venerdì 27 Novembre 2020 Deliberati dalla Giunta Comunale i criteri per ottenere i voucher e l’importo erogabile | infosannionews.it venerdì 27 Novembre 2020
Smooth Slider

Asl Benevento. Oggi altri 49 positivi

L'Asl di Benevento comunica di aver eseguito oggi 27 Novembre ...

Complesso di Santa Sofia, si aggiorna il Piano di gestione del sito UNESCO

Del Prete: “Puntiamo a un forte coinvolgimento della comunità locale”Benevento  ...

“Decreto Ponti” Ricciardi (M5S): “al Sannio circa 7 milioni e mezzo”.”Fondi anche per riqualificare Ponte San Nicola”

“Decreto Ponti” Ricciardi (M5S): al Sannio circa 7 milioni e mezzo.Fondi anche per riqualificare Ponte San Nicola

Benevento – “Nel cosiddetto “decreto ponti” (art. 49 della legge n. ...

Covid – 19 a Frasso Telesino, ancora una vittima.La seconda nel giro di pochi giorni

Covid - 19 a Frasso Telesino, ancora una vittima.La seconda nel giro di pochi giorni

Frasso Telesino (Bn) – Deceduto un paziente Covid-19 di Frasso ...

Al Vigorito Juventus orfana di Ronaldo

Il fuoriclasse portoghese non è stato convocato da Pirlo che ...

Deliberati dalla Giunta Comunale i criteri per ottenere i voucher e l’importo erogabile

30/03/2020
By

Gli importi partiranno da un minimo di 250 euro a un massimo di 400 euro.


La Giunta comunale, preso atto che il Comune di Benevento è destinatario della somma di € 413.962,18 da destinare alle misure urgenti di solidarietà alimentare e ad integrazione delle Misure di tutela sociale Emergenza COVID – 19 – adottate con delibera di G.C. n. 56 del 27.03.2020, ha deliberato questa mattina l’attivazione dell’ulteriore misura secondo i criteri riportati di seguito.
Destinatari delle misure sono i cittadini e persone straniere che vivono nella città di Benevento che versano in uno stato di necessità temporanea dovuta alle misure restrittive emesse per l’emergenza epidemiologica e sono privi di mezzi economici per assicurare a sé ed alla propria famiglia beni di primissima necessità.
In particolare:
coloro che sono stati costretti a interrompere, sospendere e/o chiudere la propria attività lavorativa, ossia tutti coloro che a qualsiasi titolo, non possono svolgere alcuna attività, anche precaria e/o saltuaria e/o stagionale, che gli consenta di assicurare a sé e alla propria famiglia il minimo per poter vivere;
coloro che lavoravano con la Partita Iva e che non hanno diritto al contributo “una tantum” di € 600,00, così come previsto dalla normativa vigente in materia di Covid;
coloro che sono stati licenziati e che solo a far data dal 15.04.2020 potranno usufruire dell’indennità della Cassa Integrazione in Deroga (CID), avranno parimenti la possibilità di presentare domanda qualora non siano in grado di garantire il soddisfacimento delle esigenze minime del proprio nucleo familiare.
I destinatari del solo Reddito di Cittadinanza e/o REI che percepiscono un esiguo contributo, e che non svolgono attualmente alcuna attività lavorativa, potranno parimenti presentare domanda qualora non siano in grado di garantire il soddisfacimento delle esigenze minime del proprio nucleo familiare.
Non potranno presentare domanda i nuclei familiari in cui siano presenti dipendenti pubblici o privati la cui attività non sia stata sospesa, nonché i pensionati.
Per redigere l’elenco dei beneficiari le istanze pervenute saranno valutate secondo i seguenti criteri:
1. famiglie mono-genitoriale con minori in carico;
2. nuclei familiari con minori in carico;
3. persone che vivono da sole;
4. presenza in famiglia di persone fragili.

Tags: ,