mercoledì 3 Giugno 2020 Continua la volata del Benevento che passa anche a Livorno. Livorno 0 Benevento 2 | infosannionews.it mercoledì 3 Giugno 2020
Smooth Slider
dav

Benevento. Distribuite le mascherine ai bambini sopra i 6 anni

La Protezione Civile ha provveduto, d’intesa con il Comune di ...

Centrodestra. Flash Mob in piazza Castello contro le scelte del Governo

Flash mob delle forze del centrodestra in tutta Italia con ...

Azienda Ospedaliera San Pio. Un nuovo caso positivo per un soggetto residente in provincia.

Azienda Ospedaliera San Pio. Un nuovo caso positivo per un soggetto residente in provincia.

L’A.O.R.N. “San Pio” ha processato in data odierna nr. 80 ...

Asl. Diventano 20 i sanniti positivi al Covid 19

Asl. Diventano 20 i sanniti positivi al Covid 19

Con le dimissioni dell'ultimo paziente ricoverato al San Pio scendono ...

Ricciardi (Lega): “Sant’Agata de’ Goti pessima pagina politica nel Sannio e in Campania”

Ricciardi (Lega): “Sant’Agata de’ Goti pessima pagina politica nel Sannio e in Campania”

Luca Ricciardi, coordinatore provinciale per il Sannio della Lega Salvini ...

Continua la volata del Benevento che passa anche a Livorno. Livorno 0 Benevento 2

14/12/2019
By

Solito copione con una squadra, quella giallorossa, che  conscia delle proprie forze gioca il match come meglio crede.

Cambio in panchina per il Livorno che presenta Tramezzani, vincitore del campionato cipriota con l’Apoel di Nicosia lo scorso anno, ma non cambia il risultato con il Livorno sconfitto in casa dal Benevento. Non era certo questa la partita migliore per esordire in panchina per il nuovo allenatore dei labronici ed il campo non ha smentito le previsioni della vigilia. Il Benevento di questi tempi, forte, cinico, compassato, capace di improvvise accelerate e con una difesa praticamente insuperabile e’ stato un avversario troppo superiore per gli amaranto che hanno messo in campo tutto quello che avevano ma i giallorossi hanno fatto ciò che hanno voluto. Pure quando il Livorno ha preso le redini del gioco in mano cercando di fare una sorta di forcing, ad inizio ripresa, la capolista ha dato netta l’impressione di poter agevolmente tenere a bada le folate avversarie, ripartendo poi in maniera micidiale come sa fare bene.

Queste le formazioni scese in campo:

LIVORNO (3-5-2): Plizzari; Bogdan, Gonnelli, Gasbarro; Morganella, Del Prato, Agazzi, Luci, Marsura; Murillo, Mazzeo. A disp.: Ricci, Zima, Di Gennaro, Braken, Rizzo, Porcino, Morelli, Rocca, Raicevic, Marras, Boben, Viviani. All.: Tramezzani

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Tello, Schiattarella, Viola; Kragl, Sau; Coda. A disp.: Manfredini, Gori, Del Pinto, Tuia, Improta, Basit, Gyamfi, R. Insigne, Di Serio, Vokic, Armenteros. All.: Inzaghi

Inizia la partita e la voglia degli amaranto di uscire dal tunnel in cui si sono infilati porta i labronici ad assumere l’iniziativa con il Benevento, oggi in maglia azzurra, che aspetta gli avversari per poi ripartire. Al 13′ in una delle sortite in avanti la squadra giallorossa conquista un calcio d’angolo. Dalla bandierina Kragl  scambia con Sau, riprende palla  quasi al vertice dell’area ed infila Plizzari con un fendente nell’angolo piu’ lontano. Livorno 0 Benevento 1. Non c’e’ risposta da parte del Livorno ed i giallorossi iniziano a macinare gioco forti di un tasso tecnico maggiore. Al 21′ cross di Letiza e Kragl di testa non riesce a rimettere al centro perche’ murato dalla difesa di casa. Tra il 21′ ed il 22′ due cartellini gialli per i giallorossi. Li subiscono Schiattarella che ferma Agazzi in ripartenza e Kragl in una azione a centrocampo un po’ confusa. Al 23′  viene poi ammonito Morganella nei padroni di casa. Al 25′ si infortuna Murillo tra gli amaranto ed entra in campo Braken due minuti dopo, al 27′. Intanto al 26′ una spizzata all’indietro di Coda su cross  dalla sinistra lambisce il palo con Plizzari a guardare. Ancora Benevento al 33′ con Maggio che scende a percussione mette poi al centro dove Sau s’avvita basso colpendo di testa ma Plizzari para ancora. Si rivede Coda al 37′ che tenta la girata sul primo palo ma Gonnelli riesce a disturbarlo facendolo calciare fuori. Ci riprova Kragl su punizione al 39′ ma il portiere del Livorno para in due tempi. Al 44′ cross del Livorno con Mazzeo in netta posizione di fuorigioco. Tocca palla all’indietro di testa un giocatore del Benevento e sul contrasto di Mazzeo con i difensori la sfera arriva a Marsura che batte fuori.  Giunti al 45′ l’arbitro concede due minuti di recupero nei quali Morganella  rischia il secondo giallo ma viene graziato. Finisce cosi’ la prima frazione con il Benevento in vantaggio per una rete a zero.

Ritornano in campo le squadre per la seconda frazione ed i padroni di casa provano a prendere in mano le redini della partita. Al 50′ si infortuna anche Gasbarro e Tramezzani, all’esordio sulla panchina dei labronici, manda in campo Porcino. Ci prova il Livorno con Braken al 53′ che sotto porta devia un cross di Marsura ma la palla e’ debole e Montipo’ para. Sterile supremazia degli amaranto che non riescono a superare la difesa dei giallorossi che sono sempre pungenti quando vengono in avanti. Al 60′ anche Sau viene ammonito per aver ostacolato Plizzari nel rinvio della palla. Al 62′ ci prova Bogdan di testa su punizione con Montipo’ che sbaglia l’uscita, la palla sbatte sul palo e viene messa fuori. Il difensore del Livorno però era in fuorigioco e quindi si riprende con un calcio di punizione per il Benevento. Al 65′ Plizzari ferma prima Coda e poi sul tap in anche Tello compiendo una parata strepitosa. Altra sostituzione nei padroni di casa al 70′ con Raicevic che entra al posto di Mazzeo. Un minuto dopo esce anche Kragl ed entra Tuia mentre al 75′ entra Insigne ed esce Sau. Cartelllino giallo anche per Coda al 79′ che entra duro su Bogdan che lo aveva anticipato. Bell’azione di Viola all’82’ che da fondo campo in area mette indietro al centro per Antei il cui tiro viene murato dalla difesa, riprende Tello da fuori ma la sua botta e’ parata da Plizzari. All’84’ anche Gonnelli viene ammonito per una brutta entrata su Coda e sugli esiti della punizione da centrocampo il Benevento raddoppia. Lancio in avanti con Morganella che  ferma la palla ma e’ piu’ lesto di tutti Letizia a riprenderla e ad entrare in area da solo per poi infilare il portiere ospite nell’angolino opposto a quello di tiro. Dopo il raddoppio Inzaghi tira fuori dal campo Coda ed inserisce Armenteros. Si giunge al 90′ e l’arbitro concede 5 minuti di extra time. Si infortuna anche Marsura al 91′ e lascia il Livorno in 10. Termina cosi’ al 95′ l’incontro dell’Armando Picchi con la vittoria per 2 a 0 del Benevento che si laurea campione d’inverno con 3 turni di anticipo.

Tags: