sabato 24 Ottobre 2020 Nella mattinata odierna eseguito un sequestro preventivo nei confronti di una ultrasettantenne | infosannionews.it sabato 24 Ottobre 2020
Smooth Slider

Al San Pio continua l'indagine Covid,processati 163 tamponi.Risultati 13 nuovi positivi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data ...

Covid 19,dall' Asl i dati aggiornati:contagi in salita nel Sannio

Benevento – Ancora in aumento i casi di Covid-19 nel Sannio. Il numero ...

Covid, Comune e Asia annunciano sanificazione straordinaria delle strade

Covid, Comune e Asia annunciano sanificazione straordinaria delle strade

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, e l’amministratore unico dell’Asia, Donato Madaro, ...

Carmine Chiusolo neo Presidente della Commissione Albo Odontoiatri

Per i prossimi quattro anni (2021 – 2024) il dott. Carmine Chiusolo sarà  Presidente ...

Depuratore Benevento. La senatrice Lonardo rammenta alla Ricciardi il suo voto negativo in parlamento

Depuratore Benevento. La senatrice Lonardo rammenta alla Ricciardi il suo voto negativo in parlamento

“Complimenti alla senatrice Ricciardi! Meglio tardi che mai… improvvisamente si ...

Pago Veiano. Covid-19: contagiata un’intera famiglia

Pago Veiano. Covid-19: contagiata un’intera famiglia

Preoccupazione e impegno quotidiano del primo cittadino a favore della ...

Nella mattinata odierna eseguito un sequestro preventivo nei confronti di una ultrasettantenne

16/06/2020
By

Nella mattinata odierna, all’esito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino – Nucleo Operativo hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso, su richiesta della Procura, dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Benevento finalizzato alla confisca, anche per equivalente, di una somma di denaro di oltre 88 mila euro, ritenuto il profitto dei reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e induzione in falso ideologico, commessi da una donna ultrasettantenne residente a San Nicola Baronia.

 L’attività d’indagine espletata – e consistita in servizi di OCP, acquisizioni documentali ed escussione di persone informate sui fatti- ha consentito, allo stato, di acquisire rilevanti elementi a carico della donna che, dissimulando il suo stato di cecità assoluta, nonché uno stato di invalidità medio-grave (66-99%) derivante da difficoltà persistenti a svolgere funzioni e compiti della propria vita, ha indotto in errore le Commissioni mediche per l’accertamento dell’invalidità civile, delle condizioni visive e della sordità e ha ottenuto indebitamente da parte dell’INPS le relative indennità dal 2015 al 2019. Infatti, sebbene per legge la condizione di cecità assoluta ricorra in caso di totale mancanza della vista o di mera percezione dell’ombra o della luce, l’indagata veniva pedinata e filmata in più occasioni mentre attendeva alle incombenze quotidiane di vita  in maniera autonoma, senza alcuna difficoltà e senza l’ausilio di terze persone: in particolare, veniva vista camminare a passo normale per le vie del paese di residenza portando con sé un bastone che non appoggiava mai sul manto stradale, salire e scendere le scale antistanti la propria abitazione senza sostegni, attraversare passaggi stradali ed incroci mentre volgeva fugacemente lo sguardo nelle varie direzioni per sincerarsi dell’assenza di autovetture, recarsi al supermercato ed effettuare pagamenti in piena autonomia.

Tags: