venerdì 3 Luglio 2020 “D.A.S.P.O. fuori contesto” Niente stadio per sette anni per un tifoso beneventano | infosannionews.it venerdì 3 Luglio 2020
Smooth Slider
Variante al PUC, prorogato al 15 luglio il termine per presentare contributi e proposte

Variante al PUC, prorogato al 15 luglio il termine per presentare contributi e proposte

Lo rende noto l'assessore all'Urbanistica, Raffaele Romano.L'assessore all'Urbanistica, Raffaele Romano, ...

Il 4 luglio gazebo raccolta firme ‘Insieme per l’Italia del lavoro’

Ricciardi (Lega): “Mastella pensi di più alle casse dei cittadini ...

Centri estivi e laboratori di educativa territoriale, pubblicati gi avvisi pubblici

Centri estivi e laboratori di educativa territoriale, pubblicati gi avvisi pubblici

Lo rende noto l'assessore alle Politiche Sociali, Luigi Ambrosone.L’assessore alle ...

AO “San Pio”, tamponi Covid-19, tutti negativi

AO San Pio, tamponi Covid-19, tutti negativi

Si comunica che l’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data ...

Airola, tavolo in Prefettura, più controlli nel week end

Airola, tavolo in Prefettura, più controlli nel week end

Ricostruiti anche i fatti dello scorso fine settimana.Una maggiore presenza ...

“D.A.S.P.O. fuori contesto” Niente stadio per sette anni per un tifoso beneventano

03/06/2020
By

Per la prima volta a Benevento è stato applicato il “D.A.S.P.O. fuori contesto”. In seguito agli accertamenti svolti dalla Divisione Anticrimine, il Questore Luigi Bonagura ha emesso un provvedimento che terrà lontano dallo stadio un tifoso per i prossimi sette (7) anni.

La normativa consente l’applicazione della misura di prevenzione nella modalità “fuori contesto”, cioè per la sola commissione del fatto-reato, indipendentemente che questo sia stato commesso in occasione o a causa di manifestazioni sportive. La pericolosità del soggetto, in questo caso, viene vagliata dall’unico requisito previsto: la denuncia o la condanna, anche non definitiva, per uno dei reati previsti dalla normativa, per i quali si è proceduto negli ultimi 5 anni.

In questo caso il provvedimento è stato emesso per un episodio avvenuto nel decorso mese di aprile. In quell’occasione L.L., trentanovenne beneventano, fermato alla guida di un autoveicolo, all’atto del controllo da parte di militari della Guardia di Finanza, veniva trovato in possesso di una grossa quantità di sostanza stupefacente del tipo cocaina e tratto in arresto per violazione dall’art. 73 D.P.R. 309/1990.

Il L. è ritenuto «responsabile di condotte da cui potrebbero derivare pregiudizi per l’ordine e la sicurezza pubblica», tanto da ritenere opportuna l’adozione della misura del D.A.S.P.O. e vietare l’accesso a manifestazioni sportive, «luoghi in cui condotte analoghe a quelle già commesse potrebbero comportare un rilevante rischio», atteso anche che egli ha già mantenuto, in occasioni di incontri calcistici, una condotta antisportiva e violenta, e che per essa è stato sottoposto ad un divieto di accesso a manifestazioni sportive, emesso dal Questore di Benevento nel 2012, per la durata di due anni.

Tags: