mercoledì 8 aprile 2020 Pics e lavori alla Stazione Ferroviaria. Mastella e De Luca firmano accordo in Regione | infosannionews.it mercoledì 8 aprile 2020
Smooth Slider

Conclusa definitivamente la stagione 2019-2020

L'Accademia Volley si allinea completamente alle decisioni federaliLa Federazione Italiana ...

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati al San Pio

Emergenza covid-19: tamponi e test rapidi processati al San Pio

L'’A.O.R.N. “San Pio” oggi 8 Aprile ha processato nr. 12 ...

Premio Strega Giovani e Liceo Giannone di Benevento

La Fondazione Bellonci, in collaborazione con l’associazione Piccoli Maestri, ha ...

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento ringrazia la CIEC S.r.l. per il dono di “pacchi viveri”

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento, attraverso ...

Pics e lavori alla Stazione Ferroviaria. Mastella e De Luca firmano accordo in Regione

12/02/2020
By

Vincenzo De Luca, Clemente Mastella e Paolo Olla, hanno firmato questa mattina, a Palazzo Santa Lucia, l’Accordo di programma Integrato Città Sostenibile (PICS) per il Comune di Benevento che porterà  finanziamenti pari a quasi 16 milioni di euro che serviranno a finanziare ben 13 progetti destinati alla riqualificazione urbana e il Protocollo d’Intesa con Comune di Benevento e RFI che prevede la  riqualificazione della stazione ferroviaria di Benevento e la soppressione di passaggi a livello in ambito urbano con un adeguamento importante per la linea ad alta capacita e alta velocita (Roma – Bari e Napoli – Bari).

Il progetto di riqualificazione prevede:

Riqualificazione del fabbricato viaggiatori anche in termini di risposta sismica delle strutture, nonché per la complessiva  rifunzionalizzazione dello stesso in coerenza con gli obiettivi di maggiore accessibilità, confort, funzionalità e fruibilità del Piano Stazione;

Rifunzionalizzazione delle aree esterne antistanti la stazione, tramite l’ottimizzazione degli spazi, delle aree verdi e delle aree pedonali, allo scopo di migliorare i flussi esterni in coerenza con gli interventi sul fabbricato viaggianti;

Riconnessione della Città alla stazione, potenziando l’offerta multimediale di trasporto e migliorando il sistema complessivo di accessibilità, anche mediante la realizzazione, a cura e a spese del Comune, di un nuovo parcheggio multipiano nei pressi della stazione ferroviaria, da destinare sia alla sosta a pagamento che a terminal bus;

Promozione della valorizzazione architettonica e del riuso di spazi interni ed esterni al fabbricato viaggiatori ed attualmente sottoutilizzati, coniugando finalità di interesse pubblico e privato, anche di carattere turistico, culturale, educativo e sociale;

Realizzazione di interventi di upgrade infrastrutturale e tecnologico della stazione di Benevento finalizzati a garantire un incremento della capacità di impianto e dei livelli qualitativi per i servizi passeggeri, regionali e lunga percorrenza, e merci;

Realizzazione di un upgrade infrastrutturale  e tecnologico  della tratta Vitulano – Apice che consenta un incremento dei livelli di regolarità del servizio, comprese puntuali modifiche  infrastrutturali al Prg dell’impianto ferroviario di Paduli finalizzate a creare condizioni infrastrutturali atte a consentire nuovi traffici e raccordo per merci con origine/destino nell’impianto;

Soppressione del passaggio a livello al km 100+075 della linea Napoli-Foggia con opere sostitutive/viabilità alternative anche in coerenza con progetti di soppressione dei passaggi a livello di via Valfortore, al km  29+121, di via Madonna della Pietà, al km 27+520 e del passaggio a livello al km 27+022 della linea Avellino-Benevento.

Quanto ai tempi, le parti si sono impegnate a concludere le attività descritte entro 12 mesi dalla sottoscrizione del Protocollo.

Attraverso i Pics, invece, gli interventi piu’ qualificanti riguarderanno il recupero e la rivitalizzazione del patrimonio architettonico.

Per i Pics, i 16 milioni destinati alla Città di Benevento verranno ripartiti nei seguenti tredici progetti: 

Arco Traiano: Emozionare è valorizzare

Azione 6.8.3

€ 1.800.000,00

Il Progetto si pone l’obiettivo di valorizzare l’Arco di Traiano per favorire azioni di sviluppo e promozione dei servizi turistici, culturali e creativi connessi alla valorizzazione e migliore fruizione del monumento mediante una riconfigurazione delle aree laterali, attualmente destinate a verde, prevedendo su di un lato la realizzazione del Museo dell’Arco e dall’altro la realizzazione di una cavea gradonata per eventi culturali all’aperto.

È prevista una sala per accoglienza turistica e i relativi servizi, una sala espositiva con pannelli di realtà virtuale che ne illustreranno i magnifici

bassorilievi ed una sala conferenze. Inoltre, gli ambienti saranno destinati a libreria, gadget e servizi.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.800.000,00 di risorse PO FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 6.8.3 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.
Livello progettuale Fattibilità tecnica economica
Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data collaudo il 31/10/2022 e come data previsionale di funzionalità/fruibilità il 31/10/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento risulta coerente con la strategia definita nel Documento di Orientamento Strategico ed in particolare con la linea strategica 2 La Città della Cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento punta al recupero ed alla valorizzazione di un monumento storico della città, simbolo di storia ed identità urbana ed è pertanto coerente con le azioni e l’impatto strategico della AZIONE 6.8.3 – SOSTEGNO ALLA FRUIZIONE INTEGRATA DELLE RISORSE

CULTURALI E NATURALI E ALLA PROMOZIONE DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE, del PO FESR 2014/2020.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 6.8.3 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma e che l’intervento presenta elementi di integrazione e coerenza con gli altri interventi che presentano finalità di recupero e valorizzazione dei Beni culturali, come l’intervento “L’HORTUS “2.0” – Completamento e Valorizzazione dell’Hortus Conclusus”.

Implementazione degli indicatori di output Gli indicatori di output sono implementati in “Numero”:-6.8.3 Creazione di reti Tematiche dei beni culturali:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1.

-6.8.4 Piani di Promozione e gestione complessiva dell’intera offerta culturale:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1

-6.8.5 Piattaforme di valorizzazione dei sistemi turistici integrati tramite progetti ICT:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

L’HORTUS “2.0”.

Completamento e valorizzazione dell’Hortus Conclusus

Azione 6.8.3

€ 1.800.000,00

Il Progetto si pone l’obiettivo di valorizzare l’attuale Hortus Conclusus mediante l’utilizzo di tecnologie digitali

L’intervento prevede l’adeguamento degli attuali impianti di illuminazione e di video sorveglianza e la integrazione con le tecnologie digitali di illuminazione, di effetti scenici e sonori per una fruizione integrata di questo museo a cielo aperto del maestro della Transavanguardia.

Nella scheda l’AU precisa che “la progettazione e la realizzazione della nuova area sarà eseguita con l’ausilio e la supervisione del Maestro Paladino, che ha curato il primo impianto dell’opera citata, garantendo l’unitarietà delle stessa”.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.800.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 6.8.3 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data di conclusione del collaudo il 30/09/2022 e come data previsionale di funzionalità/fruibilità il 30/09/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento risulta coerente con la strategia definita nel Documento di Orientamento Strategico ed in particolare con la linea strategica 2 La Città della Cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento punta al recupero ed alla valorizzazione di un’area museale dedicata all’arte contemporanea, ed è pertanto coerente con le azioni e l’impatto strategico della AZIONE 6.8.3 -SOSTEGNO ALLA FRUIZIONE INTEGRATA DELLE RISORSE CULTURALI E NATURALI E ALLA PROMOZIONE DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE, del PO FESR 2014/2020.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 6.8.3 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma e che l’intervento presenta elementi di integrazione e coerenza con gli altri interventi che presentano finalità di recupero e valorizzazione dei Beni culturali, come l’intervento “ARCO TRAIANO: EMOZIONARE È VALORIZZARE – Riqualificazione e valorizzazione dell’area dell’Arco Traiano”.

