lunedì 3 Agosto 2020 Fusco – Anc Benevento : “Funzione sociale del commercialista merita rispetto” | infosannionews.it lunedì 3 Agosto 2020
Smooth Slider

Mortaruolo incontra le oltre 400 Pro Loco della Campania

“Questa mattina a Benevento ho incontrato le oltre quattrocento Pro ...

Patto Mastella-De Luca, Maglione: “A pensar male si fa peccato ma spesso si indovina”

Patto Mastella-De Luca, Maglione: “A pensar male si fa peccato ma spesso si indovina”

"Che Mastella non sia incline a rispondere, come lui sostiene, ...

La Pandemia non ferma le aggressioni ai medici

La Pandemia non ferma le aggressioni ai medici

“Da eroi a bersagli su cui scaricare le proprie frustazioni".Esprimo ...

Fusco – Anc Benevento : “Funzione sociale del commercialista merita rispetto”

23/06/2020
By

Le novità in materia di antiriciclaggio saranno al centro dell’iniziativa organizzata dall’Associazione Nazionale Commercialisti di Benevento.
L’evento si svolgerà mercoledì 24 giugno dalle ore 10, nel rispetto delle misure di prevenzione per l’emergenza epidemiologica, tramite webinar con la possibilità di registrarsi direttamente dal web al link ( https://attendee.gotowebinar.com/register/8039618434700989967 ).

“Con questa iniziativa – commenta il presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti di Benevento Salvatore Fusco – intendiamo aprire una riflessione con la categoria sulla materia dell’antiriciclaggio che ha fatto registrare significative novità anche per il ruolo dei commercialisti.
Pertanto, anche in un momento particolare come quello che stiamo vivendo, intendiamo partire da una comprensione di base della materia analizzando il quadro normativo, le criticità di applicazione, i soggetti interessati, le prestazioni, le regole tecniche da applicare, le verifiche e gli aggiornamenti da effettuare”.
Fusco evidenzia quindi “la funzione sociale che il commercialista è chiamato a svolgere al fianco delle istituzioni ed a tutela della collettività, anche sul territorio Sannita. Siamo chiamati ad approfondire la normativa antiriciclaggio, a divenire coloro che applicano le misure di prevenzione. Tutto ciò – formarsi, adeguarsi, applicare la normativa – il commercialista deve farlo a proprie spese ed a proprio rischio. E’ evidente dunque che il commercialista oltre che avere una funzione fondamentale per il mondo economico e produttivo assume una funzione dal significativo valore sociale per la collettività. Pensiamo anche a quanto la nostra categoria sia stata l’interfaccia per i imprese e cittadini durante il picco della pandemia. Quando anche la pubblica amministrazione ha chiuso al pubblico i propri uffici, per contenere giustamente la diffusione del contagio, i commercialisti sono rimasti in prima linea ad offrire supporto a cittadini ed imprese per cassa integrazione, bonus e indennità, sospensione dei finanziamenti e tanto altro ancora. Seppur con dipendenti e collaboratori in smart working, abbiamo dovuto aggiornarci costantemente facendo i conti con la schizzofrenia normativa del legislatore (decreti da centinaia di pagine) per dare una consulenza che risultava e risulta fondamentale per la sopravvivenza di tante imprese. Tale funzione meriterebbe per questo maggiore rispetto. Non possiamo infatti tollerare che la figura del commercialista sia associata, con fastidiosi luoghi comuni, a episodi criminosi come quelli dell’usura. Dinnanzi a parole come quelle di intellettuali o peggio di autorevoli appartenenti ad organismi Statali   l’indignazione dovrebbe essere collettiva. Oltre che per l’impegno quotidiano che consente all’Amministrazione Finanziaria di colmare le tante proprie lacune, oltre che per il contributo che offriamo costantemente al mondo economico – produttivo, oltre che per le funzioni sociali che svolgiamo a titolo gratuito come quella in materia di antiriciclaggio, esigiamo rispetto soprattutto per i colleghi che hanno perso la vita nell’esercizio  di funzioni delicate come quella di curatore o custode giudiziario.
E’ necessario inoltre sgomberare il campo da equivoci, non tutte le persone che si occupano di consulenza alle imprese sono commercialisti. Tanti sono appellabili con la qualifica di consulente ma soltanto gli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili possono fregiarsi del titolo di commercialista. Una precisazione che si rende necessaria per evitare generalizzazioni. Fino a prova contraria tutti sono professionisti e persone per bene. Tuttavia è bene ricordare che gli iscritti all’Odcec sono soggetti a procedimenti disciplinari, a verifica delle condizioni di incompatibilità, a formazione obbligatoria, ad una serie di adempimenti come quello dell’antiriciclaggio”.
Ad intervenire nel corso dell’iniziativa dopo i saluti iniziali del presidente dell’Anc Benevento Salvatore Fusco e del presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Benevento Fabrizio Russo saranno il presidente dell’Anc Marco Cuchel e Raffaele D’Arienzo – Commercialista in Salerno, Pubblicista e Formatore in Antiriciclaggio.

Tags: