mercoledì 11 dicembre 2019 Federterme dichiara guerra alle Terme “Per Finta” | infosannionews.it mercoledì 11 dicembre 2019
In evidenza

Il comune di Telese Terme donerà un defribrillatore alla Croce Rossa Italiana.

Venerdì 13 dicembre, alle ore 18.30, presso il Comune di ...

Prevenzione e Contrasto all'usura.Il 12 Dicembre seminario di aggiornamento presso Confindustria

Le misure di prevenzione e di contrasto all’usura e all’estorsione, ...

Disposto il pagamento agli operai forestali con anticipo di cassa del bilancio dell’Ente Provincia

Disposto il pagamento agli operai forestali con anticipo di cassa del bilancio dell'Ente Provincia

  Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, ha ...

Gepos premiata al Ministero della Salute

La Gepos di Telese Terme premiata oggi presso il Mistero ...

SSML Internazionale al via i Tirocini presso il Polo Museale della Campania - Teatro Romano di Benevento

Benevento - Stamattina, 11 dicembre 2019, gli studenti Annio De ...

Faicchio: Cade mentre monta le luminarie.Grave un 54enne.

Faicchio: Cade mentre monta le luminarie.Grave un 54enne.

Cede la piattaforma mentre monta luminarie. In gravi condizioni operaio ...

Federterme dichiara guerra alle Terme “Per Finta”

20/11/2019
By

E’ in corso un’ennesima campagna pubblicitaria, promossa in questi giorni da un operatore commerciale, in cui appare riportata in modo equivoco la parola “TERME”, anche affiancata a servizi di natura del tutto estranei alle cure e prestazioni termali come individuate dalla L.323/2000.

Federterme, l’organizzazione aderente a Confindustria e rappresentativa delle terme italiane, rinnova l’invito alle Autorita’ a vigilare sull’uso improprio della parola “TERME” – termine tutelato dalla citata legge di settore – e raccomanda a tutti gli Utenti di verificare attentamente che le prestazioni e i servizi termali vengano erogati da soggetti qualificati in possesso dei requisiti di legge.

Federterme assiste con viva preoccupazione alla diffusione, con frequenza crescente, di messaggi pubblicitari che promuovono l’attività di strutture che in realtà erogano prestazioni di estetica, parchi acquatici non termali, centri benessere generalisti e fanno un uso improprio della parola “TERME”, indebitamente accostata ad altri termini o alla ragione sociale.

Molte imprese tentano così di eludere le norme che regolano l’esercizio ed i requisiti di qualità del servizio termale nazionale ed ingenerano confusione negli Utenti.

Si ricorda a tutela degli Utenti del Sistema Termale Italiano, noto in tutto il mondo per la sua tradizione, qualità delle acque e garanzia del servizio, che la parola TERME può essere utilizzata esclusivamente da quei centri in possesso delle autorizzazioni, ministeriali e regionali, di cui alla Legge 323 del 2000, verificabili presso ogni centro termale autorizzato.

Tags:

             

Il Campionato del Benevento Calcio

Atelier Pantheon

SubitoCasa

Iesc Immobili e Servizi

Notizie dall’Italia

Previsioni del Tempo

archivio