Implementazione degli indicatori di output Gli indicatori di output sono implementati in “Numero”:-6.8.3 Creazione di reti Tematiche dei beni culturali:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1.

-6.8.4 Piani di Promozione e gestione complessiva dell’intera offerta culturale:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1

-6.8.5 Piattaforme di valorizzazione dei sistemi turistici integrati tramite progetti ICT:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI ROMANI.

Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico dei monumenti di epoca romana

Azione 6.7.1

€ 750.000,00

Il progetto si pone l’obiettivo di individuare e caratterizzare percorsi tematici in modo da renderli fruibili e riconoscibili anche mediante attrezzature e tecnologie digitali: realizzare così la fruizione dei contenuti culturali in forma integrata, in sinergia con manifestazioni culturali già esistenti per una riscoperta dei siti e dei monumenti di interesse storico e artistico.

La caratterizzazione del percorso avverrà mediante la installazione lungo di esso di segnaletica tradizionale e per ipovedenti (LOGES), di totem e tecnologie digitali integrate in wifiding, ovvero una tecnologia in wifi che interagisce con smartphone e orologi digitali in grado di guidare e scaricare contenuti multimediali mediante una APP dedicata.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € € 750.000,00 a valere su risorse PO FESR 2014/2020

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 6.7.1 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data di conclusione del collaudo 31/05/2022 e come data previsionale di conclusione di funzionalità/fruibilità il 31/05/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento risulta coerente con la strategia definita nel Documento di Orientamento Strategico ed in particolare con la linea strategica 2 La Città della Cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare coerenti sull’azione 6.7.1 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 6.7.1 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma e che l’intervento presenta molti elementi di integrazione e coerenza con gli altri interventi che presentano finalità di messa in rete e valorizzazione dei Beni culturali, come tutti gli altri interventi: “I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ MEDIEVALE, I LONGOBARDI, IL MITO DELLE STREGHE – Intervento di valorizzazione del percorso storico -turistico della città medievale” e “I PERCORSI DELLA STORIA: IL FRONT-OFFICE TURISTICO – Riqualificazione di un’area attrezzata per info point e accoglienza turistica in Piazza Cardinal Pacca”.

Implementazione degli indicatori di output

6.7.3 Superficie oggetto di intervento:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – mq 5700 ca

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ MEDIEVALE, I LONGOBARDI, IL MITO

DELLE STREGHE.

Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico della città medievale

Azione 6.7.1

€ 1.500.000,00

La caratterizzazione del percorso avverrà mediante la installazione lungo di esso di segnaletica tradizionale e per ipovedenti, di

totem e tecnologie digitali integrate in wifiding , ovvero una tecnologia in wifi che interagisce con smartphone e orologi digitali in grado di guidare e scaricare contenuti multimediali mediante una APP dedicata. La caratterizzazione dei siti invece avverrà con illuminazioni sceniche sia di nuova installazione che con la integrazione e miglioramento di quelle esistenti, anche con l’utilizzo di ologrammi in grado di illustrare i siti archeologici nella loro originaria conformazione ricostruita mediante l’utilizzo di tecnologie della realtà virtuale. L’intervento prevede il Recupero e valorizzazione della Torre Biffa.

Oltre al recupero dell’immobile, l’intervento prevede anche la realizzazione mediante un percorso espositivo coperto, da realizzare lungo il percorso pedonale, dedicato agli eventi alluvionali che hanno fortemente caratterizzato la storia della Città. L’intervento prevede il Recupero e valorizzazione dei Resti della murazione longobarda a Torre delle Catene, la Sistemazione a verde dall’area prospiciente il nuovo ponte sul fiume Sabato da destinare a parco tematico dedicato ai Longobardi e al mito delle Streghe. Nel parco saranno posizionate installazioni artistiche tali da evocare il Mito delle Streghe, del Sabba e del Noce.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € € 1.500.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 6.7.1 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data di conclusione del collaudo 30/09/2022 e come data previsionale di conclusione di funzionalità/fruibilità il 30/09/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento risulta coerente con la strategia definita nel Documento di Orientamento Strategico ed in particolare con la linea strategica 2 La Città della Cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento punta al recupero ed alla valorizzazione del complessivo sistema delle bellezze storico, artistiche ed architettoniche della città, puntando al loro recupero e valorizzazione per implementare il target turistico della città, ed è pertanto coerente con le azioni e l’impatto strategico della AZIONE 6.7.1 INTERVENTI PER LA TUTELA, LA VALORIZZAZIONE E LA MESSA IN RETE DEL PATRIMONIO CULTURALE, MATERIALE E IMMATERIALE, NELLE AREE DI

ATTRAZIONE DI RILEVANZA STRATEGICA TALE DA CONSOLIDARE E PROMUOVERE PROCESSI DI SVILUPPO, del PO FESR 2014/2020.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 6.7.1 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma e che l’intervento presenta molti elementi di integrazione e coerenza con gli altri interventi che presentano finalità di messa in rete e valorizzazione dei Beni culturali, come tutti gli altri interventi ” I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI ROMANI – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico dei monumenti di epoca romana”, “I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI SANTI – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico della città pontificia” e ” I PERCORSI DELLA STORIA: IL FRONT-OFFICE TURISTICO – Riqualificazione di un’area attrezzata per info point e accoglienza turistica in Piazza Cardinal Pacca”.

Implementazione degli indicatori di output

6.7.3 Superficie oggetto di intervento:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – mq 5940 ca.

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI SANTI.

Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico della città pontificia

Azione 6.7.1

€ 1.800.000,00

L’ intervento si propone di realizzare un percorso tematico di valorizzazione e promozione del territorio in chiave turistico culturale.

Le risorse maggiori dell’intervento in questione saranno destinate alla riqualificazione della struttura a protezione degli scavi dei reperti della basilica di

San Bartolomeo ubicata in piazza Orsini ai lati del Duomo e in avanzato stato di degrado. Si prevede il progetto e la costruzione di una struttura in ferro e vetro di grande qualità architettonica che come la piramide del Louvre sia in grado di assolvere la funzione di ingresso all’attiguo museo Diocesano ma anche di segnare il luogo e di caratterizzarlo fortemente. Completeranno l’intervento una ridefinizione dei percorsi pedonali che condurranno all’ingresso del museo e dello spazio antistante l’ingresso principale del Duomo.

L’intervento prevede la valorizzazione delle dimore native di S. Gennaro, di S. Bartolomeo e S. Giuseppe Moscati mediante lavori di manutenzione straordinaria e fornitura e posa in opera nelle stesse di tecnologie multimediali finalizzate alla conoscenza e divulgazione della vita e delle opere dei Santi.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.800.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 6.7.1 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data di conclusione del collaudo 31/12/2022 e come data previsionale di conclusione di funzionalità/fruibilità il 31/12/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento risulta coerente con la strategia definita nel Documento di Orientamento Strategico ed in particolare con la linea strategica 2 La Città della Cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

“L’intervento punta al recupero ed alla valorizzazione del complessivo sistema delle bellezze storico, artistiche ed architettoniche della città, puntando al loro recupero e valorizzazione per implementare il target turistico della città, ed è pertanto coerente con le azioni e l’impatto strategico della AZIONE 6.7.1 INTERVENTI PER LA TUTELA, LA VALORIZZAZIONE E LA MESSA IN RETE DEL PATRIMONIO CULTURALE, MATERIALE E IMMATERIALE, NELLE AREE DI ATTRAZIONE DI RILEVANZA STRATEGICA TALE DA CONSOLIDARE E PROMUOVERE PROCESSI DI SVILUPPO, del PO FESR 2014/2020.”.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 6.7.1 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma e che l’intervento presenta elementi di integrazione e coerenza con gli altri interventi che presentano finalità di messa in rete e valorizzazione dei Beni culturali, come tutti gli altri interventi: ” I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI ROMANI – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico dei monumenti di epoca romana” e ” I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ MEDIEVALE, I LONGOBARDI, IL MITO DELLE STREGHE – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico della città medievale”.

Implementazione degli indicatori di output

6.7.3 Superficie oggetto di intervento:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – 3000 ca

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

PERCORSI DELLA STORIA: IL FRONT-OFFICE TURISTICO.

Riqualificazione di un’area attrezzata per info point e accoglienza turistica in

Piazza Cardinal Pacca

Azione 6.8.3

€ 1.000.000,00

L’intervento prevede il recupero e la riqualificazione dell’area di proprietà comunale, ubicata nell’attuale Piazza Santa Maria, da destinare a FRONT-OFFICE turistico: i bus turistici potranno essere accolti dignitosamente e virtualmente indirizzati, attraverso l’uso di tecnologie digitali ai percorsi della Storia

Il progetto prevede nello slargo la costruzione di un manufatto prefabbricato di alta qualità e valenza architettonica in grado di accogliere il front-office turistico con i relativi servizi.

Completano l’intervento e lo integrano, con puntuali opere di manutenzione ordinaria delle pavimentazioni e di illuminazione dedicata, la riqualificazione del percorso tra l’area attrezzata ad accoglienza turistica e l’area del Teatro Romano e infine la sistemazione delle attuali aiuole.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.000.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 6.8.3 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data di conclusione del collaudo 30/06/2022 e come data previsionale di conclusione di funzionalità/fruibilità il 30/06/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento risulta coerente con la strategia definita nel Documento di Orientamento Strategico ed in particolare con la linea strategica 2 La Città della Cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento punta al recupero ed alla valorizzazione di un bene architettonico, simbolo di storia ed identità urbana ed è pertanto coerente con le azioni e l’impatto strategico della AZIONE 6.8.3 – SOSTEGNO ALLA FRUIZIONE INTEGRATA DELLE RISORSE CULTURALI E

NATURALI E ALLA PROMOZIONE DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE, del PO FESR 2014/2020.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 6.8.3 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma e che l’intervento presenta molti elementi di integrazione e coerenza con gli altri interventi che presentano finalità di messa in rete e valorizzazione dei Beni culturali, come tutti gli altri interventi: ” I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI ROMANI – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico dei monumenti di epoca romana”; ” I PERCORSI DELLA STORIA: LA CITTÀ MEDIEVALE, I LONGOBARDI, IL MITO DELLE STREGHE – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico della città medievale”; “I PERCORSI

DELLA STORIA: LA CITTÀ DEI SANTI – Intervento di valorizzazione del percorso storico – turistico della città pontificia”.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output sono implementati in “Numero”:

– 6.8.3 Creazione di reti Tematiche dei beni culturali:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1.

– 6.8.4 Piani di Promozione e gestione complessiva dell’intera offerta culturale:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1

– 6.8.5 Piattaforme di valorizzazione dei sistemi turistici integrati tramite progetti ICT:

Valore Obiettivo al 2023 dell’operazione – N. 1

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

LA CORTE RITROVATA – Recupero e riqualificazione della pubblica illuminazione di Piazza Piano di Corte e aree limitrofe

Azione 4.1.3

€ 700.000,00

Il Progetto si pone l’obbiettivo della riqualificazione energetica, potenziamento e valorizzazione dell’attuale sistema di illuminazione pubblica di Piazza Piano di Corte e delle aree limitrofe.

Attualmente l’area in questione presenta una illuminazione fortemente squalificata. Con la nuova tecnologia a LED prevista saranno valorizzate le quinte urbane che circondano la piazza ed i vicoli e le strade limitrofe.

Il progetto di riqualificazione della pubblica illuminazione si andrà ad attuare mediante l’utilizzo di una tecnologia a LED, l’illuminazione scenica delle quinte architettoniche e l’implementazione di lampade che metteranno in risalto gli scorci significativi della città.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 700.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 4.1.3 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 31/03/2022 e come funzionalità il 31/03/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento delineato risulta coerente con uno dei tre cluster programmatici del DOS della città di Benevento, ossia la Città della cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 4.1.3 – “Adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica, promuovendo installazioni di sistemi automatici di regolazione”.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 4.1.3 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output sono valorizzati in:

“Numero di punti luce attivati” n. 500.

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

UNA NUOVA LUCE ALLA “VIA MAGISTRALE” DELLA CITTA’

Recupero e riqualificazione della pubblica illuminazione di Corso Garibaldi, Corso Dante, Viale San Lorenzo e strade Limitrofe

Azione 4.1.3

€ 1.400.000,00

Il progetto si pone l’obiettivo della riqualificazione dell’illuminazione con tecnologia LED di Corso Garibaldi, Corso Dante e di Viale San Lorenzo, la via “Magistrale” della città. Il progetto prevede anche la riqualificazione dei corpi illuminanti delle strade più significative che si diramano ai suoi lati e raggiungono slarghi, piazze, monumenti ed edifici degni di essere messi in rilievo con opportuna illuminazione.

I lampioni appositamente disegnati e costruiti con apposita certificazione, saranno u elemento distintivo e caratterizzate della parte storica della Città, e saranno dotati di tecnologia intelligente in grado di graduare l’intensità luminosa.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.400.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 4.1.3 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 31/08/2022 e come funzionalità il 30/06/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento delineato risulta coerente con uno dei tre cluster programmatici del DOS della città di Benevento, ossia la Città della cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 4.1.3 – Adozione di soluzioni tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici delle reti di illuminazione pubblica, promuovendo installazioni di sistemi automatici di regolazione luminosa.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 4.1.3 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori risultano implementati in:

“Numero di punti luce attivati” n. 600;

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

PALAZZO DE SIMONE – Valorizzazione di Palazzo De Simone per una fruizione integrata del Teatro e dei Giardini

Azione 9.6.6

€ 800.000,00

L’intervento si pone l’obiettivo di valorizzare i giardini e il foyer del settecentesco palazzo De Simone e permetterne una fruizione integrata con la sala teatrale ubicata al piano terra.

L’intervento prevede sia opere di manutenzione ordinaria alla copertura del foyer che presenta infiltrazioni di acqua piovana tali da non rendere fruibile la sala che alle aiuole e ai percorsi pedonali esistenti. Risulta necessario il rifacimento degli impianti di illuminazione e di videosorveglianza.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 800.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 9.6.6 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 30/04/2022 e come funzionalità il 30/04/2022

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento delineato risulta coerente con uno dei tre cluster programmatici del DOS della città di Benevento, ossia la Città della cultura.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 9.6.6. –Sostengo alla fruizione integrata delle risorse culturali e naturali e alla promozione delle destinazioni turistiche. Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 9.6.6 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output sono implementati in:

“Spazi aggregativi per attività collettive” n. 1;

“Nr. Persone (età dai 15 in su) che usufruiranno degli spazi aggregativi in n. 2.000.

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE DEL PATTINODROMO. Recupero e riqualificazione del Pattinodromo, dei locali destinati a centro sociale e dell’area a verde circostante la Scuola G. Pascoli da destinare a parco

Azione 9.6.6

€ 1.500.000,00

La struttura sportiva, di proprietà comunale, destinata a pattinodromo non è mai stata completata anche in relazione alla sua occupazione e trasformazione dei locali, adibiti originariamente a spogliatoi ed uffici, in centro sociale autogestito. La pista presenta lesioni importanti dovute a probabili erronee esecuzioni dei lavori o del piano fondale. Le attività sociali che si sono svolte all’interno dell’immobile, riadattato allo scopo con materiali di risulta, sono state molteplici e in gran parte meritorie nell’ambito della promozione della cultura giovanile appartenente a circuiti spontanei e non commerciali: concerti, dibattiti, mostre d’arte e attività di doposcuola. L’intervento si pone l’obiettivo di riqualificare la pista e l’immobile esistente opportunamente ampliato in modo da poter accogliere sia la funzione sportiva che le attività sociali.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.500.000,00 risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 9.6.6 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 31/07/2022 e come funzionalità prevista il 31/07/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento proposto è coerente con la linea strategica del DOS_ La Città dei servizi.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 9.6.6. –Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie. Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 9.6.6 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output sono implementati in:

“Spazi aggregativi per attività collettive” n. 1;

“Nr. Persone (età da 15 in su) che usufruiranno degli spazi aggregativi” n. 2.000;

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

INSIEME IN VILLA.

Riqualificazione degli immobili e dei percorsi al fine di favorire la socializzazione e l’aggregazione giovanile nella Villa Comunale

Azione 9.6.6

€ 450.000,00

Il progetto prevede interventi per l’adeguamento delle strutture e degli immobili presenti in villa comunale per l’utilizzo da parte della prima infanzia e di persone in situazione di handicap. Alcuni spazi verdi, ubicati nei pressi delle aree gioco per bambini, saranno caratterizzati con istallazioni luminose dedicate alla prima infanzia.

L’intervento di maggiore rilievo sarà il restauro completo dell’immobile di dimensioni ridotte, destinato a spazio espositivo e di comunicazione del tipo “Informagiovani”. Sarà un luogo dove promuovere attività di aggregazione ed integrazione giovanile.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 450.000,00, risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 9.6.6 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 28/02/2022 e come funzionalità prevista il 28/02/2022

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento proposto è coerente con la linea strategica del DOS_ La Città dei servizi.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 9.6.6. –Interventi di recupero funzionale e riuso di vecchi immobili in collegamento con attività di animazione sociale e partecipazione collettiva, inclusi interventi per il riuso e la rifunzionalizzazione dei beni confiscati alle mafie. Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 9.6.6 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output risultano implementati in:

“Spazi aggregativi per attività collettive” n. 1;

“Nr. Persone (età dai 15 in u) che usufruiranno degli spazi aggregativi n. 800;

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

LA CITTÀ SOLIDALE

Riqualificazione energetica e messa in sicurezza impiantistica di immobili comunali destinati ad attività di socializzazione nella prima infanzia

Azione 9.3.2

€ 800.000,00

Il progetto prevede la riqualificazione di edifici e spazi di proprietà comunale, anche parti di edifici scolastici non desinati alle attività scolastiche, ubicati nelle aree periferiche della Città dove si registra un maggiore disagio sociale nella fase della prima infanzia e delle famiglie di appartenenza.

L’obbiettivo è quello di fornire finalmente i Quartieri periferici di strutture destinate alla prima infanzia, dotate di tutti i confort e delle tecnologie innovative volte all’assistenza e all’educazione. I tre immobili sono ubicati nei quartieri periferici di Capodimonte, Pacevecchia e Libertà.

Primo obbiettivo della riqualificazione è la messa in sicurezza degli immobili e l’adeguamento alla normativa vigente in materia di sicurezza, igiene ed agibilità, degli impianti elettrici, impianti termici e idrosanitari e impianti antincendio.

Gli immobili, finalmente recuperati, permetteranno un ampliamento del numero dei bambini (0 – 3 anni) da ospitare durante le ore scolastiche. Inoltre, il Comune potrà aprire questi plessi negli orari extra scolastici allo svolgimento di attività culturali, promosse con altri fondi dall’Amministrazione Comunale o autogestite.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 800.000,00, risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 9.3.2 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità tecnica economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 30/04/2022 e come funzionalità prevista il 30/04/2022

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento proposto è coerente con la linea strategica del DOS_ La Città dei servizi.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 9.3.2 – Aiuti per sostenere gli investimenti nelle strutture di servizi socio educativi per la prima infanzia.

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 9.3.2 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output sono implementati in:

“Assistenza all’infanzia e istruzione: capacità delle infrastrutture di assistenza all’infanzia o di istruzioni beneficiarie di un sostegno” n. persone 100;

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune

LA CASA DI JONAS.

Ristrutturazione di un edificio da adibire ad attività socio-assistenziali in località Pacevecchia

Azione 9.3.8

€ 1.430.738,32

L’intervento permetterà la ristrutturazione di un edificio sito al quartiere Pacevecchia.

La posizione panoramica e decentrata favorisce la localizzazione di funzioni poliambulatoriali ed assistenziali, rivolti in particolare ai portatori di handicap e alle loro famiglie con la riorganizzazione degli spazi esterni da destinarsi ad attività culturali e per il tempo libero. È prevista la implementazione di progetti di telemedicina rivolti in particolare alla tele riabilitazione (erogazione di servizi riabilitativi attraverso le reti di telecomunicazione ed internet) e/o al teleconsulto (visite tra medico curante e paziente mediante sistemi di video-conferenza). Saranno realizzati n. 6 appartamenti da destinarsi unicamente ad alloggi rivolti a soggetti diversamente abili, con progetti innovativi e sperimentali di convivenza assistita. L’obbiettivo è quello di fornire finalmente la Città di una struttura residenziale a ciclo diurno extra ospedaliera con la implementazione di nuove tecnologie per la telemedicina.

Il costo totale dell’intervento previsto è pari a € 1.430.738,32, risorse POR FESR 2014/2020.

Nella documentazione consegnata l’AU fornisce elementi descrittivi dell’intervento che intende realizzare sull’azione 9.3.8 dell’Asse 10 del POR FESR Campania 2014/2020.

Disponibilità del bene

Risulta presente agli atti la dichiarazione sulla disponibilità del Bene vidimata dal RUP di riferimento.

Livello progettuale

Fattibilità Tecnica Economica

Cronoprogramma

Il cronoprogramma procedurale e di spesa prevede come data prevista di collaudo opere il 30/09/2022 e come funzionalità prevista il 30/09/2022.

Coerenza con il Documento di Orientamento Strategico – DOS

Documento di Orientamento Strategico – DOS approvato con DCC 21/2019.

L’intervento proposto è coerente con la linea strategica del DOS_ La Città dei servizi.

La descrizione dell’intervento si inquadra coerentemente con tale ambito strategico.

Coerenza con le azioni e l’impatto strategico del POR – FESR

L’intervento previsto risulta coerente con la azione del PO FESR 2014/2020 9.3.8. – finanziamento investimenti per la riorganizzazione e il potenziamento dei servizi territoriali sociosanitari, di assistenza primaria e sanitari non ospedalieri [poliambulatori, presidi di salute territoriale, nuove tecnologie, rete consultoriale, strutture residenziali e a ciclo diurno extra ospedaliere]”, compresa la implementazione di nuove tecnologie per la telemedicina, la riorganizzazione della rete del welfare d’accesso e lo sviluppo di reti tra servizi e risorse del territorio per favorire la non istituzionalizzazione della cura

Sono descritti sufficientemente gli elementi di coerenza con l’OT e l’OS.

Integrazioni con ulteriori
Azioni e/o Assi del POR – FESR

La Città dichiara che l’intervento ricadente sull’azione 9.3.8 si integra con le altre iniziative cofinanziate nell’ambito del programma.

Implementazione degli indicatori di output

Gli indicatori di output sono implementati in:

“Sanità: Popolazione coperta dai servizi sanitari migliorati” n. 5.000.

Scelte di gestione

Dalla scheda si evince che la gestione dell’intervento è in proprio.

L’AU dichiara nel Piano di Gestione che l’intervento sarà gestito in proprio con personale dipendente del Comune, con il coinvolgimento di specifici assi di Assistenza previsti dal SSN

Tags: , ,