domenica 5 Luglio 2020 Apollosa, osserva un sito online, riconosce la sua bici rubata tre anni prima | infosannionews.it domenica 5 Luglio 2020
Smooth Slider
Covid – 19 Al San Pio processati 33 tamponi

Covid - 19 Al San Pio processati 33 tamponi

Covid-19: aggiornamento tamponi processati il 4 Luglio 2020.Si comunica che ...

Pietrelcina.“Una Voce per Padre Pio” trasloca a Roma

Pietrelcina.“Una Voce per Padre Pio” trasloca a Roma

Il prossimo 11 luglio 2020 alle ore 21 dagli studi ...

Noi Campani, Mastella: completate le nomine dei segretari e presidenti provinciali

Noi Campani, Mastella: completate le nomine dei segretari e presidenti provinciali

Il leader di Noi Campani, Clemente Mastella, ha completato le ...

Biodigestore, Carpinone Scelta assolutamente inopportuna

"Ancora una volta ci si discosta da quello che dovrebbe ...

Diga Campolattaro, Maglione: “Entusiamo da propaganda elettorale, siamo attenti all’obiettivo”

"Ieri ho avuto modo di visitare l’invaso di Campolattaro al ...

Centro Democratico: Stefano Mercurio nuovo delegato provinciale allo sport

“Formulo i migliori auguri di buon lavoro a Stefano Mercurio, ...

Apollosa, osserva un sito online, riconosce la sua bici rubata tre anni prima

26/05/2020
By

Osserva un sito on-line, riconosce la sua bici rubata tre anni prima e avvisa i carabinieri: denunciato un 22enne della provincia di Napoli per ricettazione.

I Carabinieri della Compagnia di Montesarchio (BN), ambito attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà un 22enne della provincia di Napoli resosi responsabile del reato di ricettazione.

In particolare, a seguito di una segnalazione pervenuta ai militari della Stazione CC di San Leucio del Sannio (BN) da parte di un cittadino di Apollosa (BN), il quale riferiva di aver riconosciuto sulle pagine on-line un noto sito di compravendita la propria costosa bicicletta che gli era stata sottratta nel marzo dell’anno 2017, immediatamente scattava attività di verifica al fine di identificare il venditore. Il denunciante riferiva altresì di essere certo che la bicicletta posta in vendita sia la stessa a lui asportata poiché lui stesso aveva commissionato alla casa costruttrice delle modifiche e che quindi la nota azienda venditrice non produceva in serie tali bici, ma solo in modelli personalizzati.

Successivamente i militari dell’Arma di San Leucio del Sannio (BN) collaborati da personale della Stazione CC di Striano (NA) riuscivano ad identificare compiutamente il  reo e a ritrovare la bicicletta in questione che veniva sottoposta a sequestro preventivo in attesa di ulteriori accertamenti al fine di riconsegnarla al legittimo proprietario.

Tags: