giovedì 1 Ottobre 2020 Benevento. Transitano per il Corso Garibaldi in moto, deferiti all’A.G. | infosannionews.it giovedì 1 Ottobre 2020
Smooth Slider
Rapina in una sala slot e scommesse in via Nuova Calore.Bottino: mille euro

Rapina in una sala slot e scommesse in via Nuova Calore.Bottino: mille euro

Si tratta della seconda rapina in sole 24 ore.Nel mirino ...

Report Tamponi al San Pio:accertata una nuova positività nel Sannio

Benevento – L’azienda ospedaliera “San Pio” ha comunicato di aver processato ...

Giovanni Carpinone (FI): “Assessorato a Morcone, brutto segnale per il Sannio”

Giovanni Carpinone (FI): Assessorato a Morcone, brutto segnale per il Sannio

“Se il buongiorno della consiliatura si vede dal suo principio, ...

Tamponi, il Comune di Moiano si “appella” all’Asl

Tamponi, il Comune di Moiano si appella all'Asl

“Siamo consapevoli del momento di difficoltà ma, in questo modo, ...

Lo Chef puglianellese Emanuele Mongillo premiato a Mosca dall'accademia italiana della cucina

Puglianello ancora una volta è rappresentata nelle location più prestigiose ...

Pietrelcina. Al via il I° Premio “Pasquale Mandato”

Sabato 3 ottobre ore 10,30 presso il Palavetro.  La cerimonia ...

Benevento. Transitano per il Corso Garibaldi in moto, deferiti all’A.G.

01/08/2020
By

Il Corpo di Polizia municipale di Benevento rende noto che, in collaborazione con la Questura di Benevento, ha deferito all’A.G. in stato di libertà G.M. di anni 30 e M.L. di anni 22, in quanto, verso le ore 1,50 del 1° agosto 2020, alla guida di una moto di grossa cilindrata (Piaggio Beverly) invadevano il C.so Garibaldi mettendo in grave pericolo l’incolumità degli appartenenti alle forze dell’ordine che si accingevano a fare i controlli di prassi sul rispetto degli orari degli esercizi commerciali, nonchè dei tanti pedoni che ancora erano intenti a passeggiare. A carico dei due giovani, caduti dalla moto e poi dileguatisi precipitosamente, è stato contestato il reato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato per il primo e quello di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e favoreggiamento per il secondo. Inoltre, sono state comminate cinque sanzioni amministrative per violazione alle norme del codice della strada, ed è stato disposto il fermo amministrativo del motociclo per 60 giorni in quanto nessuno dei due occupanti indossava il casco protettivo. “E’ stato un episodio molto grave – dichiara il comandante Fioravante Bosco – che poteva sfociare in tragedia se solo nel punto in cui è caduto rovinosamente il motociclo si fosse trovato un bambino. Voglio raccomandare ai giovani che si vogliono divertire – conclude il capo dei caschi bianchi – di trascorrere le ore della cosiddetta movida in grande serenità, senza mettersi alla guida di motocicli e autovetture di grossa cilindrata che possono rappresentare un grave pericolo per la sicurezza pubblica”.

Tags: