regionale n. 712 del 30/12/2014 pubblicata sul Burc n. 1 del 05/01/2015”. Ricordiamo che, la manifestazione di interesse non determina l’insorgenza di alcun titolo, diritto o interesse giuridicamente rilevante a pretendere la prosecuzione della procedura. L’Asl Benevento si riserva espressamente la facoltà di recedere dalla procedura o di sospenderla o modificarne i termini o le condizioni in ogni momento. Acquisita la manifestazione di interesse l’Asl può procedere alla vendita ai sensi dell’art. 73 lettera c) del Regio Decreto 23/05/1924 n. 827, secondo modalità che verranno stabilite in sede di procedura di gara. I costi per la redazione della manifestazione di interesse e di partecipazione alla procedura sono e rimangono ad intero carico dei soggetti interessati. Anche se tale manifestazione d’interesse è riferita all’anno passato 2019. Fino ad ora, ancora nessuno ha acquistato il fatiscente immobile che fa bella mostra di sé da anni e anni. Tantissimi cittadini pietrelcinesi hanno a più riprese dichiarato che è “preferibile raderlo al suolo considerato anche che tale struttura si trova su di un mare d’acqua”.

Tags: