venerdì 18 Settembre 2020 Telese Città:”Dica Aceto quale è il contenuto dell’accordo raggiunto con Caporaso dopo tanti anni contro un sistema politico mai accettato” | infosannionews.it venerdì 18 Settembre 2020

Smooth Slider
Telese Città, comizio di chiusura stasera ore 21,30 via Aldo Moro

Telese Città, comizio di chiusura stasera ore 21,30 via Aldo Moro

Mancano poche ore alla chiusura della campagna elettorale, noi di ...

Di Maria, provvedimenti in materia di forestazione

Di Maria, provvedimenti in materia di forestazione

Due provvedimenti sono stati approvati dal Presidente della Provincia di ...

Premio Iside VIII edizione; l’etica dell’arte, l’arte dell’etica

Ci scrive il presidente  ed ideatore del premio internazionale Iside, ...

Telese Città:”Dica Aceto quale è il contenuto dell’accordo raggiunto con Caporaso dopo tanti anni contro un sistema politico mai accettato”

16/09/2020
By

Scrive Telese Città:

“In un momento di così profonda difficoltà per la nostra Comunità per un’emergenza pandemica che sta condizionando anche la campagna elettorale, la lista Telese Città aveva lanciato, solo ieri, l’ennesimo appello alla responsabilità. Eppure, c’è chi in questo momento si dedica ad altro.

E’ un video esilarante quello del candidato Gianluca Aceto, di certo lui abituato a talune pratiche e probabilmente avrà tratto spunto per il suo “colpo di teatro” proprio dagli accordi politici sottesi alla formazione della sua lista. Tanti, si immagina, viste le eterogeneità delle convergenze.

Dica infatti Aceto quale è il contenuto dell’accordo raggiunto con Caporaso per rinnegare anni di accesa militanza contro un sistema politico che non ha mai accettato. Lo dica Liverini, riguardo al suo di accordo politico. Dovendo presumere, aggiungiamo, che se mancano accordi scritti, avranno avuto fior di garanti in grado di tutelare tutti, o quasi tutti, dal momento che nell’album di figurine della lista che si contrappone a Telese Città non tutti troveranno posto.

Detto questo, quelle di Aceto sono solo chiacchiere screditanti che denotano la pochezza dell’avversario e la spregiudicatezza dei comportamenti. Come tutti possono verificare con i loro occhi, il documento mostratoci è falso. Non indica la provenienza né il destinatario e chiunque avrebbe potuto redigerlo. Ma, soprattutto, è privo di sottoscrizioni.

Valuteremo eventuali azioni legali da intraprendere”.

Nicola Di Santo
Angela Abbamondi
Pasquale Carofano
Gianluca Serafini