giovedì 26 Novembre 2020 Amorosi, truffò un’anziana donna: domiciliari per un napoletano | infosannionews.it giovedì 26 Novembre 2020
Smooth Slider

Dialoghi a Distanza con DemOnLine su diversi temi legati alla politica locale e nazionale

DemOnLine, circolo politico e culturale campano, organizza "DaD - Dialoghi ...

Benevento. Giornata contro la violenza sulle donne, una panchina rossa in ricordo di Miriam e Raffaella

https://youtu.be/FClSMhIo-6UE' stata installata al Rione Libertà, dove ha vissuto Miriam ...

Covid 19,dal bollettino aggiornato dell'Asl registrati 82 nuovi casi di positività

La Asl, azienda sanitaria di Benevento nella giornata odierna, ha ...

Muore Armando Maradona. Il messaggio del sindaco Mastella

L'ex campione di calcio argentino Diego Armando Maradona,sessant'anni,(30 Ottobre) è ...

Amorosi, truffò un’anziana donna: domiciliari per un napoletano

05/02/2020
By

Nella mattinata odierna, all’esito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita (BN) e della Stazione di Amorosi hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta di questa Procura della Repubblica, che dispone la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un cittadino italiano residente a Napoli, gravemente indiziato del reato di truffa ai danni di persona anziana.

L’attività d’indagine espletata ha consentito di ricostruire un episodio di truffa consumata, nel decorso mese di dicembre, ai danni di una donna anziana residente in Amorosi, con le seguenti modalità:

l’indagato fermava l’anziana donna mentre si stava recando al mercato rionale e si presentava come un amico del figlio che lo aveva incaricato di effettuare la consegna di un computer. Quindi, contattava un suo complice che, fingendo di essere il figlio della vittima, le chiedeva di prendere in consegna il computer e di pagarlo. Successivamente, faceva salire la donna a bordo della sua autovettura e recatosi presso la sua abitazione, le consegnava il plico, ricevendo la somma di euro 1.000,00 in contanti quale corrispettivo.

Solo successivamente, nel pomeriggio, l’anziana donna, contattando il figlio, si accorgeva di essere stata raggirata. All’interno del pacco vi era un telefono ed un apparecchio bluetooth.

Si sono raccolti gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’indagato attraverso la testimonianza e la memoria fotografica della vittima e grazie all’acquisizione delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza installate lungo le strade cittadine nel Comune di Amorosi.

Le indagini espletate, coordinate dalla Procura della Repubblica, testimoniano, ancora una volta, la capillare attività che i militari dell’Arma della Compagnia di Cerreto Sannita e di Amorosi quotidianamente dispiegano al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Tags: