mercoledì 14 Aprile 2021 Inarrestabile Benevento! Anche il Chievo Verona abbassa la testa davanti la capolista. | infosannionews.it mercoledì 14 Aprile 2021
Smooth Slider
Fernando Errico: “Officina di via Valfortore, garantire i livelli occupazionali”

Fernando Errico: “Officina di via Valfortore, garantire i livelli occupazionali”

“Condivido le preoccupazioni dei sindacati ed è giusto richiedere - ...

Pepe : “A Benevento una mera e fredda gestione del potere”

Pepe : A Benevento una mera e fredda gestione del potere

"L’ANAC ha annullato la nomina del Direttore Generale della Provincia ...

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

TPL,sulle preoccupazioni dei sindacati Mortaruolo chiede incontro con Cascone

“A seguito delle preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali del TPL, ...

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

Regione, Altrabenevento: parere negativo nuovo parcheggio Buonvento

"Nuovo parcheggio di 13.000 metri quadrati per ampliamento del Centro ...

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Parità di genere nel contratto istituzionale di sviluppo della Provincia di Benevento

Proseguono le consultazioni del Presidente della Provincia di Benevento Antonio ...

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

“Ho presentato in Senato una interrogazione al Ministro dell’Economia, Daniele ...

Inarrestabile Benevento! Anche il Chievo Verona abbassa la testa davanti la capolista.

26/12/2019
By

I giallorossi espugnano il Bentegodi vincendo per due reti ad una. Nel boxing Day vanno in gol i difensori Maggio e Tuia.

Il refrain e’ il solito. Benevento troppo forte e cinico per un qualunque avversario. Sornione quanto basta, i giallorossi giocano come il gatto con il topo. Lasciano che gli avversari ci provino, si illudino e poi li castigano. Il Benevento di questi tempi, come già detto da diverse settimane, e’ questo. Forte, quadrato, conscio di poter portare a casa il risultato, va in campo con una mentalita’ che e’ difficile vedere sui campi di calcio italiani. Nessuna paura e nessuna pietà, ovunque si giochi, i giallorossi comandano e dettano tempi e modi dell’incontro. Lasciano agli avversari l’illusione di poter fare qualcosa ma al momento opportuno, tirano le reti e chiudono l’incontro. Con questa vittoria salgono a 6 le partite vinte consecutive sulle 13 totali. 4 quelle pareggiate ed una sola sconfitta. Questi sono i numeri dell’armada giallorossa che ora ha ben 12 punti di vantaggio sulla seconda e 14 sulla terza. Con 43 punti totali ad una partita dal termine del girone d’andata e’un Benevento da record.

Queste le formazioni in campo.

CHIEVO (4-3-1-2): Nardi; Dickman, Vaisanen, Rigione, Cotali; Segre, Garritano, Di Noia; Vignato; Meggiorini, Djordjevic. A disp.: Semper, Pavoni, Cesar, Esposito, Pucciarelli, Leverbe, Giaccherini, Rodriguez, Frey, Bertagnoli, Brivio. Zuelli. All.: Marcolini

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Tuia, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Insigne, Improta; Coda. A disp.: Manfredini, Gori, Del Pinto, Kragl, Tello, Volta, Basit, Gyamfi, Antei, Sau, Vokic, Armenteros. All.: Inzaghi

Benevento a Verona con il turno over imposto dal dover effettuare tre partite in sette giorni. E cosi’ Inzaghi lascia fuori Antei, Kragl e Sau ed inserisce al loro posto Tuia, Insigne ed Improta. Per il Chievo Verona, invece, Marcolin rispetto alla partita con il Cittadella dello scorso turno inserisce Garritano al posto di Esposito. Subito ad inizio match Viola, al 2′ minuto ci prova da fuori anche se sbilanciato, con parabola che finisce poco oltre la trasversale. Due minuti dopo  punizione per i giallorossi battuta dal solito Viola e Tuia di testa colpisce il palo con palla che termina fuori. Timida risposta  al 7′ Di Noia con un tiro da fuori ma nessuna preoccupazione per Montipo’. Le squadre provano a superarsi con il Chievo che ha piu’ possesso palla e Benevento che come al solito e’ sornione in attesa e pronto a colpire l’avversario. Al 18′ palla in area del Benevento per Djordjevic che batte a rete ma viene contratto in angolo vanificando cosi’ un’ottima occasione. In tre minuti due cartellini gialli per il Benevento. Ne fanno le spese Improta al 19′ per un fallo in gioco aereo su Dickmann e Schiattarella al 22′ per un intervento sulle caviglie di Meggiorini. Al 27′ va in vantaggio il Chievo. Spunto di Garritano in area che brucia sullo scatto Maggio e mette al centro, svirgola Tuia che libera e poi Letizia prova di testa all’indietro faccia alla porta a liberare definitivamente l’area. Il suo colpo ha pero’ poca forza e permette a Vignato al volo di battere sul primo palo di Montipo’ che viene sorpreso dal tiro dello scaligero e riesce solo a toccare la sfera che si infila tra palo e portiere. Si riprende il gioco ma non cambia nulla con i giallorossi sempre sornioni in campo che attendono il momento giusto per azzannare gli avversari, cosa che avviene al 35′.  Insigne si accentra dalla destra e serve sulla sinistra Letizia che vede alle spalle della difesa di casa l’inserimento di Maggio favorito dall’accentramento del napoletano. Cross con il contagiri sull’altro palo e Super Bike di testa ad incrociare infila Nardi. Chievo 1 Benevento 1. Subito i giallorossi hanno l’occasione per raddoppiare grazie ad una palla messa in area da Insigne per Coda che batte subito convinto di essere in off side mettendo palla fuori ma la sua posizione era regolare. Al 41′ ci prova il Chievo mettendo palla in area per Djordjevic anticipato da Maggio. Anche Rigione prende un cartellino giallo al 42′ per fallo su Improta a centrocampo. Al 45′ l’arbitro concede due minuti di extra time. Prima dello scadere angolo per il Benevento. Batte Viola e  davanti a Nardi svetta Tuia che di testa infila la porta dei gialloblu. Finisce cosi’ il primo tempo con il Benevento in vantaggio per due reti a uno.

Ritornano in campo le squadre con gli stessi uomini della prima frazione. Subito Benevento in avanti al 47′ con Improta che da sinistra fa partire un diagonale sul quale si distende Nardi ma la palla termina di poco fuori. Al 50′ punizione da fuori dei giallorossi, sulla palla va Coda la cui battuta termina di pochissimo oltre l’incrocio. Al 56′ viene ammonito anche Maggio per un intervento falloso sotto gli occhi di Marcolini su Meggiorini. Un minuto dopo nel Chievo entra Giaccherini ed esce Segre. L’occasione e’ pero’ del Benevento con Viola che da ad Insigne che entra in area arriva sul fondo e mette al centro per Improta che avrebbe battuto a porta vuota se Nardi non ci fosse arrivato con la punta delle dita a salvare la sua porta. Al 63′ entra Tello nel Benevento ed esce Insigne. Ancora Benevento in avanti al 65′ con Viola che entra in area e mette sull’altro palo sul quale pero’ non c’e’ nessuno. Al 69′ in campo Esposito per un infortunio a Di Noia.Botta e risposta al 71′ e 73′. Ci prova prima Improta  da dentro l’area con una  conclusione deviata in corner; poi e’ Giaccherini  che batte da fuori una palla vagante ma la sfera finisce al di la del palo. Un minuto dopo Inzaghi manda Antei in campo per Improta; risponde Marcolini al 76′ con Pucciarelli al posto di Djordjevic. Ultima sostituzione nei giallorossi all’81’ con Armenteros che prende il posto di Viola. Altro cartellino giallo all’83’. Ne fa le spese Meggiorini per un fallo su Schiattarella ed il gialloblu salterà la prossima partita. All’84’ ci prova Pucciarelli calciando in diagonale da dentro l’area ma la palla e’ fuori. Piu’ pericoloso Garritano all’86’ che batte a rete da centro area su un invito di Cotali e Montipo’ respinge di piede.All’89’ punizione di Esposito, spizza la palla di testa Tuia, la sfera batte sul palo e torna in campo con Tello che libera. Praticamente finisce qui la partita malgrado i 5 minuti di recupero nei quali, oltre ad un tiro da fuori di Dickmann che non impensierisce Montipo’ ci sono da registrare gli ultimi due cartellini gialli, il primo allo stesso Dickmann ed il secondo ad Armenteros. Finisce come detto qui l’incontro con un’altra vittoria del Benevento che sta viaggiando  a vele spiegate verso la serie A.

Tags: