venerdì 23 Luglio 2021 Vigorito annuncia : ” Inzaghi sara’ allenatore del Benevento anche il prossimo anno” | infosannionews.it venerdì 23 Luglio 2021
Smooth Slider
I Moderati: “Basta chiacchiere,Benevento merita un’Amministrazione più limpida”

I Moderati: Basta chiacchiere,Benevento merita un'Amministrazione più limpida

Antonio Puzio, capogruppo de “I Moderati” e segretario provinciale di ...

Lonardo: “riforma della giustizia e drammatica realtà”

Lonardo: riforma della giustizia e drammatica realtà

“Ieri, dopo 14 lunghi anni di attesa, due nostri  amici ...

Covid 19 al “San Pio”: situazione invariata

Covid 19 al San Pio: situazione invariata

Restano ancora due i positivi ricoverati per Covid al "San ...

Graduation Day per 800 neo laureati Unisannio

Il 28 luglio l'Università del Sannio celebra il Graduation Day ...

Covid, l’appello del sindaco di Telese ai giovani: “Contiamo su di voi”

Covid, l’appello del sindaco di Telese ai giovani: “Contiamo su di voi”

Cari concittadini,le parole del nostro Presidente del Consiglio ancora risuonano ...

Vigorito annuncia : ” Inzaghi sara’ allenatore del Benevento anche il prossimo anno”

28/02/2020
By

Conferenza di Pippo Inzaghi prima del match con lo Spezia di domani al Ciro Vigorito. Piacevole sorpresa la presenza del Presidente Vigorito.

Dopo la bella e netta affermazione in quel di Chiavari i giallorossi attendono di giocare domani con l’altra squadra ligure, quello Spezia che negli ultimi tempi ha incrociato le armi piu’ di una volta con la strega in incontri di elevata importanza. Domani pero’, dall’alto dei suoi 60 punti in classifica e + 19 proprio sugli spezzini, terzi in classifica, il Benevento puo’ guardare al match con maggiore tranquillita’ anche se mister Inzaghi non e’ dello stesso avviso.

Il Presidente prima dell’inizio della conferenza stampa ha voluto annunciare di persona che al di la’ dei risultati Inzaghi ha rinnovato con il Benevento. La notizia avrebbero voluta darla tempo fa perche’ lo si era deciso anche se i risultati non fossero venuti perche’ c’e’ una unita’ di intenti che e’ stata palese sin da subito. Poi chiaramente i risultati lusinghieri hanno dato l’oppotunita’ di far sapere a tutti di un contratto firmato da mesi.

Da parte sua Pippo ha ringraziato sia il Presidente che il D.S. ed ha chiarito che la stima che gli hanno sempre mostrato, il ringraziamento per come stavano lavorando che Vigorito gli ha fatto dopo  solo 20 giorni di ritiro ed il rinnovo fatto mesi fa quando il Benevento non era nella posizione attuale lo ha spinto ad accettare. Ed ora, ha ripetuto il mister, godiamoci il momento perche’ i momenti, le emozioni, i record e tutto cio’ che sta accadendo quest’anno sara’ difficilmente ripetibile.

Passando poi alla partita di domani contro lo Spezia, a parte Barba che ha la febbre da un paio di giorni, gli altri convocati stanno e bene e giocheranno  quelli che sono piu’ in forma. La partita tra l’altro e’ importantissima in prospettiva serie A perche’ se domani sera i punti di vantaggio sulla terza dovessero rimanere inalterati o aumentare sara’ un mattone importante per la vittoria finale. Lo Spezia viene da 13 partite senza sconfitte ed il Benevento da 16 gare quindi si affronteranno le due squadre piu’ in forma del momento.

Sulla formazione di domani  come al solito ci sono diversi dubbi perche’ tutti meritano di giocare e le 3 partite in 6 giorni potranno dare questa possibilita’. Sugli uomini a disposizione il mister e’ rammaricato per Tello che ha preso una botta in allenamento, botta che purtroppo lo terra’ fuori per un’altra settimana. Tuia e Kragl sono invece arruolabili e se non giocheranno domani ci sara’ possibilita’ negli altri due incontri ravvicinati.

A proposito della promozione in A Vigorito ha confessato che l’altra volta il Benevento e’ arrivato nella massima serie senza forse meritarlo completamente e questo gli fece avere una sorta di delirio di onnipotenza che lo porto’ anche a dire “Dio me l’ha data e guai a chi me la tocca’, sbagliando. Anche l’hanno scorso, se fossimo andati in serie A rischiavamo di sbagliare ancora perche’ non si era ancora maturi. Quest’anno  invece il Benevento inserendo i giusti tasselli nei posti in cui mancavano, ha fatto si che la meta possa essere raggiunta per poi conservarla. Peccato pero’ che il tessuto industriale, commerciale e istituzionale non abbia ancora capito l’importanza di tutto cio’. Basti pensare, a esempio, alla questione stadio.  Ma non solo. Occorre avere un’andamento stabile per evitare i sali e scendi che si vedono normalmente in giro. Ma questo non si puo’ fare da soli.

E’ questo un invito esplicito alla classe industriale, commerciale e istituzionale beneventana che deve avere il coraggio finalmente di scendere in campo  e collaborare per non far sentire solo Vigorito che sono 14 anni che sta investendo in questo sport  tempo, soldi e cuore.

Tags: