venerdì 5 Giugno 2020 La filosofa Michela Marzano concluderà, il 19 maggio il 6° Festival Filosofico del Sannio | infosannionews.it venerdì 5 Giugno 2020
Smooth Slider

Il giovanissimo Fiore Girardi di Pesco Sannita premiato tra i 66 studenti della Federico II

Presente il prof. Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e Ricerca.Sono stati ...

Qualità dell’aria, Arpac, con la fase due “ritornano” gli ossidi di azoto in Campania

Qualità dell’aria, Arpac, con la fase due “ritornano” gli ossidi di azoto in Campania

A partire dallo scorso 4 maggio, con la cosiddetta “fase ...

Diploma di Fagotto per Chiara Iscaro

La valente dottoressa in Medicina Veterinaria Chiara Iscaro ha conseguito ...

Azienda Sanitaria San Pio. Oggi nessun tampone positivo

Azienda Sanitaria San Pio. Oggi nessun tampone positivo

L’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data odierna nr. 80 ...

Bando Mibact piccoli comuni. Sen. De Lucia : “Partecipate!”

Bando Mibact piccoli comuni. Sen. De Lucia : Partecipate!

“Ho provveduto ad inoltrare nei giorni scorsi una mail ai ...

Donate due Opere d'Arte alla Provincia di Benevento

Al Museo Arcos sono state consegnate due opere donate dagli ...

La filosofa Michela Marzano concluderà, il 19 maggio il 6° Festival Filosofico del Sannio

18/05/2020
By

La filosofa Michela Marzano concluderà, il 19 maggio alle ore 10,30 con una sua lectio dal titolo: “ Memoria, identità e affettività: alla ricerca dell’armonia perduta”, il sesto Festival Filosofico del Sannio .

« Cosa resta di noi quando pezzo interi della nostra esistenza scivolano via? Chi siamo quando non riconosciamo più le persone care e, talvolta, dimentichiamo persino il nostro nome? Possiamo ancora vivere in armonia con noi stessi? Partendo dalla storia raccontata in Idda (Einaudi, 2019), lo scopo della lectio sarà mostrare come la parte più autentica di ognuno di noi talvolta emerge proprio quando la smettiamo di controllare tutto e ci lasciamo andare, accettando le nostre fragilità, persino la nostra demenza »  Michela Marzano è professore ordinario di filosofia morale all’Università di Parigi V (René Descartes). Ha diretto il Dipartimento Scienze sociali della Sorbona, prima di diventare deputata per il Partito Democratico. Autrice di numerosi saggi e articoli di filosofia morale e politica, ha curato il “Dictionnaire du corps” (PUF, 2007). Si occupa di Filosofia morale e politica e, in particolar modo, del posto che occupa al giorno d’oggi l’essere umano, in quanto essere carnale. L’analisi della fragilità della condizione umana rappresenta il punto di partenza delle sue ricerche e delle sue riflessioni filosofiche. E’ editorialista de «la Repubblica» e autrice di numerosi libri tradotti in molte lingue. In Italia ha pubblicato : Sii bella e stai zitta. Perché l’Italia di oggi offende le donne (Milano 2010); La filosofia del corpo (Genova 2010); Etica Oggi. Fecondazione eterologa, “guerra giusta”, nuova morale sessuale e altre questioni contemporanee (Trento 2011);Volevo essere una farfalla (2011), L’amore è tutto: è tutto ciò che so dell’amore (Premio Bancarella 2014), Papà, mamma e gender (2015). Per Einaudi ha pubblicato L’amore che mi resta (2017 e 2018) e Idda (2019 ) Saluti istituzionali: prof. Gerardo Canfora-Rettore dell’Università degli studi del Sannio Introduce: prof.ssa Carmela D’Aronzo, Presidente dell’Associazione filosofica culturale “ Stregati da Sophia”. Coordina: prof.ssa Francesca Russo- Docente di storia e filosofia –I.I.S A.M.”de”Liguori –S.Agata dei Goti La lezione verrà svolta sulla piattaforma Webex-Ciso con la possibilità di interagire con i relatori. La lectio sarà disponibile anche sul canale YouTube: asstregatidasophia@gmail.com. Chi intende partecipare alle lezioni deve comunicare la propria mail a : asstregatidasophia@gmail.com

Tags: