sabato 11 Luglio 2020 I Commercialisti vicini alle Istituzioni e al Fianco di Imprese e Cittadini | infosannionews.it sabato 11 Luglio 2020
Smooth Slider
Il Comitato “Centro Storico” incontra Ambrosone e Coppola per proposte su viabilità e pulizia

Il Comitato Centro Storico incontra Ambrosone e Coppola per proposte su viabilità e pulizia

"In data odierna, a seguito della nota protocollata al “n. ...

GESESA-Tocco Caudio: interruzione idrica notturna

GESESA-Tocco Caudio: interruzione idrica notturna

Comunichiamo che a causa di un guasto improvviso di cui ...

Adeguamento scuole emergenza Covid, 15.000 euro al Comune di Limatola

Adeguamento scuole emergenza Covid, 15.000 euro al Comune di Limatola

Il Comune di Limatola ha ricevuto la somma di 15.000 ...

Stanziati definitivamente fondi per 13 milioni di euro per l'edilizia scolastica nel sannio

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha ...

Minoranza consiliare Pago Veiano, olezzi putridi dall’isola ecologica, l’opposizione: “Va dislocata!”

Minoranza consiliare Pago Veiano, olezzi putridi dall'isola ecologica, l'opposizione: Va dislocata!

“La situazione di quanti vivono nelle vicinanze di via Giovanni ...

I Commercialisti vicini alle Istituzioni e al Fianco di Imprese e Cittadini

25/05/2020
By

(nella foto): Fabrizio Russo presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e lo scrittore Roberto Saviano

Nel corso della trasmissione che “Che tempo che fa”, andata in onda ieri sera su RAI 2, lo scrittore Roberto Saviano ha, sibillinamente, lasciato intendere che i commercialisti segnalerebbero alla malavita le aziende in crisi, favorendo così l’attività di usura delle mafie.

“Un uomo paladino della legalità – afferma Fabrizio Russo, Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili del Tribunale di Benevento – ha la piena consapevolezza che le denunzie dei reati vanno rese all’Autorità giudiziaria preposta, in maniera precisa e circostanziata, e non genericamente “sciorinate” in una trasmissione televisiva. Per cui se il sig. Saviano ha cognizione che qualche commercialista abbia commesso un reato, non ha che da sporgere denuncia alle Autorità competenti.

Se ad oggi non si ha alcuna certezza delle notizie in possesso del sig. Saviano, sicuramente si ha la consapevolezza che non possono essere accettate le “mezze frasi” pronunciate dallo stesso nella citata trasmissione televisiva.

Affermazioni lesive della dignità e del lavoro che quotidianamente migliaia di commercialisti svolgono al servizio delle Istituzioni, delle imprese e dei cittadini.

E se il lavoro quotidianamente svolto da noi commercialisti non bastasse al sig. Saviano, ma se lo stesso volesse sapere cosa stiamo facendo, anche in questo momento di “pandemia” economica, per diffondere la CULTURA DELLA LEGALITA’, gli basterebbe andare sulla pagina facebook del nostro Ordine (fruibile anche da chi vive oltre oceano). Sarebbe molto semplice, allora, vedere come – solo nella scorsa settimana – l’Ordine dei Commercialisti di Benevento ha tenuto due webinar :

•      il primo in materia di “Antiriciclaggio”, strumento normativo per ostacolare i piani di infiltrazione delle mafie e della criminalità nell’economia legale;

•      il secondo in merito agli “Aiuti finanziari alle imprese per la ripresa dell’economia”, finalizzato ad agevolare le imprese e i lavoratori autonomi nella percezione delle misure economiche poste in essere dal Legislatore.

Al secondo webinar ha partecipato anche il sig. Prefetto di Benevento, Dr. Francesco Antonio Cappetta, il quale ha concluso il Suo intervento di saluto plaudendo “all’iniziativa assunta  dall’Ordine dei Commercialisti, che come sempre è al fianco delle imprese e al fianco dei cittadini”.

Ecco, noi commercialisti, che quotidianamente siamo al lavoro per supportare le Istituzioni, le imprese e i cittadini, amiamo parlare con i “fatti”, e non affermazioni “generiche”, al limite della querela.

Querela che il nostro Consiglio Nazionale sta valutando se sporgere a carico del sig. Saviano, non nuovo a “disavventure” di tal genere, che hanno portato lo scrittore già a essere condannato per diffamazione dal Tribunale di Milano”.

Tags: