lunedì 21 gennaio 2019 Scatola nera obbligatoria: il “no” delle assicurazioni | infosannionews.it lunedì 21 gennaio 2019
In evidenza
Sicurezza in Valle Telesina.Il sindaco Pasquale Carofano incontra le Forze dell’Ordine.

Sicurezza in Valle Telesina.Il sindaco Pasquale Carofano incontra le Forze dell'Ordine.

"Poco fa ho invitato il Questore di Benevento, il Comandante ...

“Città Spettacolo Teatro 2019”. Il 23 Gennaio la presentazione della rassegna.

Città Spettacolo Teatro 2019. Il 23 Gennaio la presentazione della rassegna.

Mercoledì 23 gennaio alle ore 11:30, presso la Sala Conferenze ...

Il 23 Gennaio incontro all'Unifortunato su Libera Iniziativa Economica e Autoimprenditorialità

I casi di studio “Capatoast” e “Mister Lasagna” presentati agli ...

Sostanze tossiche nei vestiti prodotti in Cina e venduti in Europa. Pedicini (M5s) interroga la Commissione europea

Tessuti tossici dalla Cina al mercato italiano. L’inchiesta della trasmissione ...

PD Candidature per la segreteria regionale e nazionale: Preferiti Martina - De Caro

Congresso Pd, nel capoluogo sannita, preferiti Martina-De Caro. Si è svolto ...

Incantano i Valzer di Strauss eseguiti dall'Orchestra da Camera dell'Accademia di Santa Sofia

Non poteva esserci miglior esordio per l'Orchestra da Camera stabile ...

Scatola nera obbligatoria: il “no” delle assicurazioni

01/08/2012
By

Il ragionamento è semplice per chiunque dotato di un minimo di buon senso: se la scatola nera diventerà obbligatoria e resterà a carico della compagnia, la polizza rca sarà inevitabilmente più costosa di quella che non prevede il dispositivo- dichiara Maio Francesca dello studio Blu.

Paolo Garonna, direttore generale dell’ANIA, lancia l’allarme che non desta molta sorpresa, in realtà. Già, perchè l’articolo 32 della Legge 27/2012 nel prevedere gli ipotetici “sconti” sulla tariffa rca che nel caso in cui l’assicurato acconsenta all’installazione della scatola nera, impone altresì che i costi di installazione, disinstallazione, sostituzione, funzionamento e portabilità siano a carico delle Compagnie.
Il problema sono proprio questi costi, di portata tale, secondo Garonna, da rendere impossibile una scontistica significativa sulle tariffe, se non proprio di impedirla completamente. Ma non è tutto.
L’Isvap prevede che le compagnie siano obbligate a proporre la polizza con scatola nera laddove il cliente la richieda. Stando così le cose (ma la questione è attualmente all’attenzione del giudice amministrativo) parrebbe inevitabile non soltanto l’impossibilità di prevedere gli sconti indicati nel decreto liberalizzazioni, ma addirittura molto probabile un aumento dei costi di polizza per finanziare i sistemi di monitoraggio dei veicoli e l’approvvigionamento dei beni e servizi necessari per questa nuova tecnologia.
Siamo alle solite: a rimetterci è sempre l’assicurato, paradossalmente anche quello che deciderà di non usufruire di queste novità tecnologiche.

Print This Post Print This Post

             

Ca.Ri. srl

Italia Service Servizi Finanziari s.r.l.

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio