venerdì 5 Giugno 2020 Boom di richieste all’INPS ed attacco degli Hacker, il sito va in tilt | infosannionews.it venerdì 5 Giugno 2020
Smooth Slider
Domani riaprirà il tradizionale mercato regionale di Santa Colomba

Domani riaprirà il tradizionale mercato regionale di Santa Colomba

Lo rende noto l’assessore ai Mercati, Oberdan PicucciBenevento – L’assessore ...

Covid-19, report ASL, 7 i positivi

Di seguito il report ASL relativo ai pazienti positivi al ...

Covid - 19 per la prima volta in Campania zero nuovi contagi.De Luca: Passo importante ma tenere alta la guardia

Dall’inizio dell'epidemia ieri tutti i tamponi analizzati sono risultati negativi ...

Allerta meteo: disposta chiusura strutture, cimitero e parchi publici, nella giornata del 5 giugno

Allerta meteo: disposta chiusura strutture, cimitero e parchi publici, nella giornata del 5 giugno

Benevento - In seguito al dispositivo di avverse previsioni  meteo, diramato ...

Centro Democratico: Giuseppe Puzio nomina Gerarda Caputo delegata al sostegno alle imprese del Partito

“Con la quinta nuova nomina di Gerarda Caputo come delegata ...

Boom di richieste all’INPS ed attacco degli Hacker, il sito va in tilt

01/04/2020
By

“Stiamo ricevendo 100 domande al secondo, cosa mai vista”, ha detto il presidente Tridico che ha poi rassicurato tutti dicendo “Gli intasamenti sono inevitabili con questi numeri ma non c’è fretta, le domande saranno valide per tutto il periodo di crisi, il governo sta varando i rifinanziamenti, Tra l’altro abbiamo ricevuto nei giorni scorsi, e anche mercoledì mattina, violenti attacchi hacker”.  Il sito dell’Inps infatti preso d’assalto ha registrato più di una difficoltà  e  ora si sta anche lavorando per rafforzare il livello di controllo e sicurezza.
Anche Conte ha parlato dei problemi dell’Inps dicendo “All’Inps sono giunte 100 domande al secondo, con 300 mila richieste ad oggi, e questo ha creato qualche problema”, mentre il Garante per la Privacy Antonello Soro, a proposito delle violazioni al sito, ha dichiarato che : “Queste violazioni dei dati personali sono un fatto gravissimo, siamo molto preoccupati. Abbiamo immediatamente preso contatto con l’Inps e avvieremo i primi accertamenti per verificare se possa essersi trattato di un problema legato alla progettazione del sistema o se si tratti invece di una problematica di portata più ampia. Intanto è assolutamente urgente che l’Inps chiuda la falla e metta in sicurezza i dati”.

Insomma una serie di problemi e difficoltà che forse sia il Governo che l’Istituto avrebbero dovuto prevedere nel mentre si sono fatti trovare impreparati.

Tags: