martedì 27 Ottobre 2020 Conferenza Stampa del Psi di Benevento nell’ambito del 2° incontro del Tour itinerante per la città | infosannionews.it martedì 27 Ottobre 2020
Smooth Slider

Cives: Mezzogiorno tutto come prima? Idee e azioni ricostruttive per un nuovo inizio

Al via la sesta edizione della Summer School CIVES di ...

Ente Parco Regionale Taburno Camposauro e Unpli insieme per l’attivazione di progetti di Servizio Civile.

L’Ente Parco Regionale Taburno Camposauro nell’obiettivo di realizzare ulteriori iniziative ...

Teatri chiusi: il regista Ronga non si arrende

Teatri chiusi? la compagnia dell’arte non ci sta:«Sono luoghi sicuri, ...

Al via l'attività di riqualificazione degli spazi verdi a Telese Terme.

Il verde pubblico: una priorità dell’amministrazione Caporaso.Uno dei primi segnali ...

Mastella: dipendente positivo, domani comune chiuso per le operazioni di sanificazione

Mastella: dipendente positivo, domani comune chiuso per le operazioni di sanificazione

Cresce la curva epidemiologica nel Sannio. Il Covid torna a ...

Accademia Volley,la Fipav chiarisce, si gioca in Serie C

Ancora novità per l'Accademia Volley e le società sportive.A pochi ...

Conferenza Stampa del Psi di Benevento nell’ambito del 2° incontro del Tour itinerante per la città

31/07/2012
By

Il Partito Socialista nazionale appoggia l’inziativa di tutela e valorizzazione dei siti archeologici. Nencini, Vizzini e Di Lello a sostegno della proposta sannita. AMTS, chieste le dimissioni dell’intero CDA”!

Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa del 2° incontro del Tour itinerante del Partito Socialista Italiano di Benevento, presso la struttura commerciale Malies.Il tema è sempre lo stesso “Pensare, dire … e non fare per Benevento”. Le criticità affrontate oggi sono state relative a : “Più Centro Storico o meno Benevento? “. In apertura di conferenza duri i commenti del partito verso un’amministrazione comunale sempre pronta ad annunciare interventi sulla città che puntualmente vengono disattesi. Ma ancor più ciò che i socialisti lamentano è la mancanza di risposte, non verso una parte politica di opposizione, ma alla cittadinanza con la quale l’amministrazione ha preso degli impegni.
A cadere sotto la lente d’ingrandimento oggi sono stati il Teatro Romano, il boulevard lungo sabato ed il Parcheggio di Porta Rufina.
Ha spiegato Giovanni D’Aronzo che “ dopo le interrogazioni poste sul PIU’ Europa al Rione Ferrovia, abbiamo riscontrato ancora una volta il silenzio dell’amministrazione comunale nel rispondere ai nostri dubbi. Un’amministrazione che dimostra ancora una volta di snobbare, evitare accuratamente di dare risposte ai suoi cittadini. Una conduzione da parte del Sindaco fatta in modo egemone come se fosse l’unico proprietario della città. Noi andremo avanti su questa strada, sulla strada di
evidenziare, far venire a galla la situazione drammatica in cui verte la città. Vogliamo che la città esca da questa situazione irreversibile di blocco politico amministrativo, aprendo un confronto con i cittadini e tutte le forze politiche che intendono perseguire questa strada.
Con Daniele Gargano si entra nel primo dei casi affrontati questa mattina. Dice il giovane esponente socialista: “ Il Teatro Romano, deve senza ulteriori tentennamenti ritornare al suo pieno splendore. Non riusciamo ad essere appagati dal solo risultato conseguito dall’UNESCO, per la Chiesa di Santa Sofia. Il teatro Romano verte in uno stato di completo abbandono e degrado. E’ stato in passato definito il salotto culturale della città, basti pensare a quante città spettacolo si sono aperte proprio al Teatro Romano, quante opere liriche si sono tenute, quanti spettacoli musicali e folkloristici con una serata del Festivalbar in evidenza.. La storia di Benevento si identifica con quel luogo. Se è vero che la gestione è della sovraintendenza ai beni culturali, anche qui riteniamo insufficiente l’azione messa in campo dall’amministrazione comunale e provinciale per sollecitarne l’apertura. Anche se ora sarà riaperto per ospitare di nuovo Ciro, il dinosauro di origini sannite, tutto ciò non basta. Vogliamo promuovere un turismo sostenibile per la città, ma abbiamo difficoltà nel registrare un’azione incisiva del Sindaco. Non vogliamo solo criticare e addossare responsabilità, ma come partito socialista italiano, siamo fortemente sensibili affinchè la questione del Teatro Romano così come tutti i siti storici vengano riaperti al più presto, ed è per questo che su questo argomento abbiamo incaricato il Sen. Carlo Vizzini di promuovere una interrogazione al Ministro dei Beni culturali. Ulteriore azione verrà promossa anche dal coordinatore nazionale Marco Di Lello va ricordato ex assessore regionale con delega anche ai Beni Culturali della Campania.
Secondo spinosa questione affrontata è il boulevard Lungo Sabato o meglio l’abbandono dello stesso e del conseguente Parco Verde di Rione Libertà. Ad affrontare le problematiche connesse il segretario cittadino Giovanni Chiusolo che lamenta :”Le premesse erano di avere una seconda villa comunale in un’area che sarebbe dovuta diventare affascinante, sulle sponde del fiume Sabato, con la vista della Dormiente del Sannio di fronte un boschetto ed un antico Mulino essendo la zona quella propria degli Antichi Mulini dei pastai di Benevento, con tutta una serie di rivoli e canaletti che portavano al fiume. Un teatro a destinazione cinema all’aperto completo di spazio per proiezione e locale attiguo sarebbe dovuto essere la ciliegina sulla torta di un opera che prevedeva la passeggiata illuminata da faretti incassonati nella pavimentazione. Costo dell’opera a base di gara oltre due milioni di euro ottenuti dalla Cassa Depositi e Prestiti. Il risveglio alla dura realtà è terrorizzante: oggi è tutto rotto, tutto reso inagibile dall’incuria e dai teppisti che la fanno da padroni, lasciato tutto senza barriere e senza controlli.Le luci incassonate nei mattoni della pavimentazione sono distrutte,il teatro/cinema ha le gradinate distrutte, battiscopa in marmo divelti insomma due milioni letteralmente buttati. Chi risponde di tutto ciò ? Altro che percorsi turistico-storici. Altro che recupero dei Mulini è il Festival del vandalismo e dei drogati nell’indifferenza amministrativa generale.
In tutto ciò si inserisce il presidente provinciale Ugo Del Sorbo che ricorda a tutti “ le lamentele del sindaco quando un’anno fa per via della sfiducia non potè inaugurare la struttura ospitante il Parcheggio di Porta Rufina con una strana e veloce inaugurazione. Da allora solo proclami di tanto in tanto a cui si aggiunge quello del presidente della AMTS che ha dichiarato a mezzo stampa che il parcheggio sarebbe stato aperto il 15 Maggio scorso. Ebbene oggi, 31 Luglio, la struttura risulta ancora chiusa. Le dichiarazioni del presidente non possono essere tollerate. Essa è una figura che è bene precisare è di nomina politica unitamente al consiglio di amministrazione, e quindi, in quanto tale, ad essa non è consentito lasciarsi andare a dichiarazioni garantiste. Se ciò si verifica e le attesa restano vane,non resta altro che dimettersi o, in caso ciò non avvenga che sia il Sindaco a revocarlo.
E poco importa le motivazioni tecniche a giustifica di una gestione superficiale ed inadeguata di questa come di altre questioni”.
E termina qui questo secondo incontro. L’appuntamento adesso è per i primi di Settembre quando riparte il Tour.

Print This Post Print This Post