giovedì 9 aprile 2020 Corso Garibaldi, aggredisce un uomo con una bottiglia di vetro: arrestato dalla Polizia. | infosannionews.it giovedì 9 aprile 2020
Smooth Slider

Conclusa definitivamente la stagione 2019-2020

L'Accademia Volley si allinea completamente alle decisioni federaliLa Federazione Italiana ...

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati al San Pio

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati al San Pio

L'’A.O.R.N. “San Pio” oggi 8 Aprile ha processato nr. 12 ...

Premio Strega Giovani e Liceo Giannone di Benevento

La Fondazione Bellonci, in collaborazione con l’associazione Piccoli Maestri, ha ...

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento ringrazia la CIEC S.r.l. per il dono di “pacchi viveri”

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento, attraverso ...

Corso Garibaldi, aggredisce un uomo con una bottiglia di vetro: arrestato dalla Polizia.

28/02/2020
By

È stato arrestato nella tarda serata di ieri dagli uomini della Squadra Volante della Questura di Benevento il 49enne beneventano, Carmine De Luca, noto alle forze dell’ordine, che poche ore prima si era reso protagonista di un’aggressione nei confronti di un avventore di un noto bar di Corso Garibaldi.
Alla base del violento gesto ci sarebbero motivi passionali che hanno portato l’uomo ad assalire, mentre era seduto ad un tavolo del locale insieme alla propria fidanzata, il rivale, un 30enne residente nel capoluogo che in quel momento gli stava passando accanto, colpendolo con una bottiglia di vetro all’arcata sopracciliare sinistra.

Immediato l’intervento di due equipaggi della Squadra Volanti, coordinati dal Dirigente dott. Tranquillo, che dopo una veloce ricostruzione dei fatti si sono posti alla ricerca dell’aggressore nel frattempo velocemente allontanatosi.

Rintracciato a seguito di una meticolosa attività investigativa in piazza Bissolati, la persona, dopo essere stata condotta in ufficio per ulteriori accertamenti, veniva tratta in arresto con l’accusa di lesioni aggravate e sottoposta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.
I due soggetti nel mese di dicembre si erano già affrontati per lo stesso motivo e, nella circostanza, venivano deferiti per danneggiamento e porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere.
La persona ferita prontamente soccorsa da un equipaggio del 118 ha riportato una ferita e lacero contusa giudicata guaribili in 15 giorni.

Tags: