sabato 18 gennaio 2020 Interno Notte, il cinema e il teatro come mezzi per ricreare mondi. | infosannionews.it sabato 18 gennaio 2020
In evidenza
Deleghe, Puzio (Moderati) : ” In programma Benevento Virtual Tour, mestieri di strada, forum e sportello giovani, turismo”

Deleghe, Puzio (Moderati) : In programma Benevento Virtual Tour, mestieri di strada, forum e sportello giovani, turismo

Interfaccia con enti, associazioni, organizzazioni e singoli cittadini per maggiore ...

Libera Benevento si mobilita per il Rione Libertà

Libera Benevento si mobilita per il Rione Libertà

Appello per una mobilitazione cittadina. Scrivono dall'Associazione : "Libertà. È il ...

Tragico incidente sulla SS.90 bis. Scontro frontale tra due vetture muore una donna.

Traffico in tilt questo pomeriggio, per via di un incidente ...

Interno Notte, il cinema e il teatro come mezzi per ricreare mondi.

14/12/2019
By

Gli eventi del neonato gruppo “Interno Notte” presso il Cinema Teatro Massimo di Benevento vogliono, allo stesso modo, costruire attorno al film un più vasto immaginario.


Stavolta protagonista è la strada, con i suoi abitanti, la cultura musicale e l’arte dei murales, che si proverà a portare tra le poltrone della sala di via Perasso e negli spazi antistanti, in un viaggio attraverso la Campania e la Puglia, che parte dal Rione Traiano di Napoli e, passando per Benevento e la sua provincia, raggiunge Bari.

PROGRAMMA:
► ore 20,30
Proiezione di SELFIE di Agostino Ferrente (ITA, 2019)
A seguire incontro con il protagonista Alessandro Antonelli e l’aiuto regia Edgardo Pistone, nell’ambito della rassegna itinerante “Il cinema che non si vede” promossa da UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), con il contributo della Regione Campania L.R. 30/2016 e il sostegno di Arci nazionale.
Il film è stato candidato agli European Film Awads 2019 nella cinquina dei migliori documentari.
Sinossi: Napoli, Rione Traiano. Nell’estate del 2014 un ragazzo di sedici anni, Davide, muore, colpito durante un inseguimento dal carabiniere che lo ha scambiato per un latitante in fuga. Anche Alessandro e Pietro hanno 16 anni e vivono nel Rione Traiano. Sono amici fraterni, diversissimi e complementari, abitano a pochi metri di distanza, uno di fronte all’altro, separati da Viale Traiano, dove fu ucciso Davide.
Dopo Le cose belle, Agostino Ferrente torna a Napoli per dare voce ai giovani abitanti della città partenopea. E, stavolta, con gesto radicale, gli dà anche “l’immagine”, consegnando ai suoi due protagonisti lo strumento per riprendersi, un telefonino. Selfie diventa così un auto-ritratto di borgata potenzialmente esplosivo ed eversivo…
► ore 22,30
Giuan from Hip Hopera Foundation: DJ-Set Hip Hop, special guest Shark Emcee
Hip Hopera Foundation è un’organizzazione italiana di attivisti nell’ambito della cultura Hip Hop, nata con lo scopo di promuovere eventi e progetti culturali, artistici e sociali e di diffonderne i valori e i principi fondanti.
Inoltre:
– In esposizione le opere di street art e gli stencil di Fabio Della Ratta, in arte Biodpi, writer sannita, originario di Sant’Agata de’ Goti.
– Stand della libreria di Bari “Millelibri Poesia e altri mondi” con una particolare selezione di poeti di strada
– La birra del birrificio artigianale Brasseria del Matese.

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Atelier Pantheon

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio