lunedì 10 Agosto 2020 Benevento. Transitano per il Corso Garibaldi in moto, deferiti all’A.G. | infosannionews.it lunedì 10 Agosto 2020
Smooth Slider
Covid. Al San Pio continua l’attività di screening sierologico

Covid. Al San Pio continua l'attività di screening sierologico

Covid-19: tamponi processati oggi 10 Agosto 2020Presso  l’A.O.R.N. “San Pio” ...

Telese Città. Presentazione candidato sindaco Nicola Di Santo

“Un progetto inclusivo, aperto, che guarda al futuro della nostra ...

Nasce il Comitato Promotore degli Amici della Terra

Un gruppo di volontari hanno dato vita al Comitato Promotore ...

Mastella : ” Assicurare il diritto all’Istruzione a tutti”

Mastella : Assicurare il diritto all'Istruzione a tutti

Sul proprio profilo facebook il sindaco Clemente Mastella scrive : ...

Io X Benevento ricorre al Civico Difensore Regionale per la situazione di stallo amministrativo alla CCIAA

Io X Benevento ricorre al Civico Difensore Regionale per la situazione di stallo amministrativo alla CCIAA

Io X Benevento: Camera di Commercio, avanti per ultimare accorpamento ...

Benevento. Transitano per il Corso Garibaldi in moto, deferiti all’A.G.

01/08/2020
By

Il Corpo di Polizia municipale di Benevento rende noto che, in collaborazione con la Questura di Benevento, ha deferito all’A.G. in stato di libertà G.M. di anni 30 e M.L. di anni 22, in quanto, verso le ore 1,50 del 1° agosto 2020, alla guida di una moto di grossa cilindrata (Piaggio Beverly) invadevano il C.so Garibaldi mettendo in grave pericolo l’incolumità degli appartenenti alle forze dell’ordine che si accingevano a fare i controlli di prassi sul rispetto degli orari degli esercizi commerciali, nonchè dei tanti pedoni che ancora erano intenti a passeggiare. A carico dei due giovani, caduti dalla moto e poi dileguatisi precipitosamente, è stato contestato il reato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato per il primo e quello di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e favoreggiamento per il secondo. Inoltre, sono state comminate cinque sanzioni amministrative per violazione alle norme del codice della strada, ed è stato disposto il fermo amministrativo del motociclo per 60 giorni in quanto nessuno dei due occupanti indossava il casco protettivo. “E’ stato un episodio molto grave – dichiara il comandante Fioravante Bosco – che poteva sfociare in tragedia se solo nel punto in cui è caduto rovinosamente il motociclo si fosse trovato un bambino. Voglio raccomandare ai giovani che si vogliono divertire – conclude il capo dei caschi bianchi – di trascorrere le ore della cosiddetta movida in grande serenità, senza mettersi alla guida di motocicli e autovetture di grossa cilindrata che possono rappresentare un grave pericolo per la sicurezza pubblica”.

Tags: