giovedì 1 Ottobre 2020 Mastella : ” A Benevento una indagine profonda ed incidente. Attenzione il virus c’è !” | infosannionews.it giovedì 1 Ottobre 2020
Smooth Slider

Telese. Inaugurata la sede aggiuntiva dell' I.I.S. Telesi@

Di Maria: presto tavolo con nuova amministrazione per eventuali modifiche ...

Antonella Zollo si Laurea in Tecnologie Alimentari

Con piena regolarità e brillanti risultati, la spigliata e dinamica ...

Concorso magistratura: la Sen. Lonardo interroga il Ministro Bonafede

Concorso magistratura: la Sen. Lonardo interroga il Ministro Bonafede

“Il tema della giustizia da sempre riveste grande rilevanza nella ...

Un caso di positività al Covid 19 al Fatebenefratelli di Benevento.

Un caso di positività al Covid 19 al Fatebenefratelli di Benevento.

La Direzione dell'Ospedale Sacro Cuore di Gesù comunica la positività ...

Campagna Il vaccino contro l’influenza. All'Asl iniziate le vaccinazioni, le Istituzioni le prime a dare esempio.

E' partita questa mattina la Campagna "Il vaccino contro l’influenza", ...

Intitolazione della sala formazione e convegni ad Angelo Mario Biscardi

Sabato 3 ottobre 2020, alle ore 11.30, nel 35° Anniversario ...

Mastella : ” A Benevento una indagine profonda ed incidente. Attenzione il virus c’è !”

03/08/2020
By

Dati alla stampa questa mattina nel corso di un incontro a Palazzo Mosti  i risultati dei test sierologici effettuati per dare alla.popolazione serenità e prevenire i contagi.

Mastella a tal proposito ha voluto ringraziare l’ordine dei Medici, gli  infermieri, il Fatebenefratelli ed i cittadini che si sono prestati. Il dato finale, ha detto il Sindaco, è che l’immunità di gregge per Benevento non c’è e quindi che non si può stare sereni. Oggi il governo, ha continuato, ha obbligato la mascherina dove non si può mantenere il distanziamento, io lo avevo fatto prima. Siccome R1 è stato superato in varie parti d’Italia, questo significa che il virus è sempre pronto. Ci vuole quindi autoresponsabilità. Bisogna avere maggiore controlli sulle badanti che arrivano e bisogna segnalare quelle che arrivano perché devono andare in quarantena. Il contagio arriva anche da paesi a noi vicini come la Spagna o la Germania. Andremo perciò incontro ad una stagione difficile e per fortuna  il nostro Ospedale è attrezzato. Bisogna muoversi garantendo tutti i servizi possibili.  Noi ad inizio di settembre faremo un test per gli anziani, chi vuole può approfittarne e questo è per la loro tranquillità. Lo faremo a tutti gli over settantenni ma dobbiamo continuare nella profilassi.

E’ intervenuto poi il Rettore dell’Unisannio Canfora che si è detto soddisfatto che da una piccola università sono venuti fuori dei test molto attendibili, più di altri fatti da società più accreditate.. C’è stata una collaborazione tra gli enti, ha continuato, che ci ha permesso di raggiungere questi risultati. Dal campione di 1200 persone il dato che viene fuori è all’incirca del 3/4 per cento. Significa che solo il 3 o 4 per cento sono stati in contatto con il virus ma paradossalmente significa che si è più vulnerabili perché non c’è immunità di gregge. Quindi a settembre quando si incomincerà a viaggiare di nuovo e con le scuole in presenza dovremmo stare più attenti.

Il Prof. Pasquale Vito, anche lui dell’Unisannio, ha snocciolato i numeri dei test : 1170 campioni screening della proteina M hanno evidenziato 176 campioni con anticorpi contro Coronavirus e Sars che analizzati hanno mostrato che di essi 35 sono stati sicuramente positivi e 15 con anticorpi molto vicini al limite che vanno poi rivisti. Quindi il virus non ha circolato massicciamente in città ma senza  vaccino bisogna stare molto attenti.

Tags: