mercoledì 8 aprile 2020 Venerdì 7 Febbraio “Un pomeriggio al Museo” | infosannionews.it mercoledì 8 aprile 2020
Smooth Slider

Premio Strega Giovani e Liceo Giannone di Benevento

La Fondazione Bellonci, in collaborazione con l’associazione Piccoli Maestri, ha ...

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento ringrazia la CIEC S.r.l. per il dono di “pacchi viveri”

L’Ospedale S. Cuore di Gesù – Fatebenefratelli di Benevento, attraverso ...

Azienda Ospedaliera San Pio. Oggi 8 Aprile ore 18, i pazienti ricoverati sono 41

Azienda Ospedaliera San Pio. Oggi 8 Aprile ore 18, i pazienti ricoverati sono 41

Dei 41 ricoverati, 37 sono della provincia di Beneveto mentre ...

Venerdì 7 Febbraio “Un pomeriggio al Museo”

03/02/2020
By

Un pomeriggio al Museo, dedicato alle collezioni del museo, alla cultura, alla storia e all’enogastronomia del territorio, calendarizzata per l’ultimo venerdì del mese, per motivi organizzativi, nel mese di gennaio è stato calendarizzato per venerdì 7 febbraio alle ore 16,30.

Nella rassegna il Museo Archeologico del Sannio Caudino di Montesarchio accoglie archeologi, storici, scrittori, poeti, musicisti ed esperti per raccontare e diffondere la conoscenza del rilevante patrimonio culturale del Sannio. L’iniziativa è organizzata dal Polo Museale della Campania, in collaborazione con il Comune, la Pro Loco di Montesarchio, e Amici dei Musei del Sannio. L’incontro di venerdì 7 febbraio 2020 sarà dedicato alla presentazione del libro Il Diario di Antossia di Marinella Gargiulo, proposto da Marcello Rotili per il Premio Strega 2019.

La scrittrice con una solida formazione storica e una lunga esperienza nella didattica di genere, è l’autrice di un avvincente romanzo su Antonia (Antossia) Kwiatkowski Bakunin, vedova, dal giugno 1876, del celebre rivoluzionario russo, principe Mikhail Bakunin, e dal febbraio 1879 moglie dell’avvocato napoletano Carlo Gambuzzi, padre naturale dei suoi primi tre figli e padre legale dell’ultima, nata dopo il matrimonio. Scritto nella forma di un diario che copre il periodo dall’estate del 1865 all’aprile 1887, l’ultima stagione della vita di Antossia che scomparve il successivo 2 giugno, l’avvincente racconto muove dall’incontro in Siberia, ove viveva la sua famiglia (il padre era un nobile polacco della Russia Bianca, esule), con il grande rivoluzionario quarantatreenne, deportato a vita in quella sperduta regione dell’impero zarista dopo lunghi e tormentati periodi di carcerazione.

Il lavoro della Gargiulo rientra nell’ampia produzione d’impianto femminista che dagli anni Ottanta del secolo scorso ha rintracciato i lineamenti sepolti nel tempo di tante donne e ha arricchito la nostra memoria letteraria di svariati ritratti femminili di mogli, sorelle o amanti di uomini illustri. Dopo i saluti introduttivi del Direttore del Museo Ferdinando Creta, dell’assessore alla cultura del Comune di Montesarchio Morena Cecere e del Presidente degli Amici dei Musei Francesco Bove, il professore Marcello Rotili e l’autrice Marinella Gargiulo si confronteranno sulle suggestioni del romanzo.
Marinella Gargiulo (Bio)
Docente di Italiano e Storia. Dal 1990 ad oggi Referente per le iniziative scolastiche in materia di Pari Opportunità del Provveditorato agli Studi di Napoli e dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania. Ha organizzato corsi di formazione, convegni, incontri per Dirigenti scolastici, insegnanti, studenti/studentesse. Componente della Commissione Pari Opportunità della Regione Campania come esperta della formazione di genere. Negli ultimi anni si è occupata di Didattica di Genere nella Scuola ideando e realizzando il Progetto ProDiGe (Progetto Didattica di Genere).

Tags: