giovedì 13 Agosto 2020 Sicurezza in Valle Caudina, Cambareri: “Tavolo tecnico inconcludente” | infosannionews.it giovedì 13 Agosto 2020
Smooth Slider
Covid-19, Azienda Ospedaliera “San Pio”, processati vari tamponi tutti risultati negativi

Covid-19, Azienda Ospedaliera San Pio, processati vari tamponi tutti risultati negativi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato l’11.08.2020 nr. ...

Liberamente per Bonea, Bambini e Terza età, doppia iniziativa.  Prossimi allo start campo scuola e cure termali

Liberamente per Bonea, Bambini e Terza età, doppia iniziativa. Prossimi allo start campo scuola e cure termali

Doppia iniziativa nel sociale quella varata dall'Amministrazione comunale di Bonea.Piccoli ...

Rungi Ferrovia Valle Caudina ferma da cinque mesi: servono risposte urgenti

“La gente ha, quanto meno, il diritto di essere informata: ...

L'ozono, l'inquinante critico in estate. I dati SNPA per il 2019 e per l’estate 2020

Nel 2019, a livello nazionale, l’obiettivo a lungo termine per ...

Scontro sulla Telesina, coinvolte più auto in un tamponamento.Un ferito in codice rosso

Scontro sulla Telesina, coinvolte più auto in un tamponamento.Un ferito in codice rosso

Quattro auto sono entrate in collisione questo pomeriggio lungo la ...

Sicurezza in Valle Caudina, Cambareri: “Tavolo tecnico inconcludente”

07/07/2020
By

“I miei appelli e richieste sono stati inascoltati”.

Una maggiore presenza di Forze dell’Ordine sul territorio comunale, in momenti particolari quali quelli del fine settimana. E’ questo l’impegno che le istituzioni hanno garantito con riguardo alla realtà airolana ad esito del vertice sviluppatosi in Prefettura in tema di ordine pubblico di sicurezza. Tutto qui? E gli altri giorni della settimana? Continuerà una situazione che rischia di rasentare zero controlli in tutta la zona? Per come sono le cose ora Airola ha punti ciechi, intere aree che sono terra di nessuno, dove la criminalità può agire come meglio preferisce.

Sappiamo bene – continua Cambareri – inoltre che il sistema video-sorveglianza è quasi nullo.

Quest’ultima è più che carente. Da anni continuo a portare avanti un forte convincimento che la creazione e installazione di un valido e radicato sistema di videosorveglianza possa fare un’enorme differenza su tutto il territorio della Valle Caudina.

Tempo fa ho ritenuto opportuno chiedere tavoli in Prefettura, ho inviato richieste alle Forze dell’Ordine (Carabinieri e Polizia di Stato) e ai sindaci caudini. Ci sarebbe stata tanta voglia di fare, per gli interessi della comunità, ma di risposte non si è vista neanche l’ombra. Vorrei capire le motivazione di questo disinteresse nei confronti di una problematica molto accesa.

Ho sottolineato – conclude Cambareri – che la situazione è molto grave e che in questi tempi la curva degli episodi di criminalità è più ascendente che mai. A malincuore tutti appelli inascoltati.