mercoledì 12 Agosto 2020 Biodigestore, Carpinone “Scelta assolutamente inopportuna” | infosannionews.it mercoledì 12 Agosto 2020
Smooth Slider
Covid-19, Azienda Ospedaliera “San Pio”, processati vari tamponi tutti risultati negativi

Covid-19, Azienda Ospedaliera San Pio, processati vari tamponi tutti risultati negativi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato l’11.08.2020 nr. ...

Liberamente per Bonea, Bambini e Terza età, doppia iniziativa.  Prossimi allo start campo scuola e cure termali

Liberamente per Bonea, Bambini e Terza età, doppia iniziativa. Prossimi allo start campo scuola e cure termali

Doppia iniziativa nel sociale quella varata dall'Amministrazione comunale di Bonea.Piccoli ...

Rungi Ferrovia Valle Caudina ferma da cinque mesi: servono risposte urgenti

“La gente ha, quanto meno, il diritto di essere informata: ...

L'ozono, l'inquinante critico in estate. I dati SNPA per il 2019 e per l’estate 2020

Nel 2019, a livello nazionale, l’obiettivo a lungo termine per ...

Scontro sulla Telesina, coinvolte più auto in un tamponamento.Un ferito in codice rosso

Scontro sulla Telesina, coinvolte più auto in un tamponamento.Un ferito in codice rosso

Quattro auto sono entrate in collisione questo pomeriggio lungo la ...

Biodigestore, Carpinone “Scelta assolutamente inopportuna”

04/07/2020
By

“Ancora una volta ci si discosta da quello che dovrebbe essere il motivo di ispirazione del nostro apparato produttivo inseguendosi situazioni che non sono assolutamente chiare anche in termini di impatto sull’ambiente”. Giovanni Carpinone, Responsabile del Dipartimento “Industria ed Artigianato” in seno al Coordinamento provinciale di Forza Italia Benevento, interviene rispetto alla ipotesi biodigestore a Ponte Valentino.

La scienza dibatte – prosegue Carpinone – sui possibili effetti negativi che tali impianti potrebbero determinare a carico del mondo animale e vegetale in generale.
E, sia chiaro, non si tratta di ipotesi e complotti in modalità “terrapiattisti” bensì di riflessioni di Istituzioni e di fonti assolutamente qualificate ed accreditate.
Per questo condivido tutte le perplessità che si stanno levando in queste settimane dal momento che solo far circolare determinate ipotesi risulta essere inopportuno”. 

“Inopportuno, si – incalza Carpinone, anche consigliere comunale di Pago Veiano – dal momento che nell’ipotizzato contesto di Ponte Valentino fioriscono eccellenze della produzione alimentare nostrana. Si determinerebbero accostamenti e contiguità piuttosto fuori luogo”

Ma, come spiega ancora il giovane imprenditore, non è solo questione di “location” ma proprio di “sostanza”. 

“Questa tipologia di impianti è presente in poco più di quaranta unità nel Nord Italia e, soprattutto, da un periodo anche relativamente limitato. Tentiamo di avere una statistica maggiore, sospendiamo il giudizio, tentiamo di capirci qualcosa in più.
Vi sono tante opzioni da sposare, sulle quali investire.
Penso alle produzioni locali, al chilometro zero, all’artigianato nostrano.
Si punti, prima di tutto, su questi obiettivi che sono conformi alla natura del nostro territorio.
Guardiamo a ciò che è prossimo – la conclusione – prima di inseguire idee remote e non assolutamente adeguate alle nostre realtà”

Tags: