venerdì 29 Maggio 2020 Deliberati dalla Giunta Comunale i criteri per ottenere i voucher e l’importo erogabile | infosannionews.it venerdì 29 Maggio 2020
Smooth Slider

Al via il Virtual Open Day dell’Istituto Superiore per Mediatori Linguistici – SSML Internazionale

Sabato 30 maggio alle ore 11.30 la  SSML Internazionale di Benevento  aprirà ...

Acqua Bene Comune, mancato intervento dell’ente Idrico campano a sostegno delle fasce deboli

Acqua Bene Comune, mancato intervento dell'ente Idrico campano a sostegno delle fasce deboli

Il comitato sannita Acqua Bene Comune comunica quanto segue:"l’Ente idrico ...

Delia Delli Carri : “Una Amara vittoria: io non decado!”

Delia Delli Carri : Una Amara vittoria: io non decado!

"Ma per loro, continua la consigliera uscita vincitrice nel braccio ...

Giovanni Giuseppe Cocchiaro smentisce la sua nomina in Italia Viva Sannio

Nomina in Italia Viva Sannio, la smentita di Cocchiaro:“Con meraviglia ...

Bonea, due maxi cantieri al via.Il commento dell'assessore Giampietro D'Apice

“Cominciamo a raccogliere, in modo importante, i frutti di un ...

Covid – 19 Pago Veiano piange la morte della signora Giorgina De Palma

Covid – 19 Pago Veiano piange la morte della signora Giorgina De Palma

Tristezza e rassegnazione tra la collettività locale. La solidarietà del ...

Deliberati dalla Giunta Comunale i criteri per ottenere i voucher e l’importo erogabile

30/03/2020
By

Gli importi partiranno da un minimo di 250 euro a un massimo di 400 euro.


La Giunta comunale, preso atto che il Comune di Benevento è destinatario della somma di € 413.962,18 da destinare alle misure urgenti di solidarietà alimentare e ad integrazione delle Misure di tutela sociale Emergenza COVID – 19 – adottate con delibera di G.C. n. 56 del 27.03.2020, ha deliberato questa mattina l’attivazione dell’ulteriore misura secondo i criteri riportati di seguito.
Destinatari delle misure sono i cittadini e persone straniere che vivono nella città di Benevento che versano in uno stato di necessità temporanea dovuta alle misure restrittive emesse per l’emergenza epidemiologica e sono privi di mezzi economici per assicurare a sé ed alla propria famiglia beni di primissima necessità.
In particolare:
coloro che sono stati costretti a interrompere, sospendere e/o chiudere la propria attività lavorativa, ossia tutti coloro che a qualsiasi titolo, non possono svolgere alcuna attività, anche precaria e/o saltuaria e/o stagionale, che gli consenta di assicurare a sé e alla propria famiglia il minimo per poter vivere;
coloro che lavoravano con la Partita Iva e che non hanno diritto al contributo “una tantum” di € 600,00, così come previsto dalla normativa vigente in materia di Covid;
coloro che sono stati licenziati e che solo a far data dal 15.04.2020 potranno usufruire dell’indennità della Cassa Integrazione in Deroga (CID), avranno parimenti la possibilità di presentare domanda qualora non siano in grado di garantire il soddisfacimento delle esigenze minime del proprio nucleo familiare.
I destinatari del solo Reddito di Cittadinanza e/o REI che percepiscono un esiguo contributo, e che non svolgono attualmente alcuna attività lavorativa, potranno parimenti presentare domanda qualora non siano in grado di garantire il soddisfacimento delle esigenze minime del proprio nucleo familiare.
Non potranno presentare domanda i nuclei familiari in cui siano presenti dipendenti pubblici o privati la cui attività non sia stata sospesa, nonché i pensionati.
Per redigere l’elenco dei beneficiari le istanze pervenute saranno valutate secondo i seguenti criteri:
1. famiglie mono-genitoriale con minori in carico;
2. nuclei familiari con minori in carico;
3. persone che vivono da sole;
4. presenza in famiglia di persone fragili.

Tags: ,