domenica 28 Febbraio 2021 Adiconsum : Insostenibile per le famiglie i continui aumenti della benzina. | infosannionews.it domenica 28 Febbraio 2021
Smooth Slider
Caporaso, sindaco di Telese su Covid alla Malgieri : “L’attenzione da parte nostra è altissima”

Caporaso, sindaco di Telese su Covid alla Malgieri : L’attenzione da parte nostra è altissima

Casi di positività alla Maugeri, la dichiarazione del sindaco di ...

Benevento. Manca il medico in Questura, la Li.Si.Po scrive al Prefetto

Benevento. Manca il medico in Questura, la Li.Si.Po scrive al Prefetto

"Oggetto: cercasi medico per la questura di benevento Lettera aperta ...

AltraBenevento : “Sparito il tetracloroetilene, miracolo non credibile”

AltraBenevento : Sparito il tetracloroetilene, miracolo non credibile

Scrive Gabriele Corona da AltraBenevento : "Gesesa pubblica nuove tabelle ...

Gli Amici della Terra a colloquio con il delegato del Prefetto

Gli Amici della Terra a colloquio con il delegato del Prefetto

Una delegazione del Comitato Promotore del Club degli Amici della ...

Sospensione didattic in presenza: la nota dell’Unisannio

Sospensione didattic in presenza: la nota dell'Unisannio

L'ordinanza n. 6 del 27 febbraio 2021 sospende le lezioni ...

Adiconsum : Insostenibile per le famiglie i continui aumenti della benzina.

24/08/2012
By

Nuovo record a 2 euro. Per Pietro Giordano Adiconsum: “Insostenibili per le famiglie i continui aumenti. Il Governo per primo faccia la propria parte e tagli le accise e si adoperi per una liberalizzazione della distribuzione, mettendo fine ai monopoli”. Con un abbattimento di circa 40 cent/litro, si ha un risparmio medio di 400 euro/anno per auto. Bisogna tagliare le  accise e liberalizzare è questa una misura per il rilancio economico del Paese.

Dal risparmio sui carburanti immediati i riflessi sul carrello della spesa. Il Governo per primo – dichiara Pietro Giordano, Segretario Generale di Adiconsum – faccia la propria parte mettendo mano alle accise, a cominciare da quelle che non hanno più ragione di essere e riducendo le altre.Servono liberalizzazioni non proposte sul “tetto” al prezzo della benzina – prosegue Giordano – che finiscono col deprimere l’economia e quindi l’occupazione e i consumi.Gli sconti applicati nei weekend estivi insieme alla riduzione delle accise, in tutto 30-40 centesimi al litro, – continua Giordano – porterebbero un risparmio di 400 euro a famiglia per auto (800 euro per una famiglia con due auto). Abbattimento delle accise e maggiore concorrenza nel settore dei carburanti – conclude Giordano – rappresentano una misura per il rilancio dell’economia del Paese, poiché il prezzo dei carburanti ha ripercussioni immediate sul carrello della spesa delle famiglie, in quanto tutti i beni di consumo in Italia viaggiano su gomma, come pure si riflette immediatamente sui trasporti pubblici locali.

Print This Post Print This Post