venerdì 30 Ottobre 2020 Gesesa. A 20 ore di incubazione, nessun batterio sulle piastre inseminate con l’acqua incriminata | infosannionews.it venerdì 30 Ottobre 2020
Smooth Slider
Benevento. Inviata alla Regione la richiesta di finanziamento per l’ex cementificio Ciotta

Benevento. Inviata alla Regione la richiesta di finanziamento per l’ex cementificio Ciotta

Ieri la consegna formale al Comune da parte dell’Agenzia dei ...

Benevento, Festa di Halloween. I divieti dell’ordinanza comunale

Benevento, Festa di Halloween. I divieti dell'ordinanza comunale

Varate le misure restrittive per la festa popolare di Halloween ...

Pesco Sannita.  Medico di famiglia contagiato scrive al Sindaco per informare i pazienti

Pesco Sannita. Medico di famiglia contagiato scrive al Sindaco per informare i pazienti

“Il dottore Meola Pietro nell’informarmi che è risultato positivo, mi ...

Gestione Rifiuti nel Sannio. Ruggiero(PD):”Sui Biodigestori non può continuare il silenzio dell’ATO”

Gestione Rifiuti nel Sannio. Ruggiero(PD):Sui Biodigestori non può continuare il silenzio dell’ATO

Intervento del Consigliere Provinciale del Partito Democratico Giuseppe Antonio Ruggiero ...

Al San Pio processati 200 tamponi.Nuovi 30 casi positivi al Covid

Al San Pio processati 200 tamponi.Nuovi 30 casi positivi al Covid

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data ...

Gesesa. A 20 ore di incubazione, nessun batterio sulle piastre inseminate con l’acqua incriminata

19/09/2020
By

Occorre però attendere 48 ore e poi le analisi dell’Asl.

A 20 ore di incubazione, sulle piastre inseminate ieri con l’acqua della fontana pubblica di via Piccinato a Benevento, non vi sono colonie del batterio Pseudomonas aeruginosa. La metodica analitica prevede di attendere 48 ore per avere la certezza assoluta di assenza di colonie del batterio. Il fatto che 20 ore di incubazione non vi siano crescite batteriche sulle piastre denota una buona qualità dell’acqua distribuita e lascia presupporre, con basso margine di errore, che la crisi evidenziata dai campionamenti dell’Asl ed il ritrovamento di Pseudomonas aeruginosa, grazie alle manovre svolte dai tecnici della Gesesa S.p.A. ed alle sanificazioni attuate sulle condotte, abbia fatto rientrare l’allarme. Questi primi risultati analitici indicano che, quanto rilevato nei giorni scorsi, è stato un episodio puntuale e sporadico e non di tipo strutturale; le analisi iniziano a confermare la buona qualità dell’acqua da sempre distribuita e garantita a tutti gli utenti e sicura da utilizzare per il consumo umano. Già domani, passate le 48 ore di incubazione si potrà affermare che la situazione è tornata alla normalità anche se, per il superamento dell’ordinanza n° 89835 del 18 settembre 2020 del Sindaco di Benevento, occorrerà attendere i risultati delle analisi da parte dell’ASL.

Tags